L'Arte Povera, chi scegliere
Parole Moscovici rasserenano Piazza Affari, spread scende a 312. Tonfo di Pirelli
Pierre Moscovici manda segnali di distensione e contribuisce alla discesa dello spread e alla risalita dai minimi di Piazza Affari. Il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,04% a …
Bce: l’era dei tassi negativi (sui depositi) finirà solo nel 2020, primo ritocco a settembre 2019
La Bce porrà effettivamente fine alla sua politica ultra accomodante nel gennaio del 2020 e inizierà a pagare i depositi otto mesi dopo. L’avvio è previsto per settembre del prossimo …
Wall Street: 31 anni fa il Black Monday. I prossimi crash secondo paper professore Harvard
Cade oggi il 31esimo anniversario del crash più forte della storia di Wall Street: quello del Black Monday, il lunedì nero che vide tartassati da pesanti sell off i listini …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
12311 Ultima

  1. #1

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    11
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    1023515

    L'Arte Povera, chi scegliere

    Buongiorno, mi affido a chi vorrà nuovamente consigliarmi, riguardo a questo movimento pittorico (vogliate scusarmi se la mia terminologia è errata ma sono poco avvezzo a questa materia e si vede).
    Ho sentito qua e la che se si vuole investire davvero nell'Arte Italiana è il momento di acquistare l'Arte Povera perchè sono previsti degli appuntamenti importanti nel 2011. Ho visto di cosa si tratta e chi ne fa parte almeno dei rappresentanti più eccelsi. I prezzi ho visto che sono ovviamente alti ma non altissimi come inizialmente credevo. Fare una cernita però mi risulta impossibile. Allora mi chiedo e vi chiedo, volendo sceglierne uno rappresentativo e potendo sceglierne uno solo per ovvi motivi di portafoglio, per chi protendere. Chi è quello che sotto il profilo qualità-prezzo (scusate se uso terminologie adatte più a un elettrodomestico che invece a un artista) può dare il massimo risultato di investimento. Sarei grato a chi mi indicaste anche qualche esponente di questo movimento che si può paragonare un pochino a quello che rappresenta Germana' per la transavanguardia, cioè un artista che fa parte dell'arte povera ma che ancora deve essere scoperto appieno dal mercato. Grazie a chi vorrà darmi un parere costruttivo

  2. #2
    L'avatar di dura-lex sed-lex
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    4,752
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da street-to Visualizza Messaggio
    Buongiorno, mi affido a chi vorrà nuovamente consigliarmi, riguardo a questo movimento pittorico (vogliate scusarmi se la mia terminologia è errata ma sono poco avvezzo a questa materia e si vede).
    Ho sentito qua e la che se si vuole investire davvero nell'Arte Italiana è il momento di acquistare l'Arte Povera perchè sono previsti degli appuntamenti importanti nel 2011. Ho visto di cosa si tratta e chi ne fa parte almeno dei rappresentanti più eccelsi. I prezzi ho visto che sono ovviamente alti ma non altissimi come inizialmente credevo. Fare una cernita però mi risulta impossibile. Allora mi chiedo e vi chiedo, volendo sceglierne uno rappresentativo e potendo sceglierne uno solo per ovvi motivi di portafoglio, per chi protendere. Chi è quello che sotto il profilo qualità-prezzo (scusate se uso terminologie adatte più a un elettrodomestico che invece a un artista) può dare il massimo risultato di investimento. Sarei grato a chi mi indicaste anche qualche esponente di questo movimento che si può paragonare un pochino a quello che rappresenta Germana' per la transavanguardia, cioè un artista che fa parte dell'arte povera ma che ancora deve essere scoperto appieno dal mercato. Grazie a chi vorrà darmi un parere costruttivo
    Caro street-to, hai sentito x caso questi giorni Vanoni da Orler?
    In una trasmissione ha detto proprio le cose che Tu hai riportato.

    Mi viene da chiederTi innanzitutto una cosa:
    Il Tuo è un interesse finalizzato all'acquisto?
    Se così fosse dovresti meglio specificare le cifre che puoi investire
    anche se, avendo lettoTi precedentemente,
    è bene dire fin da subito che, inn quel preciso 'settore',
    difficilmente trovi cose decenti con meno di 10.000 euro.

    L'arte povera è uno di quei pochi 'movimenti' italiani del novecento
    effettivamente conosciuti (e apprezzati) anche all'estero
    quindi è cosa ardua trovare un artista facente parte di quella corrente
    che deve ancora essere 'scoperto' dal mercato.
    Poi bisognerebbe capirci anche su certi termini:
    Kounellis, Merz, Pistoletto e altri hanno già superato
    la soglia dei duecentomilacinquantamila euro in asta,
    Calzolari (tanto x citare il primo che mi viene in mente) mi sembra di no.
    Lui quindi potrebbe essere un nome (non nuovo) su cui puntare
    ma si parla comunque sempre di cifre rilevanti anche attualmente
    per la disponibilità media dei collezionisti di arte contemporanea.

    La storia di Germanà (pace all'anima sua)
    è un po' 'sballottata' (= tirata x la giacca):
    c'è chi dice che ha perso il treno della Transavanguardia,
    chi dice che non è mai stato invitato formalmente in quel treno.

    Di vicende parallele nell'Arte Povera non ne vedo;
    sforzandoci un po' si potrebbe dire che NESPOLO,
    che effettivamente ha bazzicato e interagito in quegli ambienti,
    ha quotazioni minori
    ma non si può definire propriamente di quel gruppo storico
    e nemmeno si può dire che arriverà a costare le cifre degli effettivi partecipanti dello stesso.

  3. #3

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    11
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    1023515
    Citazione Originariamente Scritto da dura-lex sed-lex Visualizza Messaggio
    Caro street-to, hai sentito x caso questi giorni Vanoni da Orler?
    In una trasmissione ha detto proprio le cose che Tu hai riportato.

    Mi viene da chiederTi innanzitutto una cosa:
    Il Tuo è un interesse finalizzato all'acquisto?
    Se così fosse dovresti meglio specificare le cifre che puoi investire
    anche se, avendo lettoTi precedentemente,
    è bene dire fin da subito che, inn quel preciso 'settore',
    difficilmente trovi cose decenti con meno di 10.000 euro.

    L'arte povera è uno di quei pochi 'movimenti' italiani del novecento
    effettivamente conosciuti (e apprezzati) anche all'estero
    quindi è cosa ardua trovare un artista facente parte di quella corrente
    che deve ancora essere 'scoperto' dal mercato.
    Poi bisognerebbe capirci anche su certi termini:
    Kounellis, Merz, Pistoletto e altri hanno già superato
    la soglia dei duecentomilacinquantamila euro in asta,
    Calzolari (tanto x citare il primo che mi viene in mente) mi sembra di no.
    Lui quindi potrebbe essere un nome (non nuovo) su cui puntare
    ma si parla comunque sempre di cifre rilevanti anche attualmente
    per la disponibilità media dei collezionisti di arte contemporanea.

    La storia di Germanà (pace all'anima sua)
    è un po' 'sballottata' (= tirata x la giacca):
    c'è chi dice che ha perso il treno della Transavanguardia,
    chi dice che non è mai stato invitato formalmente in quel treno.

    Di vicende parallele nell'Arte Povera non ne vedo;
    sforzandoci un po' si potrebbe dire che NESPOLO,
    che effettivamente ha bazzicato e interagito in quegli ambienti,
    ha quotazioni minori
    ma non si può definire propriamente di quel gruppo storico
    e nemmeno si può dire che arriverà a costare le cifre degli effettivi partecipanti dello stesso.
    Grazie dura-lex sed-lex per il tuo gentilissimo intervento.
    In effetti ho seguito anche la citata trasmissione di Orler però ho sentito anche fuori tv di una grande mostra che avrà quale tema l'arte povera italiana e che si svolgerà nel 2011.
    Non sei il primo a citarmi Calzolari per il quale ho ricevuto qualche proposta a poco più di 5000 euro, ma si tratta di una carta con delle applicazioni di varia natura sopra. Per me è una grossa cifra non lo nego però se l'acquisto può essere un investimento potrei anche decidere di investire una cifra di questo tipo anche se faticando, credo possa essere una buona alternativa ad altre forme di investimento di questa portata. Di Pistoletto ho visto anche dei frattali venduti su internet a prezzi similari comunque parecchio inferiori a qualche tempo fa. Restringendo il campo a questi due chi potrebbe secondo te essere il miglio acquisto. Una carta di Calzolari (che non so se deve essere definita un opera di poco conto) oppure uno specchio numerato di Pistoletto?

  4. #4
    L'avatar di dura-lex sed-lex
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    4,752
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da street-to Visualizza Messaggio
    Grazie dura-lex sed-lex per il tuo gentilissimo intervento.
    In effetti ho seguito anche la citata trasmissione di Orler però ho sentito anche fuori tv di una grande mostra che avrà quale tema l'arte povera italiana e che si svolgerà nel 2011.
    Non sei il primo a citarmi Calzolari per il quale ho ricevuto qualche proposta a poco più di 5000 euro, ma si tratta di una carta con delle applicazioni di varia natura sopra. Per me è una grossa cifra non lo nego però se l'acquisto può essere un investimento potrei anche decidere di investire una cifra di questo tipo anche se faticando, credo possa essere una buona alternativa ad altre forme di investimento di questa portata. Di Pistoletto ho visto anche dei frattali venduti su internet a prezzi similari comunque parecchio inferiori a qualche tempo fa. Restringendo il campo a questi due chi potrebbe secondo te essere il miglio acquisto. Una carta di Calzolari (che non so se deve essere definita un opera di poco conto) oppure uno specchio numerato di Pistoletto?
    Bisognerebbe vedere le due opere
    e conoscerne tutti i dati.

    Quelle finora fornite
    sono indicazioni troppo vaghe
    per dare un consiglio attendibile...

  5. #5
    L'avatar di Danielsun
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    21,936
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    576 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Io comprerei Pascali
    oppure , scegliendo bene, Penone ad esempio un bonsai con i sassolini

  6. #6

    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    279
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    13344254
    Citazione Originariamente Scritto da street-to Visualizza Messaggio
    Buongiorno, mi affido a chi vorrà nuovamente consigliarmi, riguardo a questo movimento pittorico (vogliate scusarmi se la mia terminologia è errata ma sono poco avvezzo a questa materia e si vede).
    Ho sentito qua e la che se si vuole investire davvero nell'Arte Italiana è il momento di acquistare l'Arte Povera perchè sono previsti degli appuntamenti importanti nel 2011. Ho visto di cosa si tratta e chi ne fa parte almeno dei rappresentanti più eccelsi. I prezzi ho visto che sono ovviamente alti ma non altissimi come inizialmente credevo. Fare una cernita però mi risulta impossibile. Allora mi chiedo e vi chiedo, volendo sceglierne uno rappresentativo e potendo sceglierne uno solo per ovvi motivi di portafoglio, per chi protendere. Chi è quello che sotto il profilo qualità-prezzo (scusate se uso terminologie adatte più a un elettrodomestico che invece a un artista) può dare il massimo risultato di investimento. Sarei grato a chi mi indicaste anche qualche esponente di questo movimento che si può paragonare un pochino a quello che rappresenta Germana' per la transavanguardia, cioè un artista che fa parte dell'arte povera ma che ancora deve essere scoperto appieno dal mercato. Grazie a chi vorrà darmi un parere costruttivo



    Non so cosa ne dica Vanoni & co., ma sicuramente l'Arte Povera è uno dei più grandi movimenti artistici italiani, dopo il Futurismo.
    Chi comprare?
    Dipende dalla disponibilità.
    Calzolari ha sicuramente grandi margini, ma andrei su un sale e tabacco.
    Lascerei perdere gli arazzi piccolini di Boetti.
    Secondo me uno che sta all'Arte Povera come Germanà (molto bravo) sta alla Transavanguardia è Claudio Costa. Almeno per le tele acide e inamidate.



    Ciao




    .

  7. #7

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    4,939
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    503 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da street-to Visualizza Messaggio
    Una carta di Calzolari (che non so se deve essere definita un opera di poco conto) oppure uno specchio numerato di Pistoletto?
    Gli specchi di Pistoletto all'estero non li vuole nessuno e in Italia sono scesi di un buon 30% rispetto alle quotazioni (assurde) del 2008. Oggi uno specchio di buona misura, con un colore 'commerciale' lo trovi a 4/5 mila euro

    Le opere di Pistoletto da comperare sono gli acciai con serigrafia, ma i pezzi unici costano alcune decine di migliaia di euro.....

  8. #8
    L'avatar di sismachine
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    223
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    12 Post(s)
    Potenza rep
    11957153
    Calzolari tutta la vita.

  9. #9
    L'avatar di dura-lex sed-lex
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    4,752
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Personalmente
    prima di CALZOLARI
    inizierei con MUTANDARI...

  10. #10
    L'avatar di sismachine
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    223
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    12 Post(s)
    Potenza rep
    11957153
    meglio staccolanana allora :P

Accedi