Economia: verso revisione in positivo di Pil secondo trimestre, sostegno da balzo fatturato servizi
Indicazioni confortanti quelle arrivate oggi dalla congiuntura italiana a partire dalle vendite al dettaglio che hanno registrato a giugno un aumento dello 0,2% rispetto al mese prima, battendo le attese degli analisti che avevano previsto invece u...
Petrolio: sospensione produzione in Messico agevola rialzo del greggio, analisti positivi su una ripresa dei corsi
Giornata positiva per le quotazioni dell'oro nero che beneficia dell'assist fornito dalla sospensione alla produzione da parte del Messico, in seguito alla minaccia di una tempesta tropicale in arrivo. Al momento le quotazioni a Londra del contratt...
Apple: Commissione Ue chiede di restituire 13 miliardi per vantaggi fiscali in Irlanda
Conto salato per Apple in Europa. Il gruppo di Cupertino dovrÓ versare all'Irlanda 13,5 miliardi di euro pi¨ interessi. Questa la decisione presa dalla Commissione europea per aver eluso il fisco attraverso un regime fiscale favorevole in Irlanda. Un...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 1234 Ultima

  1. #21
    L'avatar di siberiano
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    841
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    15213386
    Citazione Originariamente Scritto da ranokkioverde Visualizza Messaggio
    Sto per acquistare una seconda casa al mare, la prima Ŕ al 50% con mia moglie, con la quale ho la comunione dei beni. Oggi sono andato ad informarmi e un conoscente mi ha detto che se io acquistassi una seconda casa dovrei pagare il 10% (oltre alle spese notarili) di tasse. Quindi su una casa di 130k pagherei 13k di tasse e altri 3k di notaio.

    Visto che questo mi sembra un assurditÓ chiedo a voi piu esperti che modo c'e per pagare meno... Mi hanno consigliato di vendere la quota della prima casa che ho con mia moglie a lei, in modo da avere io nulla e lei il 100% della casa a roma.

    Poi di mio comprerei la casa al mare a nome mio e ci farei la residenza...
    insomma una sorta di divisione dei beni. Questo e un caso fattibile?
    In questo caso quanto pagherei oltre al 3% come prima casa per fare questo movimento delle quote???

    Cercate di essere precisi e davvero importante!

    Grazie.

    se compri da impresa paghi il 10% del valore a rogito, se compria da privato paghi 10% sulla rendita catastale

  2. Stanco della PubblicitÓ? Registrati

  3. #22

    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    28,154
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da veezmo Visualizza Messaggio
    Cosa? Non fiscalizza la proprietÓ affatto.

    La compravendita Ŕ piu' pesantemente gravata da imposte ed oneri rispetto ad altri paesi ma la " proprietÓ " non Ŕ affatto " fiscalizzata "

    Siamo agli ultimi posti al MONDO per tasse sulla proprietÓ immobiliare ( e sugli asset finanziari in genere )
    Citazione Originariamente Scritto da veezmo Visualizza Messaggio
    Beh Cleopatra ci potresti spiegare quanto vengono tassate in Europa e in USA ? Mi sa che non lo sai!!!

    In italia la compravendita della prima casa non Ŕ praticamente tassata e non c'Ŕ piu' l'ici.

    Conosci quali sono le tasse che gravano sull'immobiliare in due paesi comunisti come Francia e USA?

    Stai facendo parecchia confusione. Se dovessi investire per evitare l'imposizione fiscale sugli immobili, non sceglierei certo Francia o US, ma paesi con fiscalitÓ assente o molto conveniente. Infatti non ho detto che l'Italia Ŕ l'unico paese che tassa la proprietÓ immobiliare : ho detto che Ŕ ancora uno dei pochi.
    Occorre poi distinguere tra :
    - tasse applicate sulle compravendite immobiliari;
    - tasse applicate sulla proprietÓ immobiliare.
    Per quanto concerne il primo caso, in Francia toccano il 2-3% se sono immobili Ó la carte o di nuova costruzione, arrivano all'8% se vecchi. Vi sono poi casi in cui si gode dell'esenzione o del rimborso Iva.
    Negli US le aliquote variano : dall'esenzione completa ad aliquote elevatissime.
    Un bravo consulente fiscale in entrambi i casi saprÓ indicare le giuste soluzioni per pagare il meno possibile.
    Saluti.

  4. #23

    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    7,054
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da cleopatra758 Visualizza Messaggio
    Stai facendo parecchia confusione. Se dovessi investire per evitare l'imposizione fiscale sugli immobili, non sceglierei certo Francia o US, ma paesi con fiscalitÓ assente o molto conveniente. Infatti non ho detto che l'Italia Ŕ l'unico paese che tassa la proprietÓ immobiliare : ho detto che Ŕ ancora uno dei pochi.
    Occorre poi distinguere tra :
    - tasse applicate sulle compravendite immobiliari;
    - tasse applicate sulla proprietÓ immobiliare.
    Per quanto concerne il primo caso, in Francia toccano il 2-3% se sono immobili Ó la carte o di nuova costruzione, arrivano all'8% se vecchi. Vi sono poi casi in cui si gode dell'esenzione o del rimborso Iva.
    Negli US le aliquote variano : dall'esenzione completa ad aliquote elevatissime.
    Un bravo consulente fiscale in entrambi i casi saprÓ indicare le giuste soluzioni per pagare il meno possibile.
    Saluti.
    Sei tu che fai confusione. Io parlo di tasse sulla proprietÓ che in italia sono inesistenti.

    Saluti

  5. #24
    se compro da privato pago il 10 % sulla rendita catastale.

    1) E quanto sarebbe la rendita catastale di una cosa comprata su carta 3 anni fa a 100k + spese?

    2) quanto potrei pagare di ici come seconda casa su questa casa che comprero?

    3) PURTROPPO non HO FIGLI MAGGIORENNI!

  6. #25

    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    28,154
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da veezmo Visualizza Messaggio
    Sei tu che fai confusione. Io parlo di tasse sulla proprietÓ che in italia sono inesistenti.

    Saluti

    Continui a fare confusione generalizzando. L'esenzione irpef ed ici Ŕ valida solo su prime case non di lusso. Saluti confusi?

  7. #26

    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    28,154
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da ranokkioverde Visualizza Messaggio
    se compro da privato pago il 10 % sulla rendita catastale.

    1) E quanto sarebbe la rendita catastale di una cosa comprata su carta 3 anni fa a 100k + spese?

    2) quanto potrei pagare di ici come seconda casa su questa casa che comprero?

    3) PURTROPPO non HO FIGLI MAGGIORENNI!
    1) la R.C. Ŕ indicata sull'atto notarile di compravendita;
    2) la percentuale ICI varia a seconda del comune in cui Ŕ sito l'immobile (Ŕ una tassa locale) e comunque quella sulla seconda casa Ŕ solitamente pi¨ alta e non gode di eventuali agevolazioni sociali.

  8. #27
    ok!

  9. #28

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,618
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ricpast Visualizza Messaggio
    No.
    E' vietato avere la residenza in una casa che non Ŕ la propria dimora.
    direi che Ŕ anche vietato taglieggiare la gente con il 10%

    solo buonsenso eh........

  10. #29

    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    9,524
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ranokkioverde Visualizza Messaggio
    Sto per acquistare una seconda casa al mare, la prima Ŕ al 50% con mia moglie, con la quale ho la comunione dei beni. Oggi sono andato ad informarmi e un conoscente mi ha detto che se io acquistassi una seconda casa dovrei pagare il 10% (oltre alle spese notarili) di tasse. Quindi su una casa di 130k pagherei 13k di tasse e altri 3k di notaio.

    Visto che questo mi sembra un assurditÓ chiedo a voi piu esperti che modo c'e per pagare meno... Mi hanno consigliato di vendere la quota della prima casa che ho con mia moglie a lei, in modo da avere io nulla e lei il 100% della casa a roma.

    Poi di mio comprerei la casa al mare a nome mio e ci farei la residenza...
    insomma una sorta di divisione dei beni. Questo e un caso fattibile?
    In questo caso quanto pagherei oltre al 3% come prima casa per fare questo movimento delle quote???

    Cercate di essere precisi e davvero importante!

    Grazie.
    Citazione Originariamente Scritto da cleopatra758 Visualizza Messaggio
    Quanti avvocati su questo forum Ranokkio, succintamente : l'ipotesi che ti hanno prospettata Ŕ fattibile ed Ŕ infatti adottata nella pratica da molte persone. Giova rilevare che il concetto di "prima casa" Ŕ puramente ai fini fiscali : ovvero, Ŕ indispensabile che l'acquirente - ai fini delle imposte agevolate - non possieda altri immobili sul territorio nazionale neppure per quote, **** proprietÓ etc etc. Il concetto di residenza Ŕ spesso confuso erroneamente con quello di domicilio : in tal caso, sarÓ sufficiente trasferire entro 6 mesi la propria residenza - se necessario - nell'immobile che si intende acquistare come prima casa.
    Frode? Mi sembra una parolona. Se il fisco non vuole essere "frodato", provveda ad attenuare la pressione fiscale e la gente cercherÓ meno cavilli per pagare di meno.
    Ciao Cleo, mi consenti una precisazione che potrebbe essere utile al ranocchietto?
    Per usufruire della agevolazione occorre non possedere altra casa in quel comune, vale a dire che tu puoi possedere anche altre 10 case purchŔ non in quel comune. Quanto alla residenza occorre trasferirla entro 18 mesi, ma non necessariamente in quella casa, Ŕ sufficente in una qualsiasi di quel comune.
    Occorre trasferirla proprio in quella casa se si vogliono detrarre eventuali interessi passivi su mutuo ipotecario.
    Altra cosa importante: non si deve avere giÓ usufruito di agevolazione prima casa per altro immobile; in questa ipotesi ne ha ugualmente diritto se vende la casa su sui ha giÓ usufruito e ne ricompra un altra (quella al mare) entro un anno, ma ha diritto ad un credito di imposta pari alla sua quota (50% con la moglie?).
    Caro ranocchio il discorso Ŕ complicatino, ti consiglio, prima di buttar via soldi, una consulenza da un notaio o un commercialista preparato in questo settore.
    Di nuovo saluti ed un bacio a Cleo, mia principessa

  11. #30

    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    28,154
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da ilgattoelavolpe Visualizza Messaggio
    Ciao Cleo, mi consenti una precisazione che potrebbe essere utile al ranocchietto?
    Per usufruire della agevolazione occorre non possedere altra casa in quel comune, vale a dire che tu puoi possedere anche altre 10 case purchŔ non in quel comune. Quanto alla residenza occorre trasferirla entro 18 mesi, ma non necessariamente in quella casa, Ŕ sufficente in una qualsiasi di quel comune.
    Occorre trasferirla proprio in quella casa se si vogliono detrarre eventuali interessi passivi su mutuo ipotecario.
    Altra cosa importante: non si deve avere giÓ usufruito di agevolazione prima casa per altro immobile; in questa ipotesi ne ha ugualmente diritto se vende la casa su sui ha giÓ usufruito e ne ricompra un altra (quella al mare) entro un anno, ma ha diritto ad un credito di imposta pari alla sua quota (50% con la moglie?).
    Caro ranocchio il discorso Ŕ complicatino, ti consiglio, prima di buttar via soldi, una consulenza da un notaio o un commercialista preparato in questo settore.
    Di nuovo saluti ed un bacio a Cleo, mia principessa
    Ciao, micione! Sicuramente la tua spiegazione Ŕ molto pi¨ esauriente della mia Ho sintetizzato tutto "ferocemente" considerato che non Ŕ possibile considerare "prima casa" tante case sparse in tutta Italia nŔ Ŕ possibile avere la residenza in comuni diversi : in parole povere, il nostro Ranocchietto dovrÓ prendere una decisione

Accedi