Federal Reserve: Yellen, probabilità di una stretta monetaria sono aumentate, focus sulle indicazioni macro
Negli ultimi mesi, le probabilità di un incremento dei tassi di interesse negli Stati Uniti sono aumentate. È quanto ha dichiarato il n.1 della Federal Reserve, Janet Yellen, nel corso del suo intervento al simposio di Jackson Hole, in Wyoming. "Alla luce d...
Mps: nessun cambio di amministratore delegato in vista (Tononi)
Il presidente di Mps Massimo Tononi ha confermato la propria fiducia nell'amministratore delegato Fabrizio Viola, rispondendo alle indiscrezioni riportate dal quotidiano Il Giornale. Tononi definisce le notizie "prive di ogni fondamento" e con...
FCA: stallo con Samsung per cessione Marelli, appuntamento lunedì al Cda di Exor
É stallo nelle trattative tra FCA e Samsung per la cessione di Magneti Marelli, la controllata del Lingotto che fornisce il mondo automotive di prodotti e sistemi ad elevata qualità. I rumors dell'interesse del colosso coreano per Magneti Ma...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #81
    L'avatar di luisepe
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    6,251
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    23 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da rbn Visualizza Messaggio
    io ho compilato l'imu per un famigliare ,casa di abitazione +garage pertinenziale,e ho indicato tutto su un rigo con n.immobili 2 ,acconto,codice 3912,detrazione 100,e per l'importo a debito ho indicato il 50% del totale imu già calcolato sulla base dell'aliquota deliberata dal comune non su quella nazionale,per evitare poi di appesantire troppo la rata saldo di dicembre .
    l'importo a debito è indicato già depurato della detrazione.
    voi avete usato l'aliquota nazionale o già quella deliberata dal vostro comune?

    per un eventuale controllo devi evidenziare tutti i cespiti soggetti a IMU ed ogni cespite ha la sua rendita catastale che lo evidenzia,non ha significato mettere tutto su un rigo a meno che non hanno capienza le detrazioni

  2. Stanco della Pubblicità? Registrati

  3. #82

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    1,283
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    4 Post(s)
    Potenza rep
    29945706
    Citazione Originariamente Scritto da luisepe Visualizza Messaggio
    per un eventuale controllo devi evidenziare tutti i cespiti soggetti a IMU ed ogni cespite ha la sua rendita catastale che lo evidenzia,non ha significato mettere tutto su un rigo a meno che non hanno capienza le detrazioni
    abitazione principale e al massimo due pertinenze non della stessa categoria per forza di cose si devono inserire nello stesso rigo! (ovviamente indicando n. 2 o n. 3 immobili)

  4. #83

    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    3,231
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Buon giorno a tutti.

    Intervengo in questo thread per la prima volta, dopo aver letto tutti i post precedenti.

    Mi è rimasto questo dubbio

    Abitazione principale

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 4 )

    [B]Altri fabbricati//B]

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 7.6 )


    Ho letto che la ripartizione fra Comune e Stato vale solo per l'abitazione principale . E vero?

    Grazie
    Ultima modifica di peterslz; 15-05-12 alle 15:21

  5. #84

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    1,283
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    4 Post(s)
    Potenza rep
    29945706
    Citazione Originariamente Scritto da peterslz Visualizza Messaggio
    Buon giorno a tutti.

    Intervengo in questo thread per la prima volta, dopo aver letto tutti i post precedenti.

    Mi rimasto questo dubbio

    Abitazione principale

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 4 )

    [B]Altri fabbricati//B]

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 7.6 )


    Ho letto che la ripartizione fra Comune e Stato vale solo per l'abitazione principale . E vero?

    Grazie

    il contrario

    per l'abitazione principale e per tutte le pertinenze (fino ad un massimo di tre e NON della stessa categoria) si usa il seguente ed unico codice:

    codice tributo: 3912 (IMU - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA SU ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE - ART. 13, C. 7, D.L. 201/2011 - COMUNE)

    per le seconde case o per i secondi box non saprei

  6. #85

    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    394
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    2335800
    Qualcuno sa dirmi per Roma qual'è l'aliquota definitiva?
    Ultima modifica di LordSamuel; 15-05-12 alle 16:38

  7. #86
    L'avatar di Gigitrend
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    2,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da LordSamuel Visualizza Messaggio
    Qualcuno sa dirmi per Roma qual'è l'aliquota definitiva?
    per la prima casa è il 4x1000

  8. #87
    L'avatar di Gigitrend
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    2,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    e ovviamente per le pertinenze, al massimo due, di categorie diverse (tipo un box ed una cantina)

  9. #88

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    107
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    755521
    Citazione Originariamente Scritto da peterslz Visualizza Messaggio
    Buon giorno a tutti.

    Intervengo in questo thread per la prima volta, dopo aver letto tutti i post precedenti.

    Mi è rimasto questo dubbio

    Abitazione principale

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 4 )

    [B]Altri fabbricati//B]

    Devo usare il solo codice "comune" o anche quello "stato"? con % 50 e 50 (acconto, c'è solo l'aliquota base del 7.6 )


    Ho letto che la ripartizione fra Comune e Stato vale solo per l'abitazione principale . E vero?

    Grazie


    3912: IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze

    3918: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - COMUNE;
    3919: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - STATO.


    Paghi solo al comune con il codice 3912 per l'abitazione principale

    3918 e 3919 per seconde case ecc. in quota 50%.

    Fai attenzione alla detrazione da rapportare fra soggetti "per destinazione" e in base alle rate e al numero immobili da indicare. Chiaramente per l'abitazione principale il numero immobili deve comprendere le eventuali pertinenze ( ossia c2 -c6 - c7). Per il saldo si vedrà
    Ultima modifica di orsakiotto; 16-05-12 alle 18:40

  10. #89

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    107
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    755521
    il nuovo sudoku.......


    Valore imponibile
    Si ottiene incrementando la rendita catastale dell'immobile del 5% (del 25% se trattasi di terreno agricolo), ed utilizzando i seguenti moltiplicatori:
    160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10;
    140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;
    80 per i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/10 e D5;
    60 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D (ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5);
    55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1;
    135 per i terreni agricoli (110 per i gli imprenditori agricoli professionali e i coltivatori diretti).

    Per le aree fabbricabili il valore imponibile è costituito dal valore di mercato dell'area al 1° gennaio 2012.
    Aliquote per il versamento in acconto (scadenza 18 giugno 2012)
    A prescindere dalle aliquote deliberate dal Comune, l'Acconto dell'imposta va calcolato applicando le seguenti aliquote di base stabilite dal decreto-legge 6 dicembre 2011 n° 201 convertito con modificazioni con legge 22 dicembre 2011 n° 214:
    A) Aliquota Abitazione Principale e relative pertinenze: 4 per mille
    Ai fini I.MU. per abitazione principale si intende l'immobile nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

    DETRAZIONE: oltre al beneficio dell'aliquota ridotta, per l'abitazione principale spetta una detrazione annuale di € 200,00 che va divisa per il numero di proprietari residenti nell'immobile e che va rapportata al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione d'uso.
    MAGGIORAZIONE: Per l'anno 2012 la detrazione di € 200,00 è maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unita' immobiliare adibita ad abitazione principale. L'importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l'importo massimo di € 400,00.
    PERTINENZE DELL'ABITAZIONE PRINCIPALE: per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo. Pertanto, se il contribuente possiede pertinenze in numero superiore a quello di cui sopra, pagherà l'imposta calcolandola secondo l'aliquota base del 7,6 per mille.

    N.B.: Esclusivamente per l'anno 2012, l'imposta dovuta per l'abitazione principale e le relative pertinenze può essere versata in 3 rate: la prima, entro il 18 giugno 2012, pari ad un terzo dell'imposta dovuta applicando l'aliquota e le detrazioni base; la seconda, entro il 17 settembre 2012, pari ad un altro terzo dell'imposta dovuta applicando l'aliquota e le detrazioni base; e la terza, entro il 17 dicembre 2012, a saldo dell'imposta totale complessivamente dovuta con conguaglio sulle precedenti due rate.

    B) Aliquota altri immobili: 7,6 per mille
    Per gli immobili diversi dall'abitazione principale e sue pertinenze, l'imposta va calcolata con l'aliquota base del 7,6 per mille. La metà dell'imposta dovuta per tali immobili è riservata allo Stato ed è versata contestualmente all'IMU dovuta al Comune.
    Aliquote per il versamento del saldo (1-17 dicembre 2012)
    In sede di Saldo il contribuente verserà, a conguaglio, le somme ancora dovute calcolate sulla base delle aliquote deliberate dal Comune. N.B.: il pagamento del Saldo, a decorrere dal 1° dicembre 2012, potrà essere effettuato anche tramite apposito bollettino di conto corrente postale.

    CONIUGE DIVORZIATO E/O SEPARATO: contribuente ai fini dell'imposta è esclusivamente il coniuge assegnatario della casa coniugale, in quanto titolare del diritto di abitazione sull'immobile.

    IMMOBILI STORICI: per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'articolo 10 del decreto legislativo n° 42/2004 il valore imponibile è ridotto del 50%.

    IMMOBILI INAGIBILI: per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussitono dette condizioni, il valore imponibile è ridotto del 50%.

    IACP E COOPERATIVE EDILIZIE:
    1. Alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché agli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari va applicata l'aliquota base del 7,6 per mille e spetta, per ogni immobile, la detrazione di € 200,00;
    2. L'imposta relativa agli immobili in questione è versata interamente al Comune in cui è ubicato l'immobile.


    Codici tributo da indicare sul modello F24 per il pagamento dell'IMU (risoluzione dell'Agenzia Entrate n° 35/E)
    3912: IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze - articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011 - COMUNE;
    3913: IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - COMUNE;
    3914: IMU - imposta municipale propria per i terreni - COMUNE;
    3915: IMU - imposta municipale propria per i terreni - STATO;
    3916: IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - COMUNE;
    3917: IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - STATO;
    3918: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - COMUNE;
    3919: IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - STATO.

    L'imposta è divisa in due quote (immobili diversi dall'abitazione principale), una di competenza del Comune in cui è ubicato l'immobile, l'altra di competenza dello Stato. La quota di spettanza dello Stato ammonta al 50% dell'imposta dovuta per gli immobili non adibiti ad abitazione principale e pertinenze della stessa. L'imposta in Acconto relativa ai primi 6 mesi del 2012 va versata entro il 18 giugno 2012, utilizzando esclusivamente il modello F24 approvato con Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate protocollo n° 2012/53906 del 12 aprile 2012.

  11. #90

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    107
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    755521
    E' tutto chiaro??
    Ultima modifica di orsakiotto; 15-05-12 alle 20:59

Accedi