Mps: prende forma il piano Morelli, conversione bond subordinati e aumento più leggero
Il piano di Marco Morelli prende forma e sarà annunciato ufficialmente al mercato il prossimo 24 ottobre. Il punto principale sarà la conversione volontaria delle obbligazioni subordinate, che permetterà alla banca di ridurre l'i...
Petrolio, Goldman Sachs abbassa stime su debolezza domanda. Decisivo meeting Algeria
Non è roseo il futuro del prezzo del petrolio. Questa la sintesi della view di Goldman Sachs che in un report odierno ha abbassato le proprie previsioni sul prezzo dell'oro nero relativamente all'ultimo trimestre dell'anno. Sulle previsioni pe...
Forum di Algeri, Un accordo sulla produzione potrebbe dare il via a un recupero fino a 50 dollari al barile
   Gli occhi del mondo sono puntati su Algeri, che sta ospitando l'International Energy Forum tra i Paesi dell?Opec e la Russia e che si chiuderà domani. La sensazione di molti analisti è che i maggiori Paesi ...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
12 Ultima

  1. #1

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0

    tasso di sconto come utilizzarlo

    sto facendo un progetto per un impianto fotovoltaico,
    Per l'analisi dei flussi di cassa e il calcolo del VAN e tempo ritorno, prendo in considerazione il tasso di interesse del finanziamento, inflazione, aumento costo energia, etc...
    Fra queste cose devo considerare anche il tasso di sconto inteso come costo opportunità del capitale cioè costo sostenuto dall'imprenditore per finanziare l'iniziativa.
    Intendo assumerlo pari al 3%.

    Quello che non capisco è quando utilizzarlo. A logica sembrerebbe da utilizzare solo se il capitale ce lo mette l'imprenditore e non quando c'è il finanziamento della banca perchè c'è già il tasso di interesse.

    Quindi lo andrò a inserire sul calcolo del valore attuale nel caso in cui l'investimento iniziale sia sostenuto dall'imprenditore con i propri soldi e non da un finanziamento. Corretto?

  2. Stanco della Pubblicità? Registrati

  3. #2

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    3,098
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da filippo_m Visualizza Messaggio
    sto facendo un progetto per un impianto fotovoltaico,
    Per l'analisi dei flussi di cassa e il calcolo del VAN e tempo ritorno, prendo in considerazione il tasso di interesse del finanziamento, inflazione, aumento costo energia, etc...
    Fra queste cose devo considerare anche il tasso di sconto inteso come costo opportunità del capitale cioè costo sostenuto dall'imprenditore per finanziare l'iniziativa.
    Intendo assumerlo pari al 3%.

    Quello che non capisco è quando utilizzarlo. A logica sembrerebbe da utilizzare solo se il capitale ce lo mette l'imprenditore e non quando c'è il finanziamento della banca perchè c'è già il tasso di interesse.

    Quindi lo andrò a inserire sul calcolo del valore attuale nel caso in cui l'investimento iniziale sia sostenuto dall'imprenditore con i propri soldi e non da un finanziamento. Corretto?
    adesso non ricordo bene ma dovrebbe essere piu o meno cosi:
    se l'investimento comprende capitale propri e capitale di terzi ( prestiti ecc)
    come tasso di sconto devi utilizzare una media(WACC) tra il costo opportunità ( chiamiamolo b) e tasso dei finanziamenti(chiamiamolo r) tale media deve rispecchiare a struttura finanziaria dell'impresa.

    esempio supponiamo di avere i seguenti flussi di cassa/anno
    100 anno 1
    150 anno 2
    200 anno 3

    VAN= 100/(r+b)^1+150/(r+b)^2+200/(b+r)^3
    se il van del tuo progetto è inferiore al costo che dovresti sostenere per realizzarlo vuol dire che non è un buon progetto viceversa lo è

    PS la formula vale sempre se la struttura del capitale resta immutata durante il periodo dei 3 anni
    PSS il van non è l'unico metodo per valutare la bontà del progetto potresti adoperare anche il metodo dell'IRR

  4. #3
    L'avatar di stenmark
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    9,067
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da filippo_m Visualizza Messaggio
    sto facendo un progetto per un impianto fotovoltaico,
    Per l'analisi dei flussi di cassa e il calcolo del VAN e tempo ritorno, prendo in considerazione il tasso di interesse del finanziamento, inflazione, aumento costo energia, etc...
    Fra queste cose devo considerare anche il tasso di sconto inteso come costo opportunità del capitale cioè costo sostenuto dall'imprenditore per finanziare l'iniziativa.
    Intendo assumerlo pari al 3%.

    Quello che non capisco è quando utilizzarlo. A logica sembrerebbe da utilizzare solo se il capitale ce lo mette l'imprenditore e non quando c'è il finanziamento della banca perchè c'è già il tasso di interesse.

    Quindi lo andrò a inserire sul calcolo del valore attuale nel caso in cui l'investimento iniziale sia sostenuto dall'imprenditore con i propri soldi e non da un finanziamento. Corretto?
    Corretto

  5. #4
    L'avatar di stenmark
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    9,067
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tonyrux Visualizza Messaggio
    adesso non ricordo bene ma dovrebbe essere piu o meno cosi:
    se l'investimento comprende capitale propri e capitale di terzi ( prestiti ecc)
    come tasso di sconto devi utilizzare una media(WACC) tra il costo opportunità ( chiamiamolo b) e tasso dei finanziamenti(chiamiamolo r) tale media deve rispecchiare a struttura finanziaria dell'impresa.

    esempio supponiamo di avere i seguenti flussi di cassa/anno
    100 anno 1
    150 anno 2
    200 anno 3

    VAN= 100/(r+b)^1+150/(r+b)^2+200/(b+r)^3
    se il van del tuo progetto è inferiore al costo che dovresti sostenere per realizzarlo vuol dire che non è un buon progetto viceversa lo è

    PS la formula vale sempre se la struttura del capitale resta immutata durante il periodo dei 3 anni
    PSS il van non è l'unico metodo per valutare la bontà del progetto potresti adoperare anche il metodo dell'IRR
    D'accordo su tutto, ma perché nella formula esprimi la media ponderata dei tassi come somma dei due (r+b)?

  6. #5

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    3,098
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da stenmark Visualizza Messaggio
    D'accordo su tutto, ma perché nella formula esprimi la media ponderata dei tassi come somma dei due (r+b)?
    ho scritto in fretta .....
    wacc= r *(D/K)+ b*(E/K)
    D= valore di mercato del capitale di terzi
    E= valore di mercato del Capitale proprio
    K= valore complessivo del capitale aziendale sostanzialmente K=D+E

    quindi la formula diventa :
    VAN= 100/(Wacc)^1+150/(wacc)^2+200/(wacc)^3

    è giusto cosi ora?
    PS l'ho fatto un po di anni fa
    PSS questa è una versione semplice le cosepossono anche complicarsi di molto

  7. #6
    L'avatar di stenmark
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    9,067
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tonyrux Visualizza Messaggio
    ho scritto in fretta .....
    wacc= r *(D/K)+ b*(E/K)
    D= valore di mercato del capitale di terzi
    E= valore di mercato del Capitale proprio
    K= valore complessivo del capitale aziendale sostanzialmente K=D+E

    quindi la formula diventa :
    VAN= 100/(Wacc)^1+150/(wacc)^2+200/(wacc)^3

    è giusto cosi ora?
    PS l'ho fatto un po di anni fa
    PSS questa è una versione semplice le cosepossono anche complicarsi di molto
    Non ancora
    Il fattore di attualizzazione è 1/(1+WACC)^n

  8. #7

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    3,098
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da stenmark Visualizza Messaggio
    Non ancora
    Il fattore di attualizzazione è 1/(1+WACC)^n
    ah giusto mi sono scordato il fattore

  9. #8
    L'avatar di Loryfab
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    35,527
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    571 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Mi sembra un pò bassino il 3% come fattore di sconto per capitale di rischio....

  10. #9

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da tonyrux Visualizza Messaggio
    adesso non ricordo bene ma dovrebbe essere piu o meno cosi:
    se l'investimento comprende capitale propri e capitale di terzi ( prestiti ecc)
    come tasso di sconto devi utilizzare una media(WACC) tra il costo opportunità ( chiamiamolo b) e tasso dei finanziamenti(chiamiamolo r) tale media deve rispecchiare a struttura finanziaria dell'impresa.

    esempio supponiamo di avere i seguenti flussi di cassa/anno
    100 anno 1
    150 anno 2
    200 anno 3

    VAN= 100/(r+b)^1+150/(r+b)^2+200/(b+r)^3
    se il van del tuo progetto è inferiore al costo che dovresti sostenere per realizzarlo vuol dire che non è un buon progetto viceversa lo è

    PS la formula vale sempre se la struttura del capitale resta immutata durante il periodo dei 3 anni
    PSS il van non è l'unico metodo per valutare la bontà del progetto potresti adoperare anche il metodo dell'IRR
    Grazie per le risposte. Intanto giusto per la cronaca specifico che sono ingegnere e che di matematica finanziaria ci capisco veramente poco. Quindi l'unica risposta che ho capito al 100% è stata quella di Stenmark: corretto.

    La formula che avete messo più o meno l'ho capita, ma facciamo una cosa più semplice.
    Facciamo due casi:
    A 100% capitale proprio;
    B 100% capitale terzi (con tasso interesse r)

    Nel caso A se ho capito bene, basta considerare sui flussi di cassa il tasso di sconto b. Quindi VAk = FCk / (1+b)^k
    VAN = somma VAk - capitale investito.

    Nel caso B mi basta considerare r (per esempio una rata annuale di TOT da togliere al flussi di cassa FCk) oppure devo aggiungere alla fine anche il tasso di sconto?

    A logica direi che che alla fine aggiungo lo stesso tasso di sconto anche per il caso B.

    Però mi sa che sbaglio qualcosa perchè quando imposto su excel le formule per il tasso di sconto secondo la relazione: VAk = FCk / (1+b)^k mi vengono die valori sballati!
    Infatti supponendo FC(25 anni) = 800; b= 0.03; k= 25 anni; mi viene VA = 400 circa. Possibile che mi si dimezzi il flusso di cassa a 25 anni con quel tasso di sconto!?!?


    PS: perchè 3% è poco?

  11. #10
    L'avatar di Loryfab
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    35,527
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    571 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da filippo_m Visualizza Messaggio
    Grazie per le risposte. Intanto giusto per la cronaca specifico che sono ingegnere e che di matematica finanziaria ci capisco veramente poco. Quindi l'unica risposta che ho capito al 100% è stata quella di Stenmark: corretto.

    La formula che avete messo più o meno l'ho capita, ma facciamo una cosa più semplice.
    Facciamo due casi:
    A 100% capitale proprio;
    B 100% capitale terzi (con tasso interesse r)

    Nel caso A se ho capito bene, basta considerare sui flussi di cassa il tasso di sconto b. Quindi VAk = FCk / (1+b)^k
    VAN = somma VAk - capitale investito.

    Nel caso B mi basta considerare r (per esempio una rata annuale di TOT da togliere al flussi di cassa FCk) oppure devo aggiungere alla fine anche il tasso di sconto?

    A logica direi che che alla fine aggiungo lo stesso tasso di sconto anche per il caso B.

    Però mi sa che sbaglio qualcosa perchè quando imposto su excel le formule per il tasso di sconto secondo la relazione: VAk = FCk / (1+b)^k mi vengono die valori sballati!
    Infatti supponendo FC(25 anni) = 800; b= 0.03; k= 25 anni; mi viene VA = 400 circa. Possibile che mi si dimezzi il flusso di cassa a 25 anni con quel tasso di sconto!?!?


    PS: perchè 3% è poco?
    Scusa l'istituto quando prende di tasso finito?

    Si è possibile che si dimezza il flusso, anzi mi sembra anche poco a 25 anni. Comunque su excel c'è la formula VAN()

Accedi