E' il mercato, bellezza! - Pagina 24
Il “morbo insanabile” dell’economia italiana tra squilibrio conti e nuovo rischio recessione
Il crollo del ponte Morandi a Genova come emblema dei mali che attanagliano l’Italia tra debito ai massimi di sempre, equilibrio tra entrate e uscite fuori controllo, crescita in rallentamento …
Edwards (SocGen): recessione entro 6 mesi. Le tre grandi analogie con giugno 2007
Fra sei mesi entreremo in recessione: la previsione nefasta arriva da Albert Edwards di Société Générale il quale evidenzia il cambio di rotta in atto nel mercato obbligazionario statunitense. A …
Trump sogna l?S&P 500 a 3.000 prima di elezioni midterm, possibile cambio toni verso Pechino e UE
Wall Street torna a ruggire con gli indici Usa freschi dei record toccati ieri. L’indice Dow Jones Industrial Average ha riportato ieri il massimo intraday di tutti i tempi salendo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 14222324

  1. #231
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    3,718
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2115 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    18/09/2018 BlackRock scommette long sui BTP

    Un importante assist al mercato dei titoli di stato italiani è arrivato nelle ultime ore da BlackRock, il colosso del risparmio gestito, in particolare dal suo responsabile degli investimenti Scott Thiel, che ha detto che il gigante ha deciso di scommettere long sui BTP, dopo aver fatto puntate short nei primi mesi dell’anno, ed essere passato successivamente a “neutral” .

    Thiel, inoltre – stando a quanto riporta Reuters – ritiene che la carta italiana sia più appetibile rispetto al debito emesso da altri paesi del Sud Europa. “La situazione italiana sembra destinata a un’evoluzione gradita al mercato. A nostro parere, i due partiti sembrano più consapevoli di come applicare le proprie politiche all’interno del mandato europeo”, ha detto. E, guardando allo spread e ai tassi, sembra proprio che il governo M5S-Lega, praticamente, stia riuscendo a convincere alla fine i mercati.

  2. #232
    L'avatar di mirkosalva
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    9,332
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    3775 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Ma che casso dice, ma sa Passera quanti billion vanno mossi per spostare gli indici?!

    In USA hanno Buffett e Bogle che consigliano di comprare indici, e qui invece c'è Passera che dopo essere stato cacciato da ISP ed essere fallito nella sua mai iniziata carriera politica, adesso gestisce spaxs e va un giro a dispensare consigli sugli ETF.
    Ma che vada ben a spazzare i cessi da McDonald, che quello sarebbe il suo lavoro.

  3. #233
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    3,718
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2115 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    19/09/2018 Emergenti, JP Morgan: sell off eccessivo

    Gli analisti di JP Morgan ritengono che il sell off che ha colpito gli asset dei mercati emergenti sia stato eccessivo e che, a questo punto, gli investitori dovrebbero considerare alcune opportunità, presenti in particolare in Cina. A dirlo è stato il ceo della divisione cinese di JP Morgan, Mark Leung.

  4. #234

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    2,417
    Mentioned
    44 Post(s)
    Quoted
    1068 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Grande mercato toro è morto. Fine per liquidità e rendimenti in eccesso”


    “Il grande mercato toro è morto: fine della liquidità in eccesso = fine dei rendimenti eccessivi”: Michael Hartnett, responsabile strategist per gli investimenti di Bank of America Merrill Lynch, posa la pietra tombale sul mercato toro: un mercato toro che è nato qualche mese dopo il crac di Lehman Brothers, di cui in questi giorni si è ricordato il decimo anniversario. La data di nascita si fa risalire al 9 marzo del 2009, giorno in cui il toro ha iniziato a scalpitare, permettendo all’indice S&P 500 di balzare di oltre +300% da quella data.

  5. #235
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    3,718
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2115 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    21/09/2018 Société Générale: recessione entro 6 mesi

    Fra sei mesi entreremo in recessione: la previsione nefasta arriva da Albert Edwards di Société Générale, il quale evidenzia il cambio di rotta in atto nel mercato obbligazionario statunitense. “La preoccupazione più immediata dovrebbe essere quale livello dei rendimenti obbligazionari innescherà un crollo del mercato azionario e se, contro tutte le aspettative, potrebbe verificarsi una recessione fra soli sei mesi di distanza come è avvenuto nel giugno 2007“, ha avvertito Edwards.

    Lo stratega di Société Générale fa quindi dei paragoni netti tra oggi e giugno 2007, quando il mercato obbligazionario era in pieno selloff, i prezzi del petrolio spingevano verso l’alto l’inflazione e i dati sui salari erano solidi. Secondo l’analista in particolare il “brusco” aumento dei rendimenti sulla scia di dati economici più forti mentre le aspettative di inflazione sono rimaste immutate è “stranamente” simile a quello verificatosi a giugno 2007.

    “A quell’epoca le azioni hanno ignorato i segnali e hanno toccato nuovi massimi nell’ottobre del 2007, poche settimane dopo il primo taglio dei tassi da parte della Fed” dice Edwards. “Ma a dicembre, meno di sei mesi dopo il picco dei rendimenti di giugno” – conclude – l’economia americana era entrata in un periodo di recessione”. Da qui il grande interrogativo: “La storia potrebbe ripetersi?”.

  6. #236
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    3,718
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2115 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    21/09/2018 Goldman Sachs taglia outlook su oro

    La divisione di ricerca di Goldman Sachs ha tagliato l’outlook sulle quotazioni dell’oro. Il target a 12 mesi è stato abbassato a $1.325 dai precedenti $1.450 l’oncia, mentre quelli a tre e sei mesi sono ora rispettivamente di $1.250 e di $1.300 all’oncia.

Accedi