Fondi immobiliari 65 - Pagina 86
Outlook shock da hedge fund più ribassista al mondo: dollaro KO, fuga capitali a record anni ’70
Mentre la paura dello shutdown affossa la valuta Usa, portando il Dollar Index al minimo in tre anni, l'AD di Horseman global prevede il peggio.
Esma passa ai fatti: consultazione aperta su restrizione operatività CFD, anche su criptovalute
C?è tempo fino al 5 febbraio per fornire proposte. A rischio anche i Contratti per differenza (CFD) sulle criptovalute?
Piazza Affari all’attacco dei massimi 2015, Atlantia prepara rilancio su Abertis
Prosegue il rally di Piazza Affari con Ftse Mib che prepara l'attacco ai 24.000 punti che porterebbe l'indice sui massimi a quasi 10 anni. Atlantia sarebbe pronta a rilanciare offerta …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
Prima 3676848586

  1. #851
    L'avatar di sissidog
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    11,146
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1011 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    1/2018 17:10 Immobiliare: BnpPReI, investimenti commerciale 2017 a 11,1 mld (+25% a/a)
    MILANO (MF-DJ)--La chiusura dell'anno ha confermato le migliori aspettative per il mercato immobiliare commerciale italiano: con un totale investimenti pari a circa 11,1 miliardi di euro, il 2017 si presenta come il miglior anno di sempre (e in crescita del 25% circa rispetto al 2016). A questo risultato, informa una nota di Bnp Paribas Real Estate Italia, ha contributo un quarto trimestre particolarmente dinamico con volumi pari a 4,2 miliardi di euro, il piu' elevato livello trimestrale mai raggiunto. "I risultati del 2017 testimoniano il consolidamento del trend positivo registrato negli ultimi anni. Si rafforzano i fondamentali del settore con la prospettiva che le dinamiche saranno positive anche per l'anno appena iniziato. Gli investitori rimangono pronti a chiudere operazioni di tipo value add purche' in presenza di specifici elementi quali business plan sostenibili e buona accessibilita'", commenta Cristiana Zanzottera, responsabile dell'ufficio studi di Bnp Paribas Real Estate Italia. La presenza di capitali stranieri - prosegue il comunicato - e' diventata una caratteristica strutturale del mercato immobiliare commerciale italiano: anche nel 2017 il 70% circa degli investimenti e' stato di tipo internazionale. "Nel 2017 abbiamo registrato una crescita rilevante dei capitali europei rispetto all'anno precedente mentre i capitali statunitensi sono rimasti stabili", precisa Zanzottera. Il prodotto Uffici e' stato il maggior contributore ai volumi totali anche nel 2017 con circa 4 miliardi di euro di investimenti (il 35% del totale) in allineamento con la performance del 2016. Segue il settore Retail con investimenti per circa 2,5 miliardi di euro (22% del totale), uno dei livelli piu' alti mai registrati grazie al segmento High Street che da solo rappresenta piu' della meta' dei volumi totali Retail dell'anno e che registra una crescita straordinaria rispetto al 2016 (+170% circa). Ottima performance per il comparto Hotel con transazioni per 1,1 miliardi di euro corrispondenti a un incremento di oltre il 50% sul 2016. Altrettanto positiva la Logistica con un'attivita' che ha raggiunto il totale di 1,2 miliardi di euro (+ 75% circa rispetto al 2016). "Milano continua a dominare la scena confermandosi il mercato piu' liquido del nostro Paese e la meta safe per i new comers e per chi e' alla ricerca di ritorni garantiti a lungo termine", continua Zanzottera. I volumi investiti a Milano nel 2017 sono stati pari a circa 3,6 miliardi di euro in aumento del 17% rispetto al 2016. Da rilevare la crescita esponenziale per l'High Street che raggiunge in citta' quasi un miliardo di investimenti (sul totale Italia pari a circa 1,4 miliardi di euro). Si conferma tuttavia la tradizionale concentrazione dei volumi nel settore Uffici che a Milano rappresenta circa il 60% del totale investito. "A Milano oggi gli investitori nel settore Uffici sono disponibili ad orientarsi su location piu' secondarie ma che offrano ritorni piu' elevati. Questo anche grazie al fatto che le operazioni di riconversione beneficiano dell'elevata domanda di spazi di qualita' da parte di tenants che cercano anche canoni inferiori rispetto a quelli del CBD Duomo", specifica Zanzottera. L'elevata competizione per il prodotto Uffici core nelle zone piu' centrali della citta' continua a scontrarsi con la limitata offerta determinando la stabilita' dei rendimenti netti prime registrata per il CBD Duomo (3,50%). Al contrario nei sottomercati del Centro, Semicentro e Bicocca, il 2017 si e' chiuso con una certa compressione. A Milano anno record anche per il mercato delle locazioni. "In citta' nel 2017 la domanda di spazi Uffici ha trovato un matching piu' adeguato nell'offerta disponibile: gli spazi occupati sono stati pari a circa 354.000 metri quadrati (+ 20% rispetto al 2016). Si tratta del miglior risultato di sempre" continua Zanzottera. La forte domanda per spazi di qualita' nel centro storico di Milano ha determinato la crescita dei canoni prime che sono saliti a 550 _/mq/anno rispetto ai 490 _/mq/anno registrati a chiusura 2016. A Roma gli investimenti sono stati pari a circa 1,2 miliardi di euro (-22% rispetto al 2016) e concentrati nel settore Uffici (per il 73% circa) ma con un'evoluzione decisamente positiva per il settore Hotel. Da sottolineare che l'attivita' leasing di spazi Uffici a Roma ha vissuto un anno eccezionale rispetto al recente passato con un assorbimento pari a circa 218.000 metri quadrati (+60% rispetto al 2016) grazie anche ad una operazione particolarmente rilevante di 43.000 metriquadrati chiusa nell'EUR. Segnale positivo anche per quanto riguarda i canoni prime che, rispetto al 2016, hanno registrato un aumento in tutti i sottomercati della citta' (tranne che in Periferia). com/cce (fine) MF-DJ NEWS 1817:09 gen 2018

  2. #852
    L'avatar di templar
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    2,475
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    553 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Ei1

    Citazione Originariamente Scritto da sissidog Visualizza Messaggio
    non resta che aspettare il resoconto finale, ma la differenza del risultato di EI (meno 2,89%/2,68%) sul comunicato di fine dicembre secondo me lo fa la vendita di queste due caserme, sul parere di congruità mette anche ipotesi di pagamento oltre il 28 febbraio con penale... e se per un motivo qualsiasi le banche non finanziano i compratori????.. hanno fatto ipoteca a favore delle banche o di chi????? comunicati incompleti...
    Poste italiane, "vendute a pensionati senza istruzione quote di un fondo ad alto rischio: restituisca 100mila euro" - Il Fatto Quotidiano


    ( anche Caniggia risulta "inadeguato" per il suo ruolo in ideafimit.... )

  3. #853

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,016
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    479 Post(s)
    Potenza rep
    38718280
    Citazione Originariamente Scritto da templar Visualizza Messaggio
    quando sarà pronto il bilancio definitivo che includerà anche la cessione di due immobili (le caserme di Tivoli e di sala Consilina, per 2,85 milioni di euro alla società Gianicolo Real Estate Prima srl) avvenuta a fine dicembre.
    Non so cosa tocchi; prima leggiamo di vendita a 4,5 mlni adesso ci dicono 2.85 quale delle verità da considerare? Ovviamente 2,85 spiegherebbe la pesante salutazione finale ma risuterebbe scandalosamente una svendita al 50% di quanto valutato solo 6 mesi prima e di immobili ben affittati. Ovviamente da poste, anche visti i precedenti ormai nulla può stupirci. Resta l'ultimo gioiello da definire, il mitico Obelisco che riuscirà a battere tutti i record. In questo confronto anche Caniggia diventa un filantropo benefattore. Forte la cosiddetta casa degli Italliannii

  4. #854
    L'avatar di sissidog
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    11,146
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1011 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da loguru Visualizza Messaggio
    quando sarà pronto il bilancio definitivo che includerà anche la cessione di due immobili (le caserme di Tivoli e di sala Consilina, per 2,85 milioni di euro alla società Gianicolo Real Estate Prima srl) avvenuta a fine dicembre.
    Non so cosa tocchi; prima leggiamo di vendita a 4,5 mlni adesso ci dicono 2.85 quale delle verità da considerare? Ovviamente 2,85 spiegherebbe la pesante salutazione finale ma risuterebbe scandalosamente una svendita al 50% di quanto valutato solo 6 mesi prima e di immobili ben affittati. Ovviamente da poste, anche visti i precedenti ormai nulla può stupirci. Resta l'ultimo gioiello da definire, il mitico Obelisco che riuscirà a battere tutti i record. In questo confronto anche Caniggia diventa un filantropo benefattore. Forte la cosiddetta casa degli Italliannii
    Loguru quello è uno strafalcione della giornalista che ha confuso Rivoli con Tivoli e un valore parziale di 2,85 mil eu con il valore totale della compravendita 4,5 mil eu (come da rogito)

  5. #855

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,016
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    479 Post(s)
    Potenza rep
    38718280
    Citazione Originariamente Scritto da sissidog Visualizza Messaggio
    Loguru quello è uno strafalcione della giornalista che ha confuso Rivoli con Tivoli e un valore parziale di 2,85 mil eu con il valore totale della compravendita 4,5 mil eu (come da rogito)
    Grazie, meno male

Accedi