Fondi H2O - Pagina 176
Triboo chiude 2018 con balzo del 28,8% dell’ebitda, dividendo pari a 0,0696 euro per azione
Redditività in forte crescita per Triboo. Il gruppo attivo nel settore dell?E-Commerce e dell?Advertising digitale, quotato sul mercato MTA e che controlla questa testata tramite Brown Editore, ha chiuso il …
Brexit, cosa aspettarsi dalla sterlina
La Brexit è uno dei temi chiave della settimana. La scadenza del 30 marzo si avvicina, mentre mercoledì 20 ci sarà il terzo voto del Parlamento britannico sul tema: “Questa …
I mercati continuano a salire in attese di accordo USA-Cina e risvolti Brexit
Nella scorsa settimana i mercati azionari mondiali hanno cercato di dimenticare le decisioni prese dalla BCE nell?ultima riunione e tornano a mettere a segno un rialzo dopo l?altro. Si attendono …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1751

    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    499
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    365 Post(s)
    Potenza rep
    11229503
    @riomare08 @andrea64
    Per il momento non si sa quale sia il motivo per il quale multibonds non pubblichi il nav del 5...aspettiamo con fiducia.
    Intanto Allegro pure lui ha R e SR e ha già pubblicato il 5...quindi vediamo...
    Allegro R -0.81
    Allegro SR -0.92
    Praticamente le classi SR secondo Fondidoc (Morningstar non si degna ancora di completare le schede..) sono quotate dal 15/1 quasi di pari passo con la classe R...fino al 30/1 la differenza era +0.04 (su 100) a favore della R ovviamente.
    Nei giorni successivi è successo che nelle discese la R perde di meno e nelle salite la SR guadagna di più.
    Quindi la differenza è passata a 0.68 0.93 0.61 0.71 nei giorni successivi fino al 5...e si vede dal grafico comparativo che la SR scende più velocemente ma sembra anche risalire più rapidamente...
    Ovviamente la SR avendo commissioni più alte non potrebbe superare la R in performance. Però sembra che durante le salite la maggior commissione di performance sulla classe R la penalizzi leggermente, mentre durante le discese la maggiore commissione di gestione sulla SR la penalizzi leggermente.
    A questo punto per capire quale convenga bisogna solo aspettare un tempo ragionevole. Dal mio punto di vista se la differenza annuale rimane contenuta nel tempo nell'ordine di 1-1.50 annuale max allora la SR senza il 5% è sempre da preferire. Ma calcolando che questa differenza si accumula nel tempo potrebbe anche essere che x un periodo lungo la R possa avere la meglio nonostante il 5%...nel senso di recuperare anche il 5% di costo iniziale che comunque è "una tantum"..
    Serve un periodo significativo di osservazione per valutare tutto l'insieme...(cmq la diff. tra I e R è contenuta e ci dà un indizio su quanto potrebbe essere la diff. annuale tra R e SR)

    Tutto il discorso varebbe quindi anche x Multibonds R ed SR...
    La cosa che penalizza SR al momento è la mancanza di pac...che speriamo arrivino presto...se è vero che in discesa si perde leggermente di più basterebbe ogni tanto aggiungere una rata di pac per cercare di tamponare la cosa e riguadagnare nelle risalite, ad esempio...

    In risposta al Vs. quesito mi sembra ovvio che le commissioni in toto vengano applicate giorno x giorno e non annualmente (x dire..) altrimenti si farebbe in tempo a vendere ed evitarle...l'applicazione graduale delle commissioni comporta le differenze di cui sopra...

    Correzione della parte in neretto: facendo il grafico dal 1 al 5 feb risulta che nei 2 giorni successivi SR è salita di più dello 0.32 prima e dello 0.22 poi...quindi bisogna verificare su tempi più lunghi (considerando l'applicazione graduale di commissione di gestione)..ma non è impossibile che nel breve SR abbia migliori prestazioni...
    Ultima modifica di charlie65; 07-02-19 alle 10:31

  2. #1752
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,185
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    979 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    è possibile che due classi differenti dello stesso fondo, a maggior ragione quando ce ne sia una molto grande per AUM e una molto piccola in proporzione, possano avere andamenti leggermente diversi per via dell'inserimento di pesi diversi di determinate operazioni realizzate

    non so se sia questo il caso, ma ricordo che in passato era capitato che un fondo nuovo in classe con commissioni più elevate fosse andato meglio rispetto allo stesso fondo nella classe con commissioni più basse: mi avevano risposto che un titolo acquistato da entrambe con taglio nominale unitario molto elevato aveva fatto sì che nel fondo appena partito ne fosse stata inserita una % sul totale diversa da quella della classe del fondo più vecchia

  3. #1753

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    33
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    7 Post(s)
    Potenza rep
    4509
    Ma che senso ha guardare le variazioni dei fondi ogni giorno ? Secondo me è energia e tempo perso. Se uno ha tutto questo tempo e voglia gli investimenti se li deve fare da solo.Secondo me i fondi si possono confrontare solo a distanza di anni.

  4. #1754
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,185
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    979 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da codi Visualizza Messaggio
    Ma che senso ha guardare le variazioni dei fondi ogni giorno ? Secondo me è energia e tempo perso. Se uno ha tutto questo tempo e voglia gli investimenti se li deve fare da solo.Secondo me i fondi si possono confrontare solo a distanza di anni.
    hai ragione oltretutto trattandosi di fondi molto particolari, al massimo di H2O un investitore ne avrà 4-5% del totale del suo patrimonio (perchè se così non fosse dovrebbe cominciare a farsi venire molti ma molti dubbi)

  5. #1755

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    1,628
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1099 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Bruno Crastes utilizza il suo fondo obbligazionario "H2O Multibonds" per investire in dollari e titoli di stato italiani. I suoi successi lo dimostrano giusto.

    È difficile essere i primi. Ed è ancora più difficile difendere il primo posto. Nel mondo dei fondi, un uomo può rivendicare questo risultato speciale: Bruno Crastes. Il francese gestisce il fondo obbligazionario "H2O Multibonds" da Londra con il suo connazionale Jeremy Touboul .

    Il nome della società H2O è sinonimo di acqua e dovrebbe simboleggiare le proprietà "liquido, trasparente ed essenziale". Ancora più insolito, tuttavia, è il conto corrente del fondo.

    Il 53enne Crastes e il suo collega surclassano tutti i concorrenti. Più recentemente, hanno avuto successo con le obbligazioni in dollari, le obbligazioni italiane e alcune valute dei mercati emergenti altamente volatili .

    Secondo i dati della società di ricerca Scope Analysis, il fondo da € 3,3 miliardi ha sovraperformato tutti i suoi concorrenti per oltre un anno e più di cinque anni, ciascuno con un ampio margine. L'anno scorso, Crastes ha generato un rendimento superiore al 32% (vedi grafico). Al contrario, il gestore obbligazionario medio ha chiuso con una piccola perdita e un indice obbligazionario globale, il benchmark, ha riportato solo il quattro per cento.

    Il raggiungimento di alti guadagni percentuali a due cifre con le obbligazioni nel continuo mondo a basso tasso di interesse è notevole. "Un risultato notevole", afferma Eckhard Sauren, gestore del fondo nella sua gestione patrimoniale. Un risultato simile Nisha lungo, un analista arriva al servizio finanziario di Londra Citywire: "Crastes ha cementato la sua posizione come uno dei migliori nel suo campo, ma a più elevate fluttuazioni del prezzo del fondo rispetto ai prodotti concorrenti."

    Maggiori aumenti temporanei del prezzo delle azioni sono l'unico aspetto negativo nel loro rating altrimenti positivo. Ma dimostrano il vecchio principio: l'alto rendimento è solitamente associato a un rischio più elevato.

    H2O non ha nemmeno dieci anni, ma ha già raccolto 28 miliardi di euro di capitale della clientela. Otto anni fa, il gestore patrimoniale francese Natixis Investment Managers ha acquistato la società, ma ha lasciato che i gestori del fondo continuassero a lavorare nel loro stile. Crastes è piuttosto timido dal pubblico. Lui può permetterselo. "Ha un tale successo che la sua squadra è sopraffatta dai fondi degli investitori", osserva Robert Habatsch, CEO del gestore patrimoniale Greiff Capital Management.

    La domanda dei clienti deve essere rallentata
    Molti gestori patrimoniali sognano solo nuovi investitori e il loro denaro. Sempre più clienti si allontanano dai fondi a gestione attiva, dove commissioni più elevate riducono i profitti. Ma può anche essere un problema se troppi capitali fluiscono in un fondo. Quindi diventa difficile investire in modo redditizio i molti soldi.

    Secondo Sebastian Römer, il capo della divisione fondi Natixis in Germania, la sua casa sta ora rallentando la domanda dei clienti: "Non stiamo più commercializzando, dato che quest'anno anche gli acquirenti fanno pagare una commissione di sottoscrizione dello 0,4%".

    I dirigenti hanno un obiettivo di rendimento annuale del 15 percento. Finora, non hanno avuto problemi a raggiungere questo obiettivo. Tuttavia, riescono solo coraggiosamente a prendere posizione.

    Natixis-Mann Römer spiega come la strategia si adatta alle rispettive tendenze. Il comparto aveva in precedenza posizioni forti negli investimenti in dollari. Crastes crede in ulteriori aumenti dei tassi di interesse statunitensi da parte della banca centrale , una normalizzazione della politica monetaria. Pertanto, vuole guadagnare in futuro sui prezzi in calo dei titoli di stato statunitensi; Rendimenti e prezzi sono nella direzione opposta per le obbligazioni.

    Gran parte del guadagno del fondo ha contribuito all'apprezzamento del dollaro lo scorso anno. "I gestori usano spesso derivati, anche con valute", spiega Römer. Il gioco attivo a tassi di cambio distingue il prodotto multi-bond da molti fondi concorrenti. Anche alcune altre scommesse in valuta estera hanno avuto successo.

    Vinci con la Lira turca
    Gli strateghi H2O, ad esempio, hanno approfittato della forte turbolenza valutaria in alcuni mercati emergenti. Comprarono la lira turca dopo il crollo e approfittarono dei profitti successivi. Hanno anche scambiato il peso messicano con successo.

    Il coraggioso acquisto di titoli di stato italiani è stato ripagato . Inizialmente, i gestori hanno subito perdite. Ma con l'allentarsi della situazione politica, i profitti hanno più che compensato questi tagli di capelli. I prezzi delle obbligazioni sono aumentati in maniera massiccia dall'autunno.

    Ad oggi, il fondo è fortemente coinvolto lì. Crastes ha detto pochi mesi fa ad un evento di opinione: "L'Italia ha inventato la pizza e la Dolce Vita. Seriamente, a volte le parti sono rumorose, ma capiranno che l'Europa è importante e si sta comportando ".

    Le sue discussioni sull'Europa sono a suo parere surriscaldate. Ciò vale anche per Brexit. L'esposizione all'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea è già inclusa nei prezzi.
    Il francese può sentirsi confermato per il momento con la sua rassicurante valutazione. Il profitto del fondo discografico dell'anno scorso è stato seguito da un buon inizio nel 2019: Crastes ha registrato un guadagno di quasi il 4% a gennaio.

    https://www.handelsblatt.com/finanze...hDjhXbtGxI-ap4

  6. #1756

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    130
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    63 Post(s)
    Potenza rep
    1408111
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    è possibile che due classi differenti dello stesso fondo, a maggior ragione quando ce ne sia una molto grande per AUM e una molto piccola in proporzione, possano avere andamenti leggermente diversi per via dell'inserimento di pesi diversi di determinate operazioni realizzate

    non so se sia questo il caso, ma ricordo che in passato era capitato che un fondo nuovo in classe con commissioni più elevate fosse andato meglio rispetto allo stesso fondo nella classe con commissioni più basse: mi avevano risposto che un titolo acquistato da entrambe con taglio nominale unitario molto elevato aveva fatto sì che nel fondo appena partito ne fosse stata inserita una % sul totale diversa da quella della classe del fondo più vecchia
    Grazie per il prezioso chiarimento

  7. #1757
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    4,185
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    979 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    la traduzione ha colto due termini fondamentali:

    - scommesse valutarie

    - coraggioso acquisto tds italiani

    aiuta a capire cosa fanno davvero

  8. #1758

    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    499
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    365 Post(s)
    Potenza rep
    11229503
    Citazione Originariamente Scritto da codi Visualizza Messaggio
    Ma che senso ha guardare le variazioni dei fondi ogni giorno ? Secondo me è energia e tempo perso. Se uno ha tutto questo tempo e voglia gli investimenti se li deve fare da solo.Secondo me i fondi si possono confrontare solo a distanza di anni.
    Infatti non ha alcun senso....vuoi mettere la soddisfazione di controllare la quota dopo 5-6-7-10 anni (e purtroppo anche meno...) e verificare che è scesa del 40-50-60-70-80% quando magari c'era stato un periodo in cui aveva guadagnato anche il 20-30 o forse più e potevi guadagnarci?

  9. #1759

    Data Registrazione
    Aug 2011
    Messaggi
    259
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    137 Post(s)
    Potenza rep
    7010464
    Sapete confermarmi se il 5% di commissione di ingresso va al singolo fondo sottoscritto e non al gestore?

  10. #1760

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    18
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    13 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Secondo il mio gestore va al fondo ..

Accedi