Contributi non pagati totalmente si puo' andare in pensione?
Intesa Sanpaolo: no alla scalata a Generali
Intesa Sanpaolo si sfila dalla partita Generali. Dopo un mese di esame del dossier di scalata al Leone, il management di Intesa Sanpaolo ?non ha individuato opportunità rispondenti ai criteri - di creazione e distribuzione di valore pe...
Generali, nessun assalto dai francesi di Axa: Fusione non porterebbe a nulla
Nessun interesse per Generali, anche perchè una eventuale fusione non porterebbe nulla. Il colosso assicurativo francese Axa ha negato l'esistenza di un piano per scalare il Leone di Trieste: una doccia fredda per chi aveva scommesso sull'iniz...
Banca Mps, Unione Europea chiede altri sforzi: va dimezzata
Nonostante il piano di salvataggio, l?ennesimo, per mettere in sicurezza Mps, il caso non è ancora chiuso. Ora le autorità europee chiedono un piano maggiormente concentrato sulla sostenibilità che preveda anche cessioni de...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1
    L'avatar di spider76
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    14,595
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    351 Post(s)
    Potenza rep
    42949686

    Contributi non pagati totalmente si puo' andare in pensione?

    Un mio conoscente iscritto al R.E.C dal 1975 ha pagato regolarmente i contributi previdenziali I.N.P.S fino all'anno 90-92 non ricordo bene e da allora non ha piu' versato nulla per motivi economici...la persona ha 58 anni e non sa come comportarsi per andare in pensione voi cosa suggerite?io gli ho detto di farsi un prestito personale per saldare il conto... esistono strade migliori da percorrere? adesso avrebbe 33 anni di attivita' +1 di militare con 16-18 anni di contributi pagati...quanto potrebbe andare in pensione e come?
    Ultima modifica di spider76; 18-10-08 alle 21:43

  2. #2
    L'avatar di Eus
    Data Registrazione
    Aug 2002
    Messaggi
    5,358
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    239 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    con 18 anni di contributi e 58 di età non può chiedere la pensione di anzianità. Il buco lasciato alle spalle, trattandosi di lavoratore autonomo, non può essere nemmeno riscattato (se non per motivi eccezionali previsti dalla legge).
    Può solo accedere alla pensione di vecchiaia a 65 anni con i contributi maturati!

  3. #3
    L'avatar di spider76
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    14,595
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    351 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Eus Visualizza Messaggio
    (se non per motivi eccezionali previsti dalla legge).
    Quali? comunque l'I.N.P.S gli manda i contributi da pagare con le more quindi come dovrebbe comportarsi? gli conviene pagare...oppure lasciare tutto come si trova? e nel caso pagasse gli arretrati fino a quando potrebbe convenire? anche perche' dopo prenderebbe i suoi stessi soldi percependo una pensione un po piu' alta?...(ma cosi facendo dovrebbe pagare sia le more sia gli interessi di un eventuale prestito e non so se ne varrebbe la pena)la differenza di quanto potrebbe essere se fossero 18 anni anziche 35 anni di contributi?la meta' di quanto gli dovrebbe aspettare di meno o di piu'.

  4. #4

    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    235
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    4682040
    Credo che l'INPS possa richiedere i contributi, con multe, more ecc. dei 5 anni precedenti e non oltre, almeno nel caso di un mio colllega e' stato così.

Accedi