Eurozona: Commissione Ue lima le previsioni. Nel 2016 crescerà dell'1,6%, meno dell'anno scorso
Tenere la rotta fra rischi elevati. Questo il titolo dato dalla Commissione europea alle sue previsioni economiche di primavera, suggerendo uno scenario di maggiori sforzi e impegno per mantenere dritta la barra della crescita di fronte alle aument...
BpVi: Atlante pronto a cambiare il management, crescono i timori su Veneto Banca
Il flop dell'aumento di capitale e lo stop di Borsa Italiana alla quotazione della Popolare di Vicenza si sentono ancora a Piazza Affari, dove le vendite si stanno abbattendo sui titoli del comparto bancario. Il mercato inizia a temere che anche l'...
Technogym scatta al debutto, anche Fiorello (video) in Borsa a spingere la wellness company
Debutto sprint per Technogym a Piazza Affari. Il titolo della wellness company cesenate, nonostante il momento difficile sui mercati, segna nel primo giorno di quotazione un forte balzo in avanti con quotazioni in rialzo dell'8,8% a 3,536 euro dopo...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
12 Ultima

  1. #1
    L'avatar di bluck
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    113,785
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    19 Post(s)
    Potenza rep
    42941096

    dividendi titoli esteri

    chiedo se è solo per il sanpaolo oppure è cambiata la normativa
    sui dividendi sui titoli esteri...
    in questi giorni stanno per essere addebitati i c/c per
    ricalcolo dei dividendi sui titoli esteri percepiti nell'anno 2001

    in poche parole il 12,5 veniva applicato sul netto e non sul lordo
    della tassazione del paese d'origine...

    è un altro errore del sanpaolo oppure è cambiata la normativa?

    grazie!!!

  2. #2

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    46,665
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Che io sappia, il 12.5% si applica sul dividendo già decurtato dalla ritenuta fiscale prevista per i non residenti nel paese di origine (fiscalmente: si applica il 12.5% sul "netto frontiera").

    Ogni giorno ne salta fuori una nuova.....crecherò di documentarmi.

    Giro la domanda anche ad Elacorte.

  3. #3

    Data Registrazione
    Jun 2001
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    6541841

    x Volt

    quest'anno è un casino con i RAD esteri:
    due banche usano procedure differenti per lo stesso titolo.

    Farò riferimento alla numerazione degli spazi sui RAD:
    1 = n.ro azioni
    2 = Div unit
    3 = Div compl eccetera

    AD ESEMPIO AZIONE SAP AG (ritenuta estera 26.37% su div lordo e credito spettante 15%; dividendo unitario 0.58) N.ro 100 azioni

    SAN PAOLO IMI SPA
    casella 1 (n.ro az.) 100
    casella 2 (div.unit) 0.58
    casella 3 (div compl) 58.00
    casella 4 (al.rit) 12.50
    casella 5 (imp.rit.) 7.25
    casella 6 (div.netto) 35.45
    casella 9 58.00
    casella 10: imp. est(26.375%) 15.30 cred.spett (15%) 8.70


    MONTE PASCHI SIENA
    casella 1 (n.ro az.) 100
    casella 2 (div.unit) 0.427
    casella 3 (div compl) 42.70
    casella 4 (al.rit) 12.50
    casella 5 (imp.rit.) 5.34
    casella 6 (div.netto) 37.36
    casella 9 58.00
    casella 10: ritenuta estera 26.375% su divid. lordo 58.00




    a parte il casino riferito, chiedo a chi mi può dare lumi, per i titoli esteri come questi, come posso comporre la scheda utile da inserire nell'UNICO, cioè

    1 - cosa devo indicare come imponibile complessivo (la somma di quali caselle??- le n.ro 3??)
    2 - quali ritenute devo indicare (nel caso SAP 26.375%= E 15.30 ?? oppure il 15% = E 8.70??? oppure la somma di tutti e due???????????)

    3 - quale è il recupero di imposta da riportare avanti ???

  4. #4
    L'avatar di patatriglia
    Data Registrazione
    Mar 2002
    Messaggi
    223
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    915073
    Caro Volt, la normativa non è cambiata, effettivamente è ancora così: la ritenuta "italiana" del 12,5% deve essere applicata sui redditi (cedole, dividendi o rimborsi) ricevuti dalla SIM / Banca italiana.

    Questi redditi sono ricevuti già al netto della ritenuta locale, applicata dal depositario estero.

    La doppia imposizione si risolve richiedendo il rimborso all'Erario estero della ritenuta pagata (bisogna compilare un apposito form).

    Il casino in questi tempi è invece la tassazione dei redditi US, per i quali l'intermediario deve compilare i vari moduli 1042/1042S e fare una serie di attività per certificare che tali redditi non sono stati percepiti da cittadini US (per i quali si applica una ritenuta del 30%).....

    ....che vita difficile al giorno d'oogi!



  5. #5
    L'avatar di Marcolino
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    23,459
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Riporto da fineco in riferimento agli ETF

    Dividendi
    I dividendi incassati dal fondo per le azioni in portafoglio vengono distribuiti periodicamente al netto delle spese sostenute dal fondo

    Qui allora è la stessa cosa o addirittura più complessa ad esempio investendo sul NASDAQ 100 - QQQ.

    A tale propostito sapete indicarmi un sito con gli stacchi deli dividendi del NASDAQ 100

    Ciao a tutti e buona giornata

  6. #6

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    46,665
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Scritto da 38
    quest'anno è un casino con i RAD esteri:
    due banche usano procedure differenti per lo stesso titolo.

    Lo uppo, mi era sfuggita la cosa: da sistemare per bene.

  7. #7

  8. #8

    Data Registrazione
    Apr 2002
    Messaggi
    184
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859008
    Al fine di far ottenere l'agevolazione ( si fa per dire ) del pagamento del 15% anzichè del 30% a titolo di ritenuta sulle plusvalenze dei Titoli Usa, Imiweb Bank fa sottoscrivere ai suoi clienti il modello "W8BEN".

    Saluti

  9. #9

    Data Registrazione
    Apr 2002
    Messaggi
    97
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    35

    Risoluzione 104/E del 3/7/01

    Per chiarimenti richiesti da intermediari, il ministero delle finanze comunica con la risoluzione chiarificativa indicata, che l'imponibile a cui assoggettare l'imposta sarebbe il lordo pagato dalla società estera e non l'importo "franco frontiera" già netto delle imposte applicate dallo stato estero.

  10. #10
    L'avatar di yaris
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    1,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    34464375
    nella dichiarazione dei redditi 730 occorre indicare sempre nel rigo D3 redditi l'importo lordo del dividendo estero percepito, nel rigo D3 ritenute l'importo del 12,50% pagato sul netto frontiera, nel rigo F8 1 riportare il totale dei dividendi esteri lordi, nel rigo F8 2 indicare l'importo massimo che lo stato permette di detrarre sulle ritenute pagate nel paese estero (es. Francia e Germania 15%).
    per la differenza tra quanto pagato all'estero e il max detraibile occorre fare richiesta direttamente allo stato estero ( e capite che se non si tratta di un importo elevato non ne vale la pena)
    ciao.

Accedi