Suddivisione eredità se tutti gli eredi testamentari sono deceduti
Del Vecchio al vetriolo contro Messina: su Generali come ragazzino al bar. L’ad di Intesa non ci sta
Durissimo botta e risposta tra Leonardo Del Vecchio e Carlo Messina. Il patron di Luxottica e azionista di Generali Assicurazioni è intervenuto oggi sul tentativo di affondo di Intesa verso la compagnia assicurativa definendo il comportamento ...
Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce
L'inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l'inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a...
Da Fitch downgrade su banche italiane. In Europa balzano UBS e RBS dopo conti, male Barclays
Giornata piena di novità per le banche italiane e non. Nel pieno della stagione degli utili, in Europa vengono diffusi i risultati di bilancio del primo trimestre del calibro di UBS, Royal Bank of Scotland e Barclays. Sul fronte italiano, Fitc...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    542
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    15375764

    Suddivisione eredità se tutti gli eredi testamentari sono deceduti

    E' recentemente deceduta una anziana cugina di mia madre.
    Oltre 20 anni fa essa aveva redatto un testamento. In tale data le sue parenti viventi pù prossime erano 4 cugine, una delle quali mia madre.
    Nel testamento aveva lasciato tutti i suoi beni a solo 2 delle 4 cugine, 50% ciascuna, una delle 2 eredi testamentarie era mia madre.
    Alla data di decesso della testamentaria (il mese scorso) tutte le 4 cugine risultano già decedute da anni, ma ciascuna delle 4 ha lasciato 1 figlio vivente (tra questi, io).
    Il notaio ci ha chiesto tempo per definire come procedere.
    Mi pare di capire che non vale il principio di rappresentazione, per cui la quota di mia madre (50%) non passa a me.
    Quindi cosa succede ?
    Passa tutto allo stato ?!
    Oppure il tutto viene ripartito per capi tra i 4 parenti viventi - figli di cugini ?
    Grazie

  2. #2
    L'avatar di FrankB
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    17,996
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Io credo che i successori delle due cugine beneficiarie subentrino nei diritti.

  3. #3
    L'avatar di PiVi1962
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,886
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    220 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Le quattro persone che citi hanno grado di parentela 5 rispetto alla de cuius, quindi l'eredità non andrà allo stato.

    Probabilmente il notaio cercherà di stabilire se erediteranno tutti e quattro (cosa che credo più probabile, applicando la successione legittima), o solo i due figli delle persone nominate nel testamento: la cosa potrebbe dipendere da come è stato redatto parola per parola il testamento.

    Il post è interessante perché ci ricorda che si può anche prevedere, nel proprio testamento, che cosa debba succedere nel caso in cui il nominato non possa o non voglia accettare l'eredità.

  4. #4

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,534
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    12 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da FrankB Visualizza Messaggio
    Io credo che i successori delle due cugine beneficiarie subentrino nei diritti.
    No Frank, il diritto di rappresentazione non vige per i cugini.
    Come dicevano altri, se il testamente prevede il caso di premorienza delle due eredi designate, si segue il testamento; in caso contrario, l'eredità va a tutti e soltanto a quei parenti che condividono il grado di parentela più prossimo col de cuius.

    Allego una tabella esplicativa dei gradi di parentela meno prossimi.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate -tabella-parentela-completa.jpg  

  5. #5

    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    521
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    8 Post(s)
    Potenza rep
    10187223
    Io la penso come FrankB, solo nel caso che il testamento sia nullo allora l'eredità andrebbe a tutti e soltanto a quei parenti che condividono il grado di parentela più prossimo col de cuius

  6. #6

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,534
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    12 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Selvag60 Visualizza Messaggio
    Io la penso come FrankB, solo nel caso che il testamento sia nullo allora l'eredità andrebbe a tutti e soltanto a quei parenti che condividono il grado di parentela più prossimo col de cuius
    Ti esorto allora a smettere da oggi di pensarla come chichessia. La legge è molto chiara su questo punto:

    Articolo 468. Soggetti.

    La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli legittimi, legittimati e adottivi, nonché dei discendenti dei figli naturali del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto.
    I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato all'eredità della persona in luogo della quale subentrano , o sono incapaci o indegni di succedere rispetto a questa.

    (L'articolo è stato dichiarato costituzionalmente illegittimo con sentenza n. 79 del 1969 «limitatamente alla parte in cui esclude dalla rappresentazione il figlio naturale di chi, figlio o fratello del de cuius, non potendo o non volendo accettare, non lasci o non abbia discendenti legittimi»).

    Quindi, nel caso di specie (cugini) non vige la rappresentazione. Discorso chiuso.

  7. #7
    L'avatar di rosebud26
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    1,902
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    320 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Esattamente!
    La rappresentazione vale solo se il primo chiamato che non può o non vuole accettare è figlio o fratello del de cuius.

    Prima si vede se c'è "sostituzione" ossia se il cuius ha previsto qualcosa in caso di premorienza dell'erede. Ma ti non ne parli.
    Poi si vede se c'è "rappresentazione", ma nel tuo caso non c'è.
    Infine di passa all'accrescimento delle quote degli altri eredi.

    Se ho ben compreso però qui sono morti prima del de cuius tutti i soggetti indicati nel testamento, giusto?
    Se è così si devolve per legge al parente più vicino.
    Nel caso di specie siete tutti alla pari.

Accedi