Mps: manca ancora l'ok Bce al piano, titolo crolla in Borsa in attesa degli stress test
Inizio di settimana shock a Piazza Affari per il Montepaschi a pochi giorni dalla pubblicazione degli stress test da parte dell'Eba che evidenzieranno le fragilità della banca senese. Nel frattempo non è ancora arrivato il via libera da parte della...
Nintendo: L'effetto di Pokemon Go potrebbe essere giunto al capolinea
E' il fenomeno dell'estate, forse dell'intero 2016. La Pokemon-mania ha portato le azioni Nintendo a realizzare un rally di tutto rispetto grazie al videogioco per smartphone Pokemon Go. Un incremento del valore dell'azione del 110% in po...
Settore Oil: prossima settimana trimestrali delle major, analisti vedono seconda metà 2016 al ribasso
Prosegue il graduale ribasso delle quotazioni del greggio, nonostante il dato positivo relativo alle scorte Usa di mercoledì, che ha concesso una breve pausa al movimento di correzione. Dal punto di vista tecnico le quotazioni del Brent si ...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
123 Ultima

  1. #1
    L'avatar di pipinobreve
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    496485

    ditta individuale vs srl unipersonale

    qualcuno che, come me, è passato per la decisione tra ditta individuale ed srl unipersonale, può per caso riepilogarmi punto punto tutte le differenze (soprattutto quelle relative ai costi di costituzione/gestione e fiscali come iscrizione e gestione inps e tasse).
    credo di aver colto gli aspetti generali con vantaggi e svantaggi dell'una e dell'altra, ma non mi è ancora chiaro la differenza dei costi di gestione e tassazione tra le due.
    grazie.

  2. Stanco della Pubblicità? Registrati

  3. #2

    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    333
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    I costi di costituzione e gestione sono favorevoli alla ditta individuale (0 spese di costitutizione srl circa 2000 euro / diritto camerale 90 € contro i 200 per le srl / bilancio della ditta individuale non obbligatorio ma solo registri iva / obbligo redazione e deposito bilancio srl almeno 1.500 euro l'anno) per quanto riguarda la gestione inps è uguale gestione commercianti 2900 euro l'anno minimo aliquota 20,09%) per le tasse la ditta individuale se non scegli regimi agevolata viene tassata l' irpef su persona fisica 23% minimo e poi a scaglioni / srl imposta sulle società 33%, con la srl maggiori vantaggi sugli ammortamenti).
    La tutela giuridica in caso di Srl unipersonale è a responsabilità patrimoniale illimitata come la ditta individuale.
    Che attività devi svolgere ?

  4. #3
    L'avatar di pipinobreve
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    496485
    grazie per la pronta e chiara risposta andrea.
    dunque, per quanto riguarda l'attività, avrei necessità di abbracciarne più di una.
    l'attività "core" è la rivendita, principalmente negli stati uniti, di prodotti per arredamento (io compro da fornitori italiani e rivendo a clienti finali o rivenditori americani).
    in seconda battuta avrei però necessità di inserire ad "oggetto sociale" anche alcune attività di e-commerce (come ad esempio la vendita di ceramiche artistiche).
    sarebbe utile poter avere un oggetto sociale "flessibile" che non mi impedisca di aggiuungere eventuali altre attività in seguito, ma non sò se sia possibile anche se le "altre attività" non sono in realtà ancora operative.

  5. #4
    L'avatar di pipinobreve
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    496485
    Citazione Originariamente Scritto da andrea3079 Visualizza Messaggio
    I costi di costituzione e gestione sono favorevoli alla ditta individuale (0 spese di costitutizione srl circa 2000 euro / diritto camerale 90 € contro i 200 per le srl / bilancio della ditta individuale non obbligatorio ma solo registri iva / obbligo redazione e deposito bilancio srl almeno 1.500 euro l'anno) per quanto riguarda la gestione inps è uguale gestione commercianti 2900 euro l'anno minimo aliquota 20,09%) per le tasse la ditta individuale se non scegli regimi agevolata viene tassata l' irpef su persona fisica 23% minimo e poi a scaglioni / srl imposta sulle società 33%, con la srl maggiori vantaggi sugli ammortamenti).
    La tutela giuridica in caso di Srl unipersonale è a responsabilità patrimoniale illimitata come la ditta individuale.
    Che attività devi svolgere ?
    ricordavo di aver letto che, in caso di conferimento a capitale sociale dei 10.000 euro necessari per la costituzione, la responsabilità fosse limitata a differenza della ditta individuale dove la responsabilità è comunque e sempre illimitata..mi confermi che in realtà non è così ma anche per la srl unipersonale vige sempre e comunque la responsabilità patrimoniale illimitata?

  6. #5

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da andrea3079 Visualizza Messaggio
    I costi di costituzione e gestione sono favorevoli alla ditta individuale (0 spese di costitutizione srl circa 2000 euro / diritto camerale 90 € contro i 200 per le srl / bilancio della ditta individuale non obbligatorio ma solo registri iva / obbligo redazione e deposito bilancio srl almeno 1.500 euro l'anno) per quanto riguarda la gestione inps è uguale gestione commercianti 2900 euro l'anno minimo aliquota 20,09%) per le tasse la ditta individuale se non scegli regimi agevolata viene tassata l' irpef su persona fisica 23% minimo e poi a scaglioni / srl imposta sulle società 33%, con la srl maggiori vantaggi sugli ammortamenti).
    La tutela giuridica in caso di Srl unipersonale è a responsabilità patrimoniale illimitata come la ditta individuale.
    Che attività devi svolgere ?
    Citazione Originariamente Scritto da pipinobreve Visualizza Messaggio
    grazie per la pronta e chiara risposta andrea.
    dunque, per quanto riguarda l'attività, avrei necessità di abbracciarne più di una.
    l'attività "core" è la rivendita, principalmente negli stati uniti, di prodotti per arredamento (io compro da fornitori italiani e rivendo a clienti finali o rivenditori americani).
    in seconda battuta avrei però necessità di inserire ad "oggetto sociale" anche alcune attività di e-commerce (come ad esempio la vendita di ceramiche artistiche).
    sarebbe utile poter avere un oggetto sociale "flessibile" che non mi impedisca di aggiuungere eventuali altre attività in seguito, ma non sò se sia possibile anche se le "altre attività" non sono in realtà ancora operative.
    sarà anche pronta e chiara la risposta, ma l'amico Andrea è rimasto indietro un paio d'anni (oppure ha gogolato una pagina vecchia ).
    Già dal 1/1/2008 i'ires è scesa dal 33% al 27,5%, così ...... tanto per la precisione e la solita raccomandazione di prendere con le molle i consigli "specialistici" che vengono dati su Fol

    p.s.: mi piacerebbe sapere anche quali sono i vantaggi sugli ammortamenti fiscali.

  7. #6
    L'avatar di pipinobreve
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Messaggi
    194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    496485
    Citazione Originariamente Scritto da recycling Visualizza Messaggio
    sarà anche pronta e chiara la risposta, ma l'amico Andrea è rimasto indietro un paio d'anni (oppure ha gogolato una pagina vecchia ).
    Già dal 1/1/2008 i'ires è scesa dal 33% al 27,5%, così ...... tanto per la precisione e la solita raccomandazione di prendere con le molle i consigli "specialistici" che vengono dati su Fol

    p.s.: mi piacerebbe sapere anche quali sono i vantaggi sugli ammortamenti fiscali.
    grazie per l'importante precisazione recycling.
    sicuramente l'aiuto del fol mi servirà per avere un'idea su dove direzionarmi e quindi approfondirò con un commercialista o associazione.
    tuttavia non ho ancora ben capito quali siano le differenze sostanziali.
    possibile non ci sia qualcuno che è passato (magari di recente viste le novità) per lo stesso dilemma?
    grazie.

  8. #7

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da pipinobreve Visualizza Messaggio
    ricordavo di aver letto che, in caso di conferimento a capitale sociale dei 10.000 euro necessari per la costituzione, la responsabilità fosse limitata a differenza della ditta individuale dove la responsabilità è comunque e sempre illimitata..mi confermi che in realtà non è così ma anche per la srl unipersonale vige sempre e comunque la responsabilità patrimoniale illimitata?
    no non è così, se vengono seguite le giuste procedure, se l'atto costitutivo è fatto bene, se non vengono compiuti reati fallimentari e o societari dall'unico socio amministratore, se il capitale sociale è stato versato al 100%, se il socio unico è stato iscritto presso apposita sezione della camera di commercio, la responsabilità è limitata al capitale sociale.

  9. #8

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    vantaggi della SRL UNIPERSONALE

    Il vantaggio della SRL uni-personale (cioè costituita con un solo socio) essenzialmente consiste nella possibilità che viene data a tutti i singoli imprenditori di godere delle agevolazioni previste per le società senza però doverne condividere con altri soci diritti e doveri. E’ possibile così limitare la responsabilità patrimoniale al solo capitale sociale che è stato conferito nella società da un solo e singolo socio.

    La costituzione di un SRL uni-personale non presenta particolari problemi: la si costituisce attraverso un atto unilaterale davanti al notaio esattamente come una società “normale” e acquista la personalità giuridica (cioè diventa un soggetto autonomo) con l'iscrizione a cura del notaio nel registro delle imprese.

    Il capitale sociale minimo è di 10.000 Euro e deve essere interamente versato fin dal momento della costituzione in una unica soluzione ( nelle SRL “normali” si devono versare subito solo 2.500 Euro).

    In ogni caso l'elemento più importante per la costituzione di tale tipo di società è rappresentato dal beneficio della responsabilità limitata. Attraverso la netta separazione tra i beni personali e quelli propri della società, il socio unico può operare con la consapevolezza di rischiare solo il patrimonio investito per l’impresa. La SRL può anche diventare uni-personale nel momento in cui viene a mancare, in una SRL costituita “normalmente”, la pluralità dei soci e questa non viene ricostituita.

    A tutela dei terzi sono previste forme di pubblicità legale leggermente diverse dalla “normale” SRL come ad esempio l’obbligo di depositare presso la camera di commercio una dichiarazione contenente l'indicazione del nome e cognome, data e luogo di nascita, domicilio e cittadinanza dell'unico socio. Inoltre la società è obbligata ad indicare negli atti e nella corrispondenza che la stessa appartiene ad un unico socio.

    Sotto l'aspetto fiscale e contabile nulla cambia rispetto alle regole dettate per la SRL “pluripersonale”. Inoltre è possibile attribuire un compenso all’unico socio per l'opera prestata con funzione di amministratore, come d'altronde accade per le “normali” SRL.



    Si tratta quindi di uno strumento societario molto utile del quale può essere molto interessante sfruttarne le relative potenzialità.

  10. #9

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    La Srl unipersonale
    La responsabilità per le obbligazioni sociali


    La responsabilità per le obbligazioni della Srl è illimitata per il socio unico solo quando la Srl unipersonale si trova in una situazione di insolvenza, e si verifica inoltre una delle seguenti condizioni:

    1) i conferimenti non sono stati effettuati al 100%;
    2) la pubblicità non è stata effettuata ai sensi dell'art. 2470 c.c., comma 4 (che prevede l'iscrizione nel registro delle imprese della dichiarazione contenente i dati dell'unico socio).

    La precedente disciplina (vecchio art. 2475 c.c., comma 3), che consentiva la costituzione della Srl in modo unilaterale, prevedeva (vecchio art. 2362 c.c.) che la responsabilità era illimitata per il socio unico in qualsiasi caso, ossia senza la condizione dei conferimenti inferiori al 100%, o della mancata pubblicità.

    Si tratta, come è evidente, di un enorme vantaggio rispetto al passato, essendo ora libero il socio unico dai rischi conseguenti al cattivo andamento degli affari della Srl, che nel precedente regime comportavano la conseguenza di dover sopportare con il proprio patrimonio le richieste dei creditori sociali.

    In conclusione, se in precedenza lo svolgimento di un'attività economica attraverso la Srl unipersonale non assicurava il vantaggio tipico delle società di capitali, ossia la limitazione della responsabilità per le obbligazioni sociali, ora tale vantaggio è garantito dalla legge, a condizione però di rispettare la disciplina codicistica, che prevede il versamento al 100% dei conferimenti in denaro, e l'iscrizione nel registro delle imprese della dichiarazione contenente i dati del socio unico.


    Autore: Massimiliano Di Pace
    Fonte: Pmi - Ipsoa Editore

  11. #10

    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ho fatto alcune "gogolate" per darti conferma e tranquillità riguardo al mio post precedente

Accedi