Spese condominiali: Cassa o Competenza?
Intesa Sanpaolo: no alla scalata a Generali
Intesa Sanpaolo si sfila dalla partita Generali. Dopo un mese di esame del dossier di scalata al Leone, il management di Intesa Sanpaolo ?non ha individuato opportunità rispondenti ai criteri - di creazione e distribuzione di valore pe...
Generali, nessun assalto dai francesi di Axa: Fusione non porterebbe a nulla
Nessun interesse per Generali, anche perchè una eventuale fusione non porterebbe nulla. Il colosso assicurativo francese Axa ha negato l'esistenza di un piano per scalare il Leone di Trieste: una doccia fredda per chi aveva scommesso sull'iniz...
Banca Mps, Unione Europea chiede altri sforzi: va dimezzata
Nonostante il piano di salvataggio, l?ennesimo, per mettere in sicurezza Mps, il caso non è ancora chiuso. Ora le autorità europee chiedono un piano maggiormente concentrato sulla sostenibilità che preveda anche cessioni de...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1
    L'avatar di Nikkei
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    4,010
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949684

    Spese condominiali: Cassa o Competenza?

    Ho acquistato un immobile, in cui le spese condiminiali risultavano tutte pagate.

    Adesso, è arrivata la fattura di un avvocato per un contenzioso avuto col vecchio proprietario, e il condominio ha saldato a fine 2008.

    Il contenzioso è avvenuto anni fa, quindi fuori dai due esercizi di cui io, come nuovo proprietario, dovrei farmi carico.
    Ma l'avvocato ha saggiamente aspettato a inviare la fattura, ben sapendo che il vecchio proprietario non l'avrebbe pagata e che ne sarebbe scaturito un nuovo contenzioso.

    Adesso, fra me e l'amministratore nasce questa diatriba: lui sostiene che le spese vadano per principio di cassa. Fattura pagata nel 2008, io sono proprietario, la addebita a me.
    Io sostengo che debba essere considerata anche la competenza: attività del 2005, fuori dalla mia competenza, e che debba essere o richiesta al vecchio proprietario (che però è fallito, non si tirerà mai un euro), o spalmata nelle spese condominiali generali.

    Voi come la vedete?

    Ci sarà qualche argomento al riguardo nel codice...

    Ciao

    Nikkei

  2. #2
    L'avatar di arimiao
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    1,132
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    se nn erro il nuovo proprietario è solidalmente responsabile con il vecchio, per questo si chiede sempre la certificazione che sia stato tutto saldato e a volte si trattengono dei soldi in cauzione per i pagamenti non ancora estinti.
    Però vado a memoria, penso che sia tranquillamente verificabile sul cc

  3. #3

    Data Registrazione
    Jun 2000
    Messaggi
    1,314
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    8 Post(s)
    Potenza rep
    9753573
    controlla che nell'atto di vendita non sia la seguente clausola:

    b) Il promittente venditore garantisce inoltre che in relazione all’unità immobiliare promessa in
    vendita sita nel condominio di ………………… via ………………… n. ………. Amministratore ……………..
    con studio in ……………………. Tel. ……………………, non sussistono alla data del presente atto debiti
    per le precedenti gestioni e i pagamenti per la gestione in corso sono regolari e si impegnano a produrre idonea dichiarazione liberatoria sottoscritta dall’amministratore del condominio
    contestualmente alla data della stipula del rogito, attestante che tutte le spese condominiali
    fino alla data di consegna sono già state pagate.

    ciao

  4. #4
    L'avatar di Nikkei
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    4,010
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da solleone Visualizza Messaggio
    controlla che nell'atto di vendita non sia la seguente clausola:

    b) Il promittente venditore garantisce inoltre che in relazione all’unità immobiliare promessa in
    vendita sita nel condominio di ………………… via ………………… n. ………. Amministratore ……………..
    con studio in ……………………. Tel. ……………………, non sussistono alla data del presente atto debiti
    per le precedenti gestioni e i pagamenti per la gestione in corso sono regolari e si impegnano a produrre idonea dichiarazione liberatoria sottoscritta dall’amministratore del condominio
    contestualmente alla data della stipula del rogito, attestante che tutte le spese condominiali
    fino alla data di consegna sono già state pagate.

    ciao
    L'acquisto è avvenuto in asta e quindi non c'è un atto di vendita, ma un atto del tribunale che assegna la proprietà nelle condizioni in essere.
    Ma diciamo che ciò che mi interessa è solo sapere se le spese di un condominio sono per cassa o per competenza.

    Ad esempio, se oggi (Febbraio) arriva la bolletta della luce di Dicembre, questo consumo è a carico di chi era proprietario a Dicembre, o di chi è proprietario oggi?
    Secondo me, è a carico di chi era proprietario a Dicembre, e nei ricalcoli fra preventivo e consuntivo se ne terrà conto in questo modo. Quindi, secondo me si va per competenza, non per cassa.

    Ma immagino che esista un riferimento normativo preciso, al riguardo...

    Nikkei

  5. #5

Accedi