Crescita globale: Deludenti le politiche delle Banche Centrali. Servono programmi di governo per la produttività
Il Macroeconomic Forecasts del Gruppo Edmond de Rothschild dato alle stampe in questi giorni indica una stabilizzazione della crescita mondiale a un ritmo deludente. "Il deterioramento delle prospettive si riflette nella debolezza ...
Mercati: evento storico condiziona la giornata dei mercati, bancario sotto assedio a Milano
Quella di oggi è stata una seduta epocale che verrà ricordata nel futuro come il "venerdì della Brexit". I cittadini della Gran Bretagna hanno espresso il loro verdetto, lasciare l'Unione Europea e quindi avere l'indipendenza dal governo di Brux...
Mercati: volatilità potrebbe ancora salire, cresce rischio default per banche sistemiche
La paura domina i mercati, e lo farà con ogni probabilità anche nelle prossime settimane, se non mesi. Questa mattina quando i primi rumors sull'esito del referendum cominciavamo a diffondersi fra i media, le performance degli asset azionari mon...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1
    L'avatar di Nikkei
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    4,010
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949683

    Spese condominiali: Cassa o Competenza?

    Ho acquistato un immobile, in cui le spese condiminiali risultavano tutte pagate.

    Adesso, è arrivata la fattura di un avvocato per un contenzioso avuto col vecchio proprietario, e il condominio ha saldato a fine 2008.

    Il contenzioso è avvenuto anni fa, quindi fuori dai due esercizi di cui io, come nuovo proprietario, dovrei farmi carico.
    Ma l'avvocato ha saggiamente aspettato a inviare la fattura, ben sapendo che il vecchio proprietario non l'avrebbe pagata e che ne sarebbe scaturito un nuovo contenzioso.

    Adesso, fra me e l'amministratore nasce questa diatriba: lui sostiene che le spese vadano per principio di cassa. Fattura pagata nel 2008, io sono proprietario, la addebita a me.
    Io sostengo che debba essere considerata anche la competenza: attività del 2005, fuori dalla mia competenza, e che debba essere o richiesta al vecchio proprietario (che però è fallito, non si tirerà mai un euro), o spalmata nelle spese condominiali generali.

    Voi come la vedete?

    Ci sarà qualche argomento al riguardo nel codice...

    Ciao

    Nikkei

  2. Stanco della Pubblicità? Registrati

  3. #2
    L'avatar di arimiao
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    1,132
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    se nn erro il nuovo proprietario è solidalmente responsabile con il vecchio, per questo si chiede sempre la certificazione che sia stato tutto saldato e a volte si trattengono dei soldi in cauzione per i pagamenti non ancora estinti.
    Però vado a memoria, penso che sia tranquillamente verificabile sul cc

  4. #3

    Data Registrazione
    Jun 2000
    Messaggi
    1,305
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    9753573
    controlla che nell'atto di vendita non sia la seguente clausola:

    b) Il promittente venditore garantisce inoltre che in relazione all’unità immobiliare promessa in
    vendita sita nel condominio di ………………… via ………………… n. ………. Amministratore ……………..
    con studio in ……………………. Tel. ……………………, non sussistono alla data del presente atto debiti
    per le precedenti gestioni e i pagamenti per la gestione in corso sono regolari e si impegnano a produrre idonea dichiarazione liberatoria sottoscritta dall’amministratore del condominio
    contestualmente alla data della stipula del rogito, attestante che tutte le spese condominiali
    fino alla data di consegna sono già state pagate.

    ciao

  5. #4
    L'avatar di Nikkei
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    4,010
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da solleone Visualizza Messaggio
    controlla che nell'atto di vendita non sia la seguente clausola:

    b) Il promittente venditore garantisce inoltre che in relazione all’unità immobiliare promessa in
    vendita sita nel condominio di ………………… via ………………… n. ………. Amministratore ……………..
    con studio in ……………………. Tel. ……………………, non sussistono alla data del presente atto debiti
    per le precedenti gestioni e i pagamenti per la gestione in corso sono regolari e si impegnano a produrre idonea dichiarazione liberatoria sottoscritta dall’amministratore del condominio
    contestualmente alla data della stipula del rogito, attestante che tutte le spese condominiali
    fino alla data di consegna sono già state pagate.

    ciao
    L'acquisto è avvenuto in asta e quindi non c'è un atto di vendita, ma un atto del tribunale che assegna la proprietà nelle condizioni in essere.
    Ma diciamo che ciò che mi interessa è solo sapere se le spese di un condominio sono per cassa o per competenza.

    Ad esempio, se oggi (Febbraio) arriva la bolletta della luce di Dicembre, questo consumo è a carico di chi era proprietario a Dicembre, o di chi è proprietario oggi?
    Secondo me, è a carico di chi era proprietario a Dicembre, e nei ricalcoli fra preventivo e consuntivo se ne terrà conto in questo modo. Quindi, secondo me si va per competenza, non per cassa.

    Ma immagino che esista un riferimento normativo preciso, al riguardo...

    Nikkei

  6. #5

Accedi