Conto in rosso, debiti e Recupero crediti
Alert bond crunch in Turchia: per SocGen ottobre sarà mese peggiore. Attenti anche da El-Erian
Sia la lira che i bond turchi recuperano terreno dopo le dichiarazioni del ministro delle Finanze Berat Albayrak (nella foto) .
Con fine QE a rischio doom loop. Goldman: tensione spread porterà banche italiane a fuggire dai BTP?
Fine dell'abbraccio mortale tra i BTP e le banche italiane? Ben presto i bond italiani potrebbero perdere, oltre allo scudo del Quantitative easing, anche quello delle banche.
Revoca concessione, o forse no: Salvini tentenna, Consob contatta Palazzo Chigi. Atlantia in rally
L'economista Filippo Cavazzuti: "Hanno valutato i nostri ministri l'effetto sui mercati delle loro improvvide dichiarazioni, che potrebbero essere considerate al pari di aggiotaggio e fonte di attività di insider trading?"
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione
123 Ultima

  1. #1

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    17
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    1

    Conto in rosso, debiti e Recupero crediti

    Buongiorno,

    Mi trovo in una situazione, a mio parere non critica, ma di disagio, dalla quale me ne vorrei uscire immediatamente, e perciò chiedo a voi, essendo esperti, come fare:

    Ho un unico C/C presso Unicredit, con 1500,00 di fido
    Una carta di credito FLEXIA con 750,00 di plafond
    Un prestito con AGOS di 10000, rata da 186
    Un prestito con Unicredit di 22000, rata da 366 (avevo 3 prestiti piccoli con unicredit, l'anno scorso ho fatto il consolidamento debiti)

    Lavoro, ho un contratto a tempo indeterminato, percepisco circa 1300 di stipendio.

    Problema:
    Ho sconfinato il fido di 900€ qualche mese fa, utilizzando l'intero plafond della FLEXIA, quindi mi trovo a circa -2450,00€ in rosso sul conto. Essendo che sono costretto mensilmente a utilizzare la carta di credito per pagare la rata scaduta dei prestiti del mese precedente, mi ritrovo, puntualmente, nonostante ci sia lo stipendio, oltre il fido concesso. Ciò significa che ogni mese non viene addebitata la rata di AGOS e di UNICREDIT in quanto fondi indisponibili.

    Cosa Succede: Arriva l'accredito dello stipendio, viene addebitato l'utilizzo della carta di credito, e non vengono pagate le rate, il mese successivo vengono pagate prelevando dal bancomat con la FLEXIA. La carta è una revolving, ma sono costretto a tenerla impostata a SALDO in quanto ho bisogno del plafond intero ogni mese. Non posso ripagare l'utilizzato della FLEXIA a rate altrimenti non avrei disponibilità sufficiente sulla FLEXIA.

    Come posso uscire da questa situazione insostenibile? Le agenzie di recupero crediti mi chiamano in continuazione, nonostante vedano che le rate anche se in ritardo vengono pagate. Oggi mi hanno chiamato, ho comunicato che la rata verrà pagata il 1 Agosto, e mi ha detto che non è possibile e mi ha chiesto la conferma dell'indirizzo per mandare un funzionario. Possibile? Le rate scadute sono 1 max 2, mai andato oltre.

    E' consigliabile aprire un conto corrente presso un'altra banca, e far spostare intanto lo stipendio e le future rate su quel C/C (in modo tale da poter pagare intanto per il futuro le rate senza ritardi), e piano piano per conto mio, cioè autonomamente, chiudere il C/C di unicredit? Premetto che non mi rimane niente dello stipendio già da qualche mese, campo con qualche 100€ della carta di credito.

  2. #2

    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    12,274
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    3642 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Io parlerei con la banca e concorderei un piano di “rientro” ; muoversi come hai ipotizzato ovvero togliere l’accredito dello stipendio potrebbe essere visto come una manovra per non adempiere ai propri obblighi creando una situazione di conflitto che potrebbe avere conseguenze anche sulla stipula di altri contratti con altri istituti di credito in particolare potresti rimanere senza carta di credito che ,da quello che ho capito,ti è indispensabile
    Ultima modifica di Leo2015; 23-07-18 alle 14:28

  3. #3

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    17
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Leo2015 Visualizza Messaggio
    Io parlerei con la banca e concorderei un piano di “rientro” ; muoversi come hai ipotizzato ovvero togliere l’accredito dello stipendio potrebbe essere visto come una manovra per non adempiere ai propri obblighi creando una situazione di conflitto che potrebbe avere conseguenze anche sulla stipula di altri contratti con altri istituti di credito in particolare potresti rimanere senza carta di credito che ,da quello che ho capito,ti è indispensabile
    Il problema è che ci sono già andato a parlare con il direttore, l'ho chiamato io per chiedere un Appuntamento, ora ha inoltrato la mia richiesta a chi di dovere in quanto non sapeva come aiutarmi. Un piano di rientro non è previsto per privati, così mi ha detto.

  4. #4

    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    9,902
    Mentioned
    62 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1992 Visualizza Messaggio
    Il problema è che ci sono già andato a parlare con il direttore, l'ho chiamato io per chiedere un Appuntamento, ora ha inoltrato la mia richiesta a chi di dovere in quanto non sapeva come aiutarmi. Un piano di rientro non è previsto per privati, così mi ha detto.
    La somma delle due rate mensili dei prestiti è di 552 euro che sarebbero perfettamente sostenibili con 1300 euro di stipendio, mi pare quindi ci sono altri problemi e che stati vivendo al limite delle tue possibilità.
    Hai già fatto un consolidamento debiti con Unicredit che non stai ripagando e quindi non hai la possibilità di farne uno nuovo.
    Mi pare che coi numerosi ritardi nei pagamenti e carte di credito e fido usati al limite la possibilità che qualcuno ti offra un prestito sia ridottissima, quindi non ti resta che rivolgerti ai tuoi o a qualche parente per farti prestare i soldi necessari a coprire il fido e la carta e a crearti un minimo di liquidità sul conto.

  5. #5

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    17
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    La somma delle due rate mensili dei prestiti è di 552 euro che sarebbero perfettamente sostenibili con 1300 euro di stipendio, mi pare quindi ci sono altri problemi e che stati vivendo al limite delle tue possibilità.
    Hai già fatto un consolidamento debiti con Unicredit che non stai ripagando e quindi non hai la possibilità di farne uno nuovo.
    Mi pare che coi numerosi ritardi nei pagamenti e carte di credito e fido usati al limite la possibilità che qualcuno ti offra un prestito sia ridottissima, quindi non ti resta che rivolgerti ai tuoi o a qualche parente per farti prestare i soldi necessari a coprire il fido e la carta e a crearti un minimo di liquidità sul conto.
    Esatto, Ogni mese tardo la rata, la quale saldo il mese successivo. Ma i ritardi ci sono, si. Io vorrei evitare intanto questi ritardi, per il futuro, e sistemare il C/C attuale. Il consolidamento debiti l'ho fatto l'anno scorso, ma per motivi non inerenti ai ritardi che ho solo da quest'anno. Le entrate ci sono, ma appunto devo trovare una soluzione per quel maledetto fido, il quale vorrei azzerare, ma ho bisogno di tempo.

    Vi volevo chiedere, ma visto e considerando i numerosi ritardi, ogni ritardo in più, anche se subito sanato, comporta una situazione sempre più grave, o semplicemente costante? Prima o poi deve pure finire questo periodo, una delle soluzioni potrebbe essere la tredicesima di dicembre, magari mi riprendo con quella, mancano però 5 mesi. Io voglio capire come comportarmi con questi maledetti recupero crediti, sono molto pesanti e non mi fanno lavorare serenamente.

  6. #6

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    296
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    189 Post(s)
    Potenza rep
    15784593
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    La somma delle due rate mensili dei prestiti è di 552 euro che sarebbero perfettamente sostenibili con 1300 euro di stipendio, mi pare quindi ci sono altri problemi e che stati vivendo al limite delle tue possibilità.
    Hai già fatto un consolidamento debiti con Unicredit che non stai ripagando e quindi non hai la possibilità di farne uno nuovo.
    Mi pare che coi numerosi ritardi nei pagamenti e carte di credito e fido usati al limite la possibilità che qualcuno ti offra un prestito sia ridottissima, quindi non ti resta che rivolgerti ai tuoi o a qualche parente per farti prestare i soldi necessari a coprire il fido e la carta e a crearti un minimo di liquidità sul conto.
    Concordo con Lupak: c'è qualcosa che non torna nei conti. Con 1300 al mese per trovarti senza soldi dovresti pagare quasi tre rate dei tuoi debiti. Ci sono altre spese che non hai presentato? Magari un mutuo?

  7. #7

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    341
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    157 Post(s)
    Potenza rep
    3383863
    Lo so che è una risposta stupida ma la faccio lo stesso...
    Con quello stipendio lì, e quella rata, non sembra una situazione "critica", probabilmente hai altre spese fisse o cose che non sappiamo bene.
    (E qui arriva la risposta stupida...)
    Non riusciresti a farti prestare dei soldi da qualche parente, magari come dici te, in attesa delle 13 mensilità?
    Magari riesci a tirare questi 5 mesi e poi ti riprendi pian piano ridando i soldi ai parenti...

    A volte bastano poche migliaia di euro per sistemarsi pian piano...

  8. #8

    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    12,274
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    3642 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Gia il fatto che si abbia “il fiato sul collo” di una società recupero credito fa capire che i continui ritardi,al di là del impatto minimo o addirittura assente di interessi debitori,non fa piacere alla banca ; purtroppo il consiglio migliore ritengo che sia quello dato da @Lupak e da @mr.nothing ovvero chiedere un aiuto a familiari o amici per “coprire” il debito e poi fissare un budget mensile coerente con il tuo reddito in modo da ridare i soldi ai congiunti in un tempo più lungo e con un esborso sostenibile

  9. #9

    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    9,902
    Mentioned
    62 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1992 Visualizza Messaggio
    Vi volevo chiedere, ma visto e considerando i numerosi ritardi, ogni ritardo in più, anche se subito sanato, comporta una situazione sempre più grave, o semplicemente costante? Prima o poi deve pure finire questo periodo, una delle soluzioni potrebbe essere la tredicesima di dicembre, magari mi riprendo con quella, mancano però 5 mesi. Io voglio capire come comportarmi con questi maledetti recupero crediti, sono molto pesanti e non mi fanno lavorare serenamente.
    La soluzione più veloce/immediata è farsi prestare qualcosa di soldi dai genitori o parenti che consenta di ripianare il fido, ripagare la carta e farsi una base di liquidità sul conto in attesa dell'arrivo dello stipendio.
    Diciamo che ti servirebbero sui 3.000-4.000 euro da quello che dici.
    Soluzione bancarie non penso che ce ne siano, con ritardi cronici nei pagamenti e senza poter dare nulla "in pegno" tipo immobile puoi sperare solo in qualche finanziaria, ma occhio ai tassi e alla loro affidabilità.
    Per quanto riguarda il recupero crediti l'unica cosa che puoi fare è bloccarli sul cellulare
    Ma mi sembra che la situazione che devi risolvere è quella sottostante, quella che ti ha portato ad indebitarti molto più di quanto puoi sostenere, una revisione delle spese e stringere davvero la cinghia per qualche mese sarebbe d'obbligo.

  10. #10

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    17
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    La soluzione più veloce/immediata è farsi prestare qualcosa di soldi dai genitori o parenti che consenta di ripianare il fido, ripagare la carta e farsi una base di liquidità sul conto in attesa dell'arrivo dello stipendio.
    Diciamo che ti servirebbero sui 3.000-4.000 euro da quello che dici.
    Soluzione bancarie non penso che ce ne siano, con ritardi cronici nei pagamenti e senza poter dare nulla "in pegno" tipo immobile puoi sperare solo in qualche finanziaria, ma occhio ai tassi e alla loro affidabilità.
    Per quanto riguarda il recupero crediti l'unica cosa che puoi fare è bloccarli sul cellulare
    Ma mi sembra che la situazione che devi risolvere è quella sottostante, quella che ti ha portato ad indebitarti molto più di quanto puoi sostenere, una revisione delle spese e stringere davvero la cinghia per qualche mese sarebbe d'obbligo.
    Perdonami, ma se non avessi parenti o amici che mi potrebbero dare una piccola mano? Cioè, possibile che la banca non mi può agevolare a farmi uscire da questa situazione disagiata? Io la buona volontà ce l'ho, altre spese oggi, oltre le rate, non ne ho. Il problema l'ho avuto solo a inizio anno, è da quel momento che non sto riuscendo a riprendermi più. Io sono indietro di 1/2 rate. Se devo stringere la cinghia, significa che non devo utilizzare più la carta di credito, di conseguenza non posso pagare le rate scadute, alle quali si aggiungerà anche quella di agosto.

    Il recupero crediti veramente mi può mandare già il funzionario a casa??? Con il recupero crediti di Unicredit ho già preso accordi che avrei dato un acconto di 200€ la prossima settimana, in quanto dei -2400€ sul conto + 1300 di stipendio avrei una piccola disponibilità prima che la banca addebiti il saldo della carta di credito. Ma con quelli di AGOS posso pagare solo ad Agosto quando avrò di nuovo disponibilità di plafond sulla FLEXIA.

    Ma sarò punto e a capo.

Accedi