UE, italiani che votano con Vehrofstadt x tagliare fondi a italia in caso di deficit
Piazza Affari chiude ottava da incorniciare, banche e Telecom volano
Chiusura di settimana sui nuovi massimi annui per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib si è spinto fino a quota 20.212 punti con un rialzo giornaliero dell’1,90%. Si tratta dei massimi …
Posizioni nette corte: risalgono gli short su UBI, fuori Generali
Dall?aggiornamento odierno (15 febbraio 2019) di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Azimut con 6 posizioni short aperte per …
Rivivi la diretta di Binck Tv: Spread e non solo, come muoversi con i Btp?
L‘andamento dello spread continua a tenere alta l’attenzione sul mercato italiano. Dopo essere sceso sui 260 punti base, nelle ultime ore abbiamo assistito a una leggera risalita. Di questo e …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #1

    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    35,046
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    5437 Post(s)
    Potenza rep
    0

    UE, italiani che votano con Vehrofstadt x tagliare fondi a italia in caso di deficit

    non so se ai loro elettori vada bene che alcuni europarlamentari di forza italia e persino uno di fdi
    votino per il principio di macrocondizionalità assieme a gente come Vehrofstadt,
    ovvero la possibilità data alla commissione di tagliare i fondi ai paesi che sforano i criteri di deficit,
    a sua discrezione

    d'altra parte è una cosa che si puo capire, loro sono alleati in UE con gente del genere

    Italiani che odiano l'Italia. Mezzo partito di Berlusconi vota con Verhofstadt per tagliarci i fondi Ue | La Notizia giornale.it

    Se ieri al Parlamento europeo fosse andata diversamente, ci saremmo svegliati ancora più dipendenti dai meccanismi europei e sotto l’incredibile ricatto di vedere tagliati o sospesi i Fondi europei se avessimo deviato troppo dai diktat e dai paletti europei.

    Al centro della polemica il principio della macro-condizionalità economica, secondo il quale – come detto – si prevede la possibilità che la Commissione europea possa procedere a sanzioni e alla sospensione parziale o totale degli impegni o dei pagamenti relativi ai fondi Ue di uno Stato membro qualora, per esempio, quest’ultimo non abbia realizzato azioni efficaci per ridurre il suo disavanzo eccessivo. È evidente come la misura fosse indirizzata a colpire chi, Italia in primis

    Grazie a un emendamento presentato dall’eurodeputata Rosa D’Amato, però, il Parlamento europeo ha bloccato la manovra di Jean-Claude Juncker e sodali. Nella sua votazione in plenaria, infatti, l’emendamento (che chiedeva per l’appunto la cancellazione del principio di macro-condizionalità) è passato con 372 voti a favore e 300 contrari.

    Ma non è tutto. Il Movimento 5 Stelle, infatti, nella votazione di ieri ha preteso il voto palese. E, dunque, oggi conosciamo i nomi e i cognomi di chi avrebbe voluto il blocco dei fondi europei per i Paesi che non rispettano i vincoli di bilancio.

    Il primo dato che salta all’occhio dall’elenco dei votanti è che, oltre ai pentastellati uniti e coesi nella battaglia della D’Amato, anche la Lega ha votato a favore dell’emendamento. Per una volta addirittura il Pd ha riconosciuto la bontà dell’iniziativa M5S e in blocco ha votato per bloccare la manovra della tanto difesa Commissione europea.

    A spaccarsi, invece, è stata Forza Italia.

    Hanno votato contro l’emendamento e dunque avrebbero voluto conservare il principio della macro-condizionalità l’ex sottosegretario Salvatore Cicu, Alberto Cirio (un passato in Lega prima di emigrare da Silvio Berlusconi), il molisano Aldo Patriciello e l’ex assessore in Regione Campania prima di arrivare a Strasburgo, Fulvio Martusciello. Nella flotta di chi sarebbe stato disposto a bloccare i fondi europei in caso di mancato rispetto dei diktat europei anche Stefano Maullu, eurodeputato di Fratelli d’Italia

    Tra coloro che avrebbero volentieri sospeso l’erogazione dei fondi all’Italia, spunta anche il nome del capogruppo di Alde, Guy Verhofstadt

  2. #2
    L'avatar di rainbowdandy
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    70,726
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    13922 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    I sovranisti dell'est amici di Salvini e Di Maio che dovrebbero cambiare l'UE e che si intascano fior di contributi lo sai come hanno votato?

  3. #3
    L'avatar di DubStep
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    34,936
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    7335 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    "eurodeputata Rosa D’Amato"

    Brava!

    forza italietta incommentabile...

  4. #4
    L'avatar di Homer J
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    13,660
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    779 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    nel parlamento europeo, in quello italiano e nella società, c'è tanta gente felice di tagliarsi il pisello per far dispetto alla moglie

    questa gente ha una scala delle priorità che dovrebbe essere studiata in psichiatria, veramente

  5. #5
    L'avatar di Apache71
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    22,586
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2705 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Homer J Visualizza Messaggio
    nel parlamento europeo, in quello italiano e nella società, c'è tanta gente felice di tagliarsi il pisello per far dispetto alla moglie

    questa gente ha una scala delle priorità che dovrebbe essere studiata in psichiatria, veramente
    l'ultima frase ti dovrebbe far fare una riflessione... le priorità (lobby comprese)

  6. #6
    L'avatar di Homer J
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    13,660
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    779 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Apache71 Visualizza Messaggio
    l'ultima frase ti dovrebbe far fare una riflessione... le priorità (lobby comprese)
    in effetti è l'unica spiegazione razionale

  7. #7

    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    24,030
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1164 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    si prevede la possibilità che la Commissione europea possa procedere a sanzioni e alla sospensione parziale o totale degli impegni o dei pagamenti relativi ai fondi Ue di uno Stato membro qualora, per esempio, quest’ultimo non abbia realizzato azioni efficaci per ridurre il suo disavanzo eccessivo.


    anch' io avrei votato con Vehrofstadt e voterei sempre contro i partiti della spesa pubblica compulsiva tanto amati dai forumisti,
    chi scassa le finanze pubbliche per comprare il consenso elettorale ama l' Italia, io no

  8. #8
    L'avatar di Vincent Vеga
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    19,176
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4213 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    caro silvio
    a forza di far serata al nazareno ti hanno rieducato


  9. #9
    L'avatar di ennio1963
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    33,669
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    9413 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    FDI

Accedi