Forum di Finanzaonline.com (http://www.finanzaonline.com/forum/)
-   Arena Politica (http://www.finanzaonline.com/forum/arena-politica/)
-   -   Lavoro : LE PROPOSTE DI RENZI (http://www.finanzaonline.com/forum/arena-politica/1572497-lavoro-le-proposte-di-renzi.html)

bambino30 09-01-14 10:38

Lavoro : LE PROPOSTE DI RENZI
 
La Bozza sul lavoro di Renzi anche se per ora è solo una serie di titoli , manca il dettaglio per me nel complesso mi sembra BUONA è quello che la maggioranza del pololo vorrebbe senza i condizionamenti di interessi particolari e alti burocrati ministeriali che in questi anni hanno beneficiato di provvedimenti ad personam a dismisura dopo la legge Bassanini che li ha istituiti .
Sono da appoggiare e condividere :
I dirigenti a tempo 1 2 anni e poi a casa .( la legge prevede l'assunzione a tempo indeterminato solo per i lavoratori );
legge sulla rappresentanza sindacale ( con potere di veto sull'organizzazione del lavoro );
nomina nei consigli di amministrazione e nella dirigenza dei rappresentanti dei lavoratori .
se queste sono le intenzioni del nuovo segretario del partito democratico sul mondo del lavoro per me è OK :yes::clap:

olly67 09-01-14 10:40

renzi chi? quello che diceva che sotto i 2mila sei un morto di fame? e che proprio per questo oltre alle messe in mora ai suoi dipendenti taglia ulteriori indennità facendo scendere molti stipendi sotto soglia 1200 euro al mese se non ci sono figli?

rolarossi 09-01-14 10:40

I soldi dove si prendono? Oltre ad un generico impegno su nuove tassazioni delle rendite (ossia aumento della patrimoniale sui depositi), non si vede altro.

olly67 09-01-14 10:41

e bene che non si faccia vedere per i corridoi di palazzo vecchio, eh ..
si sa mai che caschi per sbaglio un faldone, ci si soffi il naso o si scivoli

bambino30 09-01-14 10:46

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650031)
renzi chi? quello che diceva che sotto i 2mila sei un morto di fame? e che proprio per questo oltre alle messe in mora ai suoi dipendenti taglia ulteriori indennità facendo scendere molti stipendi sotto soglia 1200 euro al mese se non ci sono figli?

Crescendo avrà messo giudizio se vuole arrivare a costruire qualche cosa di buono , se poi vuole solo sfasciare .......
come suggerimento per i dipendenti pubblici per tutti i livelli limite allo stipendio mensile di euro 3000 così per le pensioni ( per tutte le categorie magistrati, avvocati dello stato, primari direttori generali dirigenti ecc..)
A chi non sta bene a Casa ..... c'è la fila dei giovani disoccupati per fare quello che stanno facendo e poi non c'è nulla da inventare la macchina funziona meglio senza azzeccagarbugli :cool:

plak 09-01-14 10:48

Di proposte buone negli anni ne ho sentite parecchie, perfino da Berlusconi. :D

Il problema è quello che poi si fa veramente...

bambino30 09-01-14 10:51

Citazione:

Originalmente inviato da rolarossi (Messaggio 38650042)
I soldi dove si prendono? Oltre ad un generico impegno su nuove tassazioni delle rendite (ossia aumento della patrimoniale sui depositi), non si vede altro.

rientro immediato dei soldati italiani impegnati nelle missioni all'estero , disdetta dei contratti per nuove armi ecc... riduzione a livello dei paesi più poveri del contributo alla comunità europea pena l'uscita immediata dall'euro .

Patcel 09-01-14 10:53

ricordo che la riforma fornero fu considerata buona , rivoluzionara(al pari delle premesse e degli auspici della legge treu salva lavoro giovanile:pinterinale)....

apprezzata da media politica merkel

e persini i sindacati a cernobbio...

risultati assicurati..
Fornero ospitata a porta a porta e ballaro' come una statista ...a porta a porta a conversare pure con dei giovani del pubblico che la veneravano :De gli facevano domande sul loro futuro finalmente apprezzato dal governo (dei tecnici)..

;)solo una figura oscura e cupa, landini:D, dubitava in tv della riforma fornero...voce fuori dal coro in un piazza pulita che lo vide persino concorde con il tremonti in studio...
tempo al tempo...

freude 09-01-14 10:55

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650231)
rientro immediato dei soldati italiani impegnati nelle missioni all'estero , disdetta dei contratti per nuove armi ecc... riduzione a livello dei paesi più poveri del contributo alla comunità europea pena l'uscita immediata dall'euro .

nel nuovo anno si sono appena aggiunti 5 miliardi di spese x acquisto armi

olly67 09-01-14 10:56

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650132)
Crescendo avrà messo giudizio se vuole arrivare a costruire qualche cosa di buono , se poi vuole solo sfasciare .......
come suggerimento per i dipendenti pubblici per tutti i livelli limite allo stipendio mensile di euro 3000 così per le pensioni ( per tutte le categorie magistrati, avvocati dello stato, primari direttori generali dirigenti ecc..)
A chi non sta bene a Casa ..... c'è la fila dei giovani disoccupati per fare quello che stanno facendo e poi non c'è nulla da inventare la macchina funziona meglio senza azzeccagarbugli :cool:

e secondo te c'è la fila per prendere 1150 euro in comune se qui devi viverci e metter su famiglia? è la prima, dicasi prima, città d'italia per costo medio immobiliare, la terza per locazioni
va bene se sei giovane, prendi una stanza ìn condivisione
bella crescita della pa, ricambio continuo, niente esperienza, gente che viene solo perché non ha di meglio
che poi secondo te a ste cifre posso permettermi il caffè al bar? devo tagliare pure sto sfizio, come se ne avessi tanti altri
e sono soldi in meno che girano
continuate così
poi se chiudete zitti, eh
io comincio a fare i conti dal prossimo mese
e a sto punto l'ipotesi roma che avevo scartato nel caso mi chiamassero (a 1500 non a 1150) forse per quanto faticosa, magari in ottica provvisoria va ripresa in considerazione
vi saluto
volete le nozze con i fichi secchi tenetevi le nuove leve, che le vedo, eh ..
o pensate che la gente in gamba lavori per un tozzo di pane con carriera azzerata per anni e anni?
va bene giusto per iniziare, meglio in comune che precario, va bene se sei invalido o malato per avere diritti senza perdere il lavoro, va bene se vuoi fare un figlio e prendere maternità . ovvero per mungere .. come passaggio esistenziale transitorio, allora è colpo di ****** poterci entrare
ma in tutti gli altri casi vi si saluta proprio
se poi il livello dei servizi scivola in basso .. affari vostri, purtroppo anche miei, visto che i servizi li uso .. ma almeno io potrò dire che non me la sono cercata

Patcel 09-01-14 10:57

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650231)
rientro immediato dei soldati italiani impegnati nelle missioni all'estero , disdetta dei contratti per nuove armi ecc... riduzione a livello dei paesi più poveri del contributo alla comunità europea pena l'uscita immediata dall'euro .

il gran capo , il re , ha impedito al parlamento di votare sugli f35.....approvato il budget dal consiglio di stato competente..:rolleyes: su questo versante è molto duro tagliare, sono giochi di un livello piu' elevato della politica parlamentare e si arriva pure a bypassare la costituzione per ragioni di sicurezza nazionale..


F35, monito dal Consiglio Supremo di Difesa. "Parlamento non ha diritto di veto" - Repubblica.it

aeciemme 09-01-14 11:01

Secondo me Renzie vi farà venire il fegato grosso come una balena :yes:

olly67 09-01-14 11:02

la macchina funziona meglio senza azzeccagarbugli? chi? chi lavora a contatto con il cittadino? la vostra interfaccia con la PA?
ma se stanno esternalizzando tutto .. la qualità scende, almeno nel mio settore
han defenestrato, ed era nel privato, già essendo parte del servizi esternalizzato, la colonna portante
lo vedo il livello ora .. bravi .. perché le hanno impedito alcune cose e tagliato lo stipendio
al che ha deciso di dire arrivederci oltre ad aver fatto causa per demansionamento
ora lei era dip. privata ma non è che chi è dip. pubblica faccia ragionamenti differenti
che capzo me ne faccio di uno stipendio sicuro se sto stipendio è anche la sicurezza per la fame
a firenze non ci vivi con ste cifre

olly67 09-01-14 11:03

Citazione:

Originalmente inviato da aeciemme (Messaggio 38650437)
Secondo me Renzie vi farà venire il fegato grosso come una balena :yes:

come tutti gli imb.ecilli con troppo potere e troppa arroganza

Sen2 09-01-14 11:07

Pure Nomisma smentisce renzi :

Lavoro: Nomisma, per creare occupazione non basta rinnovare regole - Adnkronos Economia

bambino30 09-01-14 11:08

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650344)
e secondo te c'è la fila per prendere 1150 euro in comune se qui devi viverci e metter su famiglia? è la prima, dicasi prima, città d'italia per costo medio immobiliare, la terza per locazioni
va bene se sei giovane, prendi una stanza ìn condivisione
bella crescita della pa, ricambio continuo, niente esperienza, gente che viene solo perché non ha di meglio
che poi secondo te a ste cifre posso permettermi il caffè al bar? devo tagliare pure sto sfizio, come se ne avessi tanti altri
e sono soldi in meno che girano
continuate così
poi se chiudete zitti, eh
io comincio a fare i conti dal prossimo mese
e a sto punto l'ipotesi roma che avevo scartato nel caso mi chiamassero (a 1500 non a 1150) forse per quanto faticosa, magari in ottica provvisoria va ripresa in considerazione
vi saluto
volete le nozze con i fichi secchi tenetevi le nuove leve, che le vedo, eh ..
o pensate che la gente in gamba lavori per un tozzo di pane con carriera azzerata per anni e anni?
va bene giusto per iniziare, meglio in comune che precario, va bene se sei invalido o malato per avere diritti senza perdere il lavoro, va bene se vuoi fare un figlio e prendere maternità . ovvero per mungere .. come passaggio esistenziale transitorio, allora è colpo di ****** poterci entrare
ma in tutti gli altri casi vi si saluta proprio
se poi il livello dei servizi scivola in basso .. affari vostri, purtroppo anche miei, visto che i servizi li uso .. ma almeno io potrò dire che non me la sono cercata

chi lavora e ti dà i servizi nella pa è gente come me che prende 1300 euro al mese non sono certo i dirigenti da 4000 euro che non fanno una mazza (solo potere e poco lavoro )?

rua 09-01-14 11:12

Citazione:

Originalmente inviato da Sen2 (Messaggio 38650569)

Per carità lasciamo perdere Nomisma, anche se ci dovesse prendere consideriamolo un puro caso. :yes::yes:

olly67 09-01-14 11:13

guarda che a gente di livello medio basso tagliano gli stipendi
te ne se accorto ? non ti han tagliato niente? produttività? buono pasto? indennità?
se non ti hanno ancora tagliato niente ritieni fortunato
a quanto pare io dal prossimo mese sono ad una mesata in meno di soldi rispetto solo due anni fa
non so se ci si rende conto
e non ho da rendere niente
perché se ero pure messa in mora non so quanto prendevo .. mille euro?
poi chiaro che l'ictus viene a bersani, renzi lo fa venire agli altri

bambino30 09-01-14 11:14

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650473)
la macchina funziona meglio senza azzeccagarbugli? chi? chi lavora a contatto con il cittadino? la vostra interfaccia con la PA?
ma se stanno esternalizzando tutto .. la qualità scende, almeno nel mio settore
han defenestrato, ed era nel privato, già essendo parte del servizi esternalizzato, la colonna portante
lo vedo il livello ora .. bravi .. perché le hanno impedito alcune cose e tagliato lo stipendio
al che ha deciso di dire arrivederci oltre ad aver fatto causa per demansionamento
ora lei era dip. privata ma non è che chi è dip. pubblica faccia ragionamenti differenti
che capzo me ne faccio di uno stipendio sicuro se sto stipendio è anche la sicurezza per la fame
a firenze non ci vivi con ste cifre

sono d'accordo con te la privatizzazione del lavoro pubblico con le cooperative è stato voluto dalla dirigenza per risparmiare ai danni di chi lavora e per aumentarsi i premi
comunque 3000 euro al mese mi sembra più che dignitoso per un capo ufficio , l'impiegato a 1300 che cosa deve dire .
lo schifo sono gli stipendi con i soldi di tutti di 8000 -euro al mese

Patcel 09-01-14 11:17

Citazione:

Originalmente inviato da Sen2 (Messaggio 38650569)

per creare lavoro

occorre

creare consumi e crescita stime dei fatturati
(occorre detassare ...armonizzare l'italia al resto della competitività europea...l'iva deve essere al 19 come quella francese e tedesca...ma su questo fronte non ci vogliono sentire ed il consumatore interno è sempre meno propenso ad acquistare con quel poco che risparmia )

automaticamente gli imprenditori mettono a budget ed assumono....


Se c'è bisogno di forza lavoro e struttura per far fronte ad un'improvvisa crescita del fatturato con ottime aspettative non si perdono certo le commesse per star dietro alle paure di assunzione....
Colloqui a gogo e visita in banca con piano industriale per avere subito un finanziamento per acquistare nuovi impianti...

bambino30 09-01-14 11:17

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650685)
guarda che a gente di livello medio basso tagliano gli stipendi
te ne se accorto ? non ti han tagliato niente? produttività? buono pasto? indennità?
se non ti hanno ancora tagliato niente ritieni fortunato
a quanto pare io dal prossimo mese sono ad una mesata in meno di soldi rispetto solo due anni fa
non so se ci si rende conto
e non ho da rendere niente
perché se ero pure messa in mora non so quanto prendevo .. mille euro?
poi chiaro che l'ictus viene a bersani, renzi lo fa venire agli altri

anche a me hanno fottuto il fua ( una mensilità di stipendio che veniva data in estate per poter andare in ferie ) sono due anni che non lo prendo più e in più ho lo stipendio bloccato da tempo .

olly67 09-01-14 11:18

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650709)
sono d'accordo con te la privatizzazione del lavoro pubblico con le cooperative è stato voluto dalla dirigenza per risparmiare ai danni di chi lavora e per aumentarsi i premi
comunque 3000 euro al mese mi sembra più che dignitoso per un capo ufficio , l'impiegato a 1300 che cosa deve dire .
lo schifo sono gli stipendi con i soldi di tutti di 8000 -euro al mese

guarda che per prendere 1300 euro in comune se non hai figli non sei un impiegato similbasic (ovvero C1)!!!!
io non ci arrivo con detrazione figlio al 100%, li sfioravo
voglio vedere la prossima busta paga
qui si deve cominciare a fare i conti
in un paese normale un singolo stipendio specie in un ente e specie a tempo indeterminato dovrebbe essere sufficiente a fare arrivare a fine mese a fatica almeno due persone
ovvero per firenze sono 1500 al mese
non è che si può pensare che in comune ci lavorino solo figli di papà, giovani in attesa di meglio, invalidi che di meglio non trovano e hanno altri vantaggi, amanti o moglie o compagni di gente ricca
già non si arrivava certo ai 1500 .. se poi si scende sotto i 1200 davvero occorre pensare a fare le valigie

olly67 09-01-14 11:23

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650778)
anche a me hanno fottuto il fua ( una mensilità di stipendio che veniva data in estate per poter andare in ferie ) sono due anni che non lo prendo più e in più ho lo stipendio bloccato da tempo .

il fondo per andare in vacanza? :eek: ma oltre a produttività? allora lavori in un bel posto
a me monti ha tagliato il buono pasto
i casini fatti dal comune, i tagli per la crisi e il patto di stabilità la produttività
poi ora taglio indennità non si capisce perché
fanno in tutto una mesata circa
devo vedere la prossima busta paga
su stipendi già bassini (poi altrove c'è di peggio, ma infatti stiamo arrivando a livelli di bulgaria, peccato che le case a firenze non costino come in bulgaria)

e se per comprare casa qua ti ci vuole quel che guadagni in 20 anni, e giusto ora che sono calati i prezzi, non che risparmi, che guadagni
se hai l'equivalente o quasi per comprare casa tanto vale levarsi dalle pal.le
perché altrove spendi la metà e ti avanza quel che avresti guadagnato in dieci anni che vuol dire poter levarti dalle palle il lavoro a sessanta invece che a settanta, per esempio ..
o vuol dire vivere meglio fino ai settanta

certo non mi sarei mai immaginata una cosa del genere dopo diciassette anni in pa, dopo venticinque anni a firenze
di scendere invece di consolidarmi ...
uno schifo vero
non avessi un figlio farei davvero le valigie al volo
e vi lascio il posto fisso
sicuramente libero quello a firenze

Cucciafans 09-01-14 11:29

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650875)
il fondo per andare in vacanza? :eek: ma oltre a produttività? allora lavori in un bel posto
a me monti ha tagliato il buono pasto
i casini fatti dal comune, i tagli per la crisi e il patto di stabilità la produttività
poi ora taglio indennità non si capisce perché
fanno in tutto una mesata circa
devo vedere la prossima busta paga
su stipendi già bassini (poi altrove c'è di peggio, ma infatti stiamo arrivando a livelli di bulgaria, peccato che le case a firenze non costino come in bulgaria)

e se per comprare casa qua ti ci vuole quel che guadagni in 20 anni, e giusto ora che sono calati i prezzi, non che risparmi, che guadagni
se hai l'equivalente o quasi per comprare casa tanto vale levarsi dalle pal.le
perché altrove spendi la metà e ti avanza quel che avresti guadagnato in dieci anni che vuol dire poter levarti dalle palle il lavoro a sessanta invece che a settanta, per esempio ..
o vuol dire vivere meglio fino ai settanta

certo non mi sarei mai immaginata una cosa del genere dopo diciassette anni in pa, dopo venticinque anni a firenze
di scendere invece di consolidarmi ...
uno schifo vero
non avessi un figlio farei davvero le valigie al volo
e vi lascio il posto fisso
sicuramente libero quello a firenze

olly dal tuo punto di vista probabilemnte hai ragione....ma tieni conto che nel privatio moltissimi 1200 euro se li sognano:o:yes:

olly67 09-01-14 11:33

ma non esageriamo
contratto commercio sono 1100 con quattordicesima quindi siamo pari e puoi ancora fare uno straccio di carriera
da noi no, sono quelli quasi per sempre
e si sta andando sotto i 1200 per chi non ha figli (i 1100 presi a riferimento sono senza figli)
già negli enti locali si è sempre preso meno e andava bene forse decenni fa che i comuni facevano meno .. ma ora
e poi a chi va bene? al bar che non mi vede più?
che poi i giovani ora siano ipersfruttati è altro discorso
si fa pari sfruttando i maturi? non dico vecchi, dico i maturi?
che han figli a carico?
bene, bravi .. sto paese sempre meglio .. meno soldi che girano .. si fa la fine dei paesi del terzo mondo dove i soldi girano e tantissimi tra quattro gatti e tutti gli altri con gli spicci ed economie di sussistenza

olly67 09-01-14 11:35

1200 euro ad enna poi sono una cosa, a firenze un'altra
a pistoia, per restare in toscana sono una cosa, a firenze un'altra
i contratti integrativi servivano ad alzare gli stipendi per rendere possibile una vita dignitosa in una città con costi immobiliari altissimi

olly67 09-01-14 11:36

da firenze i giovani senza ****** parato stanno scappando .. tutti
non ci vivi da precario .. puoi resistere, ma non è vita e se non vedi margini di miglioramento sul medio periodo chi prima scappa meglio alloggia

bambino30 09-01-14 11:47

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650794)
guarda che per prendere 1300 euro in comune se non hai figli non sei un impiegato similbasic (ovvero C1)!!!!
io non ci arrivo con detrazione figlio al 100%, li sfioravo
voglio vedere la prossima busta paga
qui si deve cominciare a fare i conti
in un paese normale un singolo stipendio specie in un ente e specie a tempo indeterminato dovrebbe essere sufficiente a fare arrivare a fine mese a fatica almeno due persone
ovvero per firenze sono 1500 al mese
non è che si può pensare che in comune ci lavorino solo figli di papà, giovani in attesa di meglio, invalidi che di meglio non trovano e hanno altri vantaggi, amanti o moglie o compagni di gente ricca
già non si arrivava certo ai 1500 .. se poi si scende sotto i 1200 davvero occorre pensare a fare le valigie

concordo conte al 100% ci vuole anche un salario minimo che mi sembra giusto no può scendere sotto i 1500 euro al mese .

olly67 09-01-14 11:52

sapete perché il comune di firenze si permettere certe cose? perché l'età media è 50 anni !!! tutta gente che ormai casa ce l'ha, che ha il mutuo finito di pagare, che fuori non trova, che magari è sposata ed è secondo reddito
essendo età media ci sono tanti 60enni (io ho tre colleghi .. uno 65 anni che va in pensione a marzo e fortunato lui, cmq con sistema misto, un altro di 52 e uno di 60, il capo ne ha 53, sono io la più giovane, roba da matti!)
quindi anche scendessero a 1100 ti tocca accettare e subire, come un giovane accetta e subisce precariati spinti
perché magari mami e papi qualcosa ti sganciano per arrivare a fine mese
ma chi in comune, e ci sono, sta nei 40 e hai figli piccoli .. se in casa non girano due buoni stipendi ha da pensare a che fare e andarsene

bambino30 09-01-14 11:53

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650875)
il fondo per andare in vacanza? :eek: ma oltre a produttività? allora lavori in un bel posto
a me monti ha tagliato il buono pasto
i casini fatti dal comune, i tagli per la crisi e il patto di stabilità la produttività
poi ora taglio indennità non si capisce perché
fanno in tutto una mesata circa
devo vedere la prossima busta paga
su stipendi già bassini (poi altrove c'è di peggio, ma infatti stiamo arrivando a livelli di bulgaria, peccato che le case a firenze non costino come in bulgaria)

e se per comprare casa qua ti ci vuole quel che guadagni in 20 anni, e giusto ora che sono calati i prezzi, non che risparmi, che guadagni
se hai l'equivalente o quasi per comprare casa tanto vale levarsi dalle pal.le
perché altrove spendi la metà e ti avanza quel che avresti guadagnato in dieci anni che vuol dire poter levarti dalle palle il lavoro a sessanta invece che a settanta, per esempio ..
o vuol dire vivere meglio fino ai settanta

certo non mi sarei mai immaginata una cosa del genere dopo diciassette anni in pa, dopo venticinque anni a firenze
di scendere invece di consolidarmi ...
uno schifo vero
non avessi un figlio farei davvero le valigie al volo
e vi lascio il posto fisso
sicuramente libero quello a firenze

il fua intero era per chi lavora nello stato a me l'anno ridotto a 200 euro l'anno ma so per certo che ancora lo prendono nella misura intera i dipendenti dei ministeri e altri dipendenti statali non sapevo che voi degli enti locali non avete nulla del genere forse avete il di premio di produzione che è un salario accessorio analogo .

olly67 09-01-14 11:54

e pensare che noi 40enni (ma anche i 30enni) non siamo certo entrati se di profilo medio basso per spintarelle varie (salvo solite eccezioni, ma che personalmente non conosco, le do per scontate, perché se c'è una regola c'è sempre l'eccezione)
siam stati selezionati seriamente
poi alle po han tagliato di tutto
voglio vedere se per 1500 han voglia di farsi il ****** e prendersi le responsabilità al posto di chi ne prende quasi 4mila

olly67 09-01-14 11:55

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38651524)
il fua intero era per chi lavora nello stato a me l'anno ridotto a 200 euro l'anno ma so per certo che ancora lo prendono nella misura intera i dipendenti dei ministeri e altri dipendenti statali non sapevo che voi degli enti locali non avete nulla del genere forse avete il di premio di produzione che è un salario accessorio analogo .

voi non avete produtttività? allora era una cosa del genere
cmq la produttività ai tempi, e solo negli enti ricchi, era quasi una mesata
poi sempre meno
ora o spicci o zero

olly67 09-01-14 11:56

per dare idea mia sorella che è d4 se non erro, prende di produttività 350 euro nette (all'anno, eh)
con stipendio di 1500 ma belle responsabilità (e devi essere laureato per essere d4 o d5, mi scordo sempre cosa è ora)

bambino30 09-01-14 11:57

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651498)
sapete perché il comune di firenze si permettere certe cose? perché l'età media è 50 anni !!! tutta gente che ormai casa ce l'ha, che ha il mutuo finito di pagare, che fuori non trova, che magari è sposata ed è secondo reddito
essendo età media ci sono tanti 60enni (io ho tre colleghi .. uno 65 anni che va in pensione a marzo e fortunato lui, cmq con sistema misto, un altro di 52 e uno di 60, il capo ne ha 53, sono io la più giovane, roba da matti!)
quindi anche scendessero a 1100 ti tocca accettare e subire, come un giovane accetta e subisce precariati spinti
perché magari mami e papi qualcosa ti sganciano per arrivare a fine mese
ma chi in comune, e ci sono, sta nei 40 e hai figli piccoli .. se in casa non girano due buoni stipendi ha da pensare a che fare e andarsene

è la realtà in tutto il pubblico impiego con la legge Fornero chi poteva andare in pensione è stato bloccato e continua a lavorare da vecchio concorsi non se ne fanno e questo è il sistema .

Cucciafans 09-01-14 12:01

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651530)
e pensare che noi 40enni (ma anche i 30enni) non siamo certo entrati se di profilo medio basso per spintarelle varie (salvo solite eccezioni, ma che personalmente non conosco, le do per scontate, perché se c'è una regola c'è sempre l'eccezione)
siam stati selezionati seriamente
poi alle po han tagliato di tutto
voglio vedere se per 1500 han voglia di farsi il ****** e prendersi le responsabilità al posto di chi ne prende quasi 4mila

olly il mondo è cambiato.....un mio amico lavoravain una tipografia e faceva i turni (lavoravano anche di notte) prendeva 1450 euro di base + le indennità di turno..notturno e straordinari pechè facevano 40 ore obbligatorie invece delle 36 per i turnisti e gli pagavano le 4 ore settimanali di straordinario..quindi cirfa 16 al mese SEMPRE....arrivava a 1700/1800 euro senza altri straordinari....
adesso azienda fallita ....lavora tramite cooperativa alla SDA e prende 920 euro tutto compreso facendo solo la notte dal lunedi al venerdì dalla 20.30 ALLE 04.30:o
e ci rimane perchè almeno ha un lavoro;)
e di questi "assetati" di stipendio ce ne sono un numero infinito....quindi se ha un dipendente già assunto tranquillamente nel pubblico gli chiedi se vuole fare un lavoro di resp. da 1500 euro probabilemnte non lo accetta....ma se aprono all'esterno per quel posto ci sarebbe la fila lunga fino a prato per quel posto

olly67 09-01-14 12:02

ma torniamo agli anni 80
quando nei comuni, dato che non prendevi un capzo, ci andavano persone che con lo stipendio si pagavano i vizi ..
peccato che da allora ciò che deve fare un comune sia molto ma molto di più e più complesso
abbian bisogno di gente che lavora in comune per ingannare il tempo e comprarsi un bel paio di scarpe

bambino30 09-01-14 12:02

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651574)
per dare idea mia sorella che è d4 se non erro, prende di produttività 350 euro nette (all'anno, eh)
con stipendio di 1500 ma belle responsabilità (e devi essere laureato per essere d4 o d5, mi scordo sempre cosa è ora)

concordo , terza fascia laureato con responsabilità amministrativa e contabile di una sezione con 10 collaboratori = SFRUTTATO
Il dirigente responsabilità ZERO perché è tutta mia e prende tre volte quello che prendo ti sembra una macchina organizzata bene ?

olly67 09-01-14 12:03

Citazione:

Originalmente inviato da Cucciafans (Messaggio 38651679)
olly il mondo è cambiato.....un mio amico lavoravain una tipografia e faceva i turni (lavoravano anche di notte) prendeva 1450 euro di base + le indennità di turno..notturno e straordinari pechè facevano 40 ore obbligatorie invece delle 36 per i turnisti e gli pagavano le 4 ore settimanali di straordinario..quindi cirfa 16 al mese SEMPRE....arrivava a 1700/1800 euro senza altri straordinari....
adesso azienda fallita ....lavora tramite cooperativa alla SDA e prende 920 euro tutto compreso facendo solo la notte dal lunedi al venerdì dalla 20.30 ALLE 04.30:o
e ci rimane perchè almeno ha un lavoro;)
e di questi "assetati" di stipendio ce ne sono un numero infinito....quindi se ha un dipendente già assunto tranquillamente nel pubblico gli chiedi se vuole fare un lavoro di resp. da 1500 euro probabilemnte non lo accetta....ma se aprono all'esterno per quel posto ci sarebbe la fila lunga fino a prato per quel posto

il problema è che quel lavoro lì quasi nessuno saprebbe farlo, me compresa
mentre molti potrebbero fare il mio e arrivano a 1150 senza figli di sto passo
ci vivono a firenze? ti va bene se non hai un capzo di meglio in attesa di qualcosa di meglio andandotene

olly67 09-01-14 12:06

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38651698)
concordo , terza fascia laureato con responsabilità amministrativa e contabile di una sezione con 10 collaboratori = SFRUTTATO
Il dirigente responsabilità ZERO perché è tutta mia e prende tre volte quello che prendo ti sembra una macchina organizzata bene ?

d'altra parte 1500 (che prima erano 2mila) sono più che 1150 (che prima erano quasi 1300) e il gioco poteva valer la candela se ci tieni a crescere
ma sotto certe cifre non vale più
per questo si va male
se un ingegnere lo paghi 1400 andrà altrove .. specie se giovane
rimangono gli scarsi, i disperati, chi ha per sua fortuna le spalle parate da altro
e i ladri

olly67 09-01-14 12:07

cmq molti anche il mio .. mah .. diciamo tanti, via ..
perché onestamente visto le esternalizzazioni vedo le nuove leve incapaci di molti ragionamenti in autonomia, di creatività nel trovare soluzioni pur nel rispetto delle norme e questo anche perché non sono dipendenti dell'ente .. e questo fa sì che il livello scenda .. perché da dipendente hai una autorevolezza data dal tuo ruolo che ti fa anche essere creativo, perché ti senti più sicuro del tuo posto, perché pensi che sarai perseguito solo se fai una cappellata vera ..
questo fa sì che fai ogni tanto una cappellata media, ma risparmi decine di microcappellate che fa chi non si sente sicuro, perché se non sei sicuro non interpreti, non proponi, non potendo proporre, non hai il ruolo per farlo, devi solo eseguire
c'è tanta buona volontà ed impegno, ma non si cresce solo con questi

bambino30 09-01-14 12:09

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651721)
il problema è che quel lavoro lì quasi nessuno saprebbe farlo, me compresa
mentre molti potrebbero fare il mio e arrivano a 1150 senza figli di sto passo
ci vivono a firenze? ti va bene se non hai un capzo di meglio in attesa di qualcosa di meglio andandotene

ti prego non fare la fesseria di lasciare quel posto schifoso quanto ti pare , però sei tutelato ci sono i sindacati che fanno quello che possono visto le leggi che ci sono oggi ma nel privato è peggio .
Puoi tentare con la mobilità cercando un posto meno caro Firenze è quella che è perché ci sono tanti turisti e i bottegai fanno affari d'oro :yes:

Cucciafans 09-01-14 12:10

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651721)
il problema è che quel lavoro lì quasi nessuno saprebbe farlo, me compresa

nessuno è indispensabile....
se a questo tizio gli viene l'idea di trasferirsi in trentino.....cosa fanno chiudono il comune perchè non c'è un sostituto ??

:no:

di insostituibili sono pieni i cimiteri diceva mio nonno:o

poi che l'eventuale sostituto sia meno bravo ...preparata...etc.etc. è un altro discorso....

BlackM 09-01-14 12:11

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38650344)
e secondo te c'è la fila per prendere 1150 euro in comune se qui devi viverci e metter su famiglia? è la prima, dicasi prima, città d'italia per costo medio immobiliare, la terza per locazioni
va bene se sei giovane, prendi una stanza ìn condivisione
bella crescita della pa, ricambio continuo, niente esperienza, gente che viene solo perché non ha di meglio
che poi secondo te a ste cifre posso permettermi il caffè al bar? devo tagliare pure sto sfizio, come se ne avessi tanti altri
e sono soldi in meno che girano
continuate così
poi se chiudete zitti, eh
io comincio a fare i conti dal prossimo mese
e a sto punto l'ipotesi roma che avevo scartato nel caso mi chiamassero (a 1500 non a 1150) forse per quanto faticosa, magari in ottica provvisoria va ripresa in considerazione
vi saluto
volete le nozze con i fichi secchi tenetevi le nuove leve, che le vedo, eh ..
o pensate che la gente in gamba lavori per un tozzo di pane con carriera azzerata per anni e anni?
va bene giusto per iniziare, meglio in comune che precario, va bene se sei invalido o malato per avere diritti senza perdere il lavoro, va bene se vuoi fare un figlio e prendere maternità . ovvero per mungere .. come passaggio esistenziale transitorio, allora è colpo di ****** poterci entrare
ma in tutti gli altri casi vi si saluta proprio
se poi il livello dei servizi scivola in basso .. affari vostri, purtroppo anche miei, visto che i servizi li uso .. ma almeno io potrò dire che non me la sono cercata

Se ti piace vivere in città OK, altrimenti ti conviene chiedere il trasferimento in paesello come il mio. Lo sai quanto pago io di affitto no? E quanto costano le case qui.

olly67 09-01-14 12:13

Citazione:

Originalmente inviato da Cucciafans (Messaggio 38651826)
nessuno è indispensabile....
se a questo tizio gli viene l'idea di trasferirsi in trentino.....cosa fanno chiudono il comune perchè non c'è un sostituto ??

:no:

di insostituibili sono pieni i cimiteri diceva mio nonno:o

poi che l'eventuale sostituto sia meno bravo ...preparata...etc.etc. è un altro discorso....

ci va uno che sa fare peggio il suo lavoro e il livello scende
tutto qui
non è che il mondo è pieno di gente con esperienza in un settore, eh ..
solo il tempo che devi perdere per istruirlo su programmi, procedure etc ..
è uno spreco di risorse umane, ergo di soldi
nostri, di tutti
per risparmiare spicci sei sceso di livello qualitativo .. poi quanto tempo ti ci vuole a farlo di nuovo crescere? una decina di anni? dato che con il tempo ovviamente acquisteranno capacità .. e a quel punto potranno anche loro andare altrove e siamo punto e a capo

olly67 09-01-14 12:14

Citazione:

Originalmente inviato da BlackM (Messaggio 38651837)
Se ti piace vivere in città OK, altrimenti ti conviene chiedere il trasferimento in paesello come il mio. Lo sai quanto pago io di affitto no? E quanto costano le case qui.

paesello manco morta
cmq basta escludere dalla lista milano roma, in particolare, venezia città e firenze
che già ovunque in italia per le case spendi meno
il paesello poi va bene se sei single o se hai famigliari in loco .. altrimenti con un minore quel che risparmi da una parte lo spendi dall'altra, in primis auto e certi servizi
e poi uni da fuori sede

olly67 09-01-14 12:18

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38651804)
ti prego non fare la fesseria di lasciare quel posto schifoso quanto ti pare , però sei tutelato ci sono i sindacati che fanno quello che possono visto le leggi che ci sono oggi ma nel privato è peggio .
Puoi tentare con la mobilità cercando un posto meno caro Firenze è quella che è perché ci sono tanti turisti e i bottegai fanno affari d'oro :yes:

se esco non esco certo per fare la dipendente nel privato, mica ci ho scritto id.iota sulla fronte.
visto il livello del privato oggi e le mie skills
salvo che non emigri proprio, ma non mi ci vedo

la mobilità è per chi ha agganci o per posti del meng.a
fidati
è periodaccio
era per tutti negli anni 90 inoltrati

ps qui diverse saracinesche vengono giù
non direi che i bottegai fan tutti sti affari, adesso
reggono ancora i pubblici esercizi ma con salti carpiati e diversi sfruttamenti dietro

BlackM 09-01-14 12:22

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38651891)
paesello manco morta
cmq basta escludere dalla lista milano roma, in particolare, venezia città e firenze
che già ovunque in italia per le case spendi meno
il paesello poi va bene se sei single o se hai famigliari in loco .. altrimenti con un minore quel che risparmi da una parte lo spendi dall'altra, in primis auto e certi servizi
e poi uni da fuori sede

Dipende se lavori nel paesello o no. Non siamo mica sperduti su Marte eh. Ci sono supermercati, trasporti pubblici che funzionano, stazione dei treni, negozi, uffici, piste ciclabili...! Appartamento di 85mq a 350-400 euro al mese max!

olly67 09-01-14 12:24

Citazione:

Originalmente inviato da BlackM (Messaggio 38652018)
Dipende se lavori nel paesello o no. Non siamo mica sperduti su Marte eh. Ci sono supermercati, trasporti pubblici che funzionano, stazione dei treni, negozi, uffici, piste ciclabili...! Appartamento di 85mq a 350-400 euro al mese max!

e senza auto non vai da nessuna parte e ha dei costi che con i famosi 1150 non rientri
poi mettici distanza scuole, palestre, tutto il resto
poi mettici che hai più distanti i parenti
ma per favore ..
io mi spa.ro
paese per paese allora anche se mi fa ca.gare vado da mio padre
(anche se dubito ci sian posti in pa, lì)

olly67 09-01-14 12:25

cmq io non sono da paese
piuttosto mi ritiro a vita bucolica sul serio ma allora sto nel nulla o quasi
o urbe o agro

meglio urbe cmq data situazione personale

cmq vediamo . da qui al 2017 si prende una decisione serissima

Cucciafans 09-01-14 12:27

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652056)
e senza auto non vai da nessuna parte e ha dei costi che con i famosi 1150 non rientri
poi mettici distanza scuole, palestre, tutto il resto
poi mettici che hai più distanti i parenti
ma per favore ..
io mi spa.ro
paese per paese allora anche se mi fa ca.gare vado da mio padre
(anche se dubito ci sian posti in pa, lì)

olly non credo che a scandicci o poggibonsi..per fare un esempio delle tue parti...tutti si suicidano:o

io abito a 15 km dal centro di bologna verso l'aeroporto e sono felicissimo di stare qui e non i mezzo al casino:o

BlackM 09-01-14 12:28

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652079)
cmq io non sono da paese
piuttosto mi ritiro a vita bucolica sul serio ma allora sto nel nulla o quasi
o urbe o agro

meglio urbe cmq data situazione personale

cmq vediamo . da qui al 2017 si prende una decisione serissima

Ah beh se non sei una da paese allora OK. Ovviamente a vivere nella città più bella del mondo...si paga un prezzo ;)

olly67 09-01-14 12:30

Citazione:

Originalmente inviato da Cucciafans (Messaggio 38652108)
olly non credo che a scandicci o poggibonsi..per fare un esempio delle tue parti...tutti si suicidano:o

io abito a 15 km dal centro di bologna verso l'aeroporto e sono felicissimo di stare qui e non i mezzo al casino:o

a scandicci sono care uguali, anzi i servizi per l'infanzia sono pure più cari (sono inorridita)
cmq non è che uno chiede un trasferimento ovunque sia e lo ottiene
ci vuole un posto vuoto in pianta organica
con riduzione e blocco delle medesime ci sono pochi posti anche per mobilità e senza conoscere rischi di cascare male, salvo non siano tanti posti o salvo non siano posti sperduti
ci sono i costi auto che in certe città puoi risparmiarti
sono oltre una mesata l'anno .. quindi o risparmi due mesate spostandoti o non vale la pena se devi comprare un auto
e poi a me non piace la periferia, inoltre vado invecchiando e devo avere occhio di lungo periodo, dato che non avrò certo baby pensione, ed occhio alle scuole che potrà frequentare mio figlio
oltre a considerare che le esigenze di chi ha famiglia dietro sono di un tipo e chi non ce l'ha di un altro

Cucciafans 09-01-14 12:31

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652166)
a scandicci sono care uguali, anzi i servizi per l'infanzia sono pure più cari (sono inorridita)
cmq non è che uno chiede un trasferimento ovunque sia e lo ottiene
ci vuole un posto vuoto in pianta organica
con riduzione e blocco delle medesime ci sono pochi posti anche per mobilità e senza conoscere rischi di cascare male, salvo non siano tanti posti o salvo non siano posti sperduti
ci sono i costi auto che in certe città puoi risparmiarti
sono oltre una mesata l'anno .. quindi o risparmi due mesate spostandoti o non vale la pena se devi comprare un auto
e poi a me non piace la periferia, inoltre vado invecchiando e devo avere occhio di lungo periodo, dato che non avrò certo baby pensione, ed occhio alle scuole che potrà frequentare mio figlio
oltre a considerare che le esigenze di chi ha famiglia dietro sono di un tipo e chi non ce l'ha di un altro

ci puo anche andare solo ad abitare e continuare a lavorare a firenze....scandicci non è mica in nuova guinea :mmmm::o

olly67 09-01-14 12:31

Citazione:

Originalmente inviato da BlackM (Messaggio 38652131)
Ah beh se non sei una da paese allora OK. Ovviamente a vivere nella città più bella del mondo...si paga un prezzo ;)

non è la città più bella del mondo
per niente
è una città che ha le dimensioni forse migliori al mondo .. che non ha solo lei, ce l'ha stoccarda ad esempio
né piccola, né grande, la giri in bici

rolarossi 09-01-14 12:32

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650231)
rientro immediato dei soldati italiani impegnati nelle missioni all'estero , disdetta dei contratti per nuove armi ecc... riduzione a livello dei paesi più poveri del contributo alla comunità europea pena l'uscita immediata dall'euro .

Su questo siamo d'accordo io e te, di certo non lui e il suo partito.:(

olly67 09-01-14 12:32

Citazione:

Originalmente inviato da Cucciafans (Messaggio 38652184)
ci puo anche andare solo ad abitare e continuare a lavorare a firenze....scandicci non è mica in nuova guinea :mmmm::o

non ce la fai con i tempi
chi accompagna i figli a scuola a casa tua?
e il risparmio non è sto granchè
se cambi devi cambiare del tutto, non fare scelte al ribasso né carne né pesce

Cucciafans 09-01-14 12:35

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652203)
non ce la fai con i tempi
chi accompagna i figli a scuola a casa tua?
e il risparmio non è sto granchè
se cambi devi cambiare del tutto, non fare scelte al ribasso né carne né pesce

ho capito olly quello che vuoi dire ma non credo che in tutti i paesi limitrofi delle grandi città i genitori buttino fuori di corsa i figli dalla macchina o li lascino sotto un ponte fino a che non torni dall'ufficio...

BlackM 09-01-14 12:40

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652185)
non è la città più bella del mondo
per niente
è una città che ha le dimensioni forse migliori al mondo .. che non ha solo lei, ce l'ha stoccarda ad esempio
né piccola, né grande, la giri in bici

Cioè, io se vado "in piazza" ho un campanile semi distrutto dal terremoto e tenuto insieme da fili di acciaio, due portici anch'essi semi distrutti...tu se fai un giro in centro...!!!

olly67 09-01-14 12:42

Citazione:

Originalmente inviato da Cucciafans (Messaggio 38652250)
ho capito olly quello che vuoi dire ma non credo che in tutti i paesi limitrofi delle grandi città i genitori buttino fuori di corsa i figli dalla macchina o li lascino sotto un ponte fino a che non torni dall'ufficio...

non sono genitori single
se ti dico che non ce la faccio con i tempi non ce la faccio con i tempi
e va considerato il costo auto che ora posso permettermi di non avere
ed è salato
la periferia va bene per altre situazioni
e sempre ti piaccia
allora meglio comprare casa all'estrema periferia di firenze (la distanza rispetto a scandicci è simile) o pensi che a scandicci le regalino le case?
ormai è tutto città metropolitana
per risparmiare 40mila euro al massimo a parità di immobile e location .. non vale la pena rendersi la vita più penosa
meglio fare uno strappo e a pari immobile e location risparmiare magari 100mila
per esempio andrebbe approfondita trieste .. ha case molto belle per i miei gusti, non regalate, ma a ben meno che firenze
ed è una città
tanto non c'è fretta ma manco tempo da perdere
ho una pendenza lavorativa, vediamo come si muove e come muoversi per rendere le cose più facili al momento

mark. 09-01-14 12:43

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650005)
La Bozza sul lavoro di Renzi anche se per ora è solo una serie di titoli , manca il dettaglio per me nel complesso mi sembra BUONA è quello che la maggioranza del pololo vorrebbe senza i condizionamenti di interessi particolari e alti burocrati ministeriali che in questi anni hanno beneficiato di provvedimenti ad personam a dismisura dopo la legge Bassanini che li ha istituiti .
Sono da appoggiare e condividere :
I dirigenti a tempo 1 2 anni e poi a casa .( la legge prevede l'assunzione a tempo indeterminato solo per i lavoratori );
legge sulla rappresentanza sindacale ( con potere di veto sull'organizzazione del lavoro );
nomina nei consigli di amministrazione e nella dirigenza dei rappresentanti dei lavoratori .
se queste sono le intenzioni del nuovo segretario del partito democratico sul mondo del lavoro per me è OK :yes::clap:

ma stai parlando di dirigenti pubblici o privati?

olly67 09-01-14 12:43

Citazione:

Originalmente inviato da BlackM (Messaggio 38652321)
Cioè, io se vado "in piazza" ho un campanile semi distrutto dal terremoto e tenuto insieme da fili di acciaio, due portici anch'essi semi distrutti...tu se fai un giro in centro...!!!

il fatto che non sia la più bella al mondo non vuol dire che vivi in un bel posto, eh ..

olly67 09-01-14 12:44

siena è più bella di firenze
venezia (intendo quella storica) è più bella di firenze
milano e firenze se la giocano alla pari
per parlare di posti che conosco
lucca è diversa, molto ma bella

BlackM 09-01-14 13:20

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38652407)
siena è più bella di firenze
venezia (intendo quella storica) è più bella di firenze
milano e firenze se la giocano alla pari
per parlare di posti che conosco
lucca è diversa, molto ma bella

Milano e Firenze se la giocano alla pari? :eek:
Va beh sarà questione di gusti eheh :)
Diciamo una delle città più belle del mondo allora ;)

olly67 09-01-14 13:28

se la giocano alla pari fidati
parlo milano città, non hinterland
anzi direi che se non fosse per clima e inquinamento (che cmq anche a firenze siam messi maluccio ma abbiamo il mare più vicino e soprattutto la campagna vera a portata di bici) milano batte firenze
firenze non è solo andare in bici sui lungarni (esperienza meravigliosa)

ceck78 09-01-14 13:48

APPUNTI SULLE PRIME ANTICIPAZIONI CIRCA IL JOBS ACT DI RENZI

L NEO-SEGRETARIO DEL PD LANCIA ALCUNE ANTICIPAZIONI, ANCORA UN PO’ GENERICHE E CON QUALCHE DIFETTO DI IMPROVVISAZIONE, CIRCA I CONTENUTI DEL SUO ATTESISSIMO PROGETTO DI LEGGE PER IL LAVORO, CHIEDENDO A TUTTI GLI INTERLOCUTORI OSSERVAZIONI, ANCHE CRITICHE, E PROPOSTE DI INTEGRAZIONE: ECCO LE MIE

Commento a caldo alla E-News di Matteo Renzi n. 381, 8 gennaio 2014

Le osservazioni che seguono costituiscono soltanto un primo commento a caldo alle anticipazioni che il neo-segretario del Partito Democratico ha fatto dei contenuti del suo progetto per il lavoro.

Nulla da dire circa le prime due sezioni (A e B) del documento, nelle quali si indicano alcune misure, ancora generiche ma ragionevoli, di semplificazione burocratica, miglioramento dell’efficienza e trasparenza delle amministrazioni, detassazione dei rapporti di lavoro (qui, pur mantenendo i piedi per terra, si può pensare a qualche cosa di più incisivo), incentivazione dello sviluppo dell’occupazione in alcuni settori particolari. Qualche cosa di un po’ più preciso è contenuto nella terza sezione (C), dedicata alle nuove regole. Riporto qui sotto in grassetto i sei punti contenuti in questa sezione, con le mie osservazioni.

I. Semplificazione delle norme. Presentazione entro otto mesi di un codice del lavoro che racchiuda e semplifichi tutte le regole attualmente esistenti e sia ben comprensibile anche all’estero.
Qui il solo rilievo critico, ma non è rilievo di poco conto, riguarda il termine temporale. Lungo tutta la sua campagna per le primarie e persino nei giorni immediatamente successivi alle primarie stesse Matteo Renzi ha insistentemente promesso che il Codice semplificato sarebbe arrivato entro tre mesi; ora i mesi diventano otto. Questo allungamento del termine ha un significato inequivocabile sul piano del contenuto. Il Codice semplificato a cui pensava il candidato alle primarie era ancora quello che egli stesso l’anno prima, il 15 novembre 2012, aveva presentato come oggetto del proprio programma, nero su bianco: solo quello, o qualche cosa di molto simile a quello, avrebbe potuto essere varato entro il termine brevissimo di tre mesi. Ora, invece, l’allungamento del termine a otto mesi, ovvero a “dopo le ferie”, significa che, rispetto a quel testo, ci saranno quanto meno alcune profonde rielaborazioni. Sarà interessante capire quali siano le parti che il neo-segretario intende riformulare, e in quale direzione.

II. Riduzione delle varie forme contrattuali, oltre 40, che hanno prodotto uno spezzatino insostenibile. Processo verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Nella prima parte di questo secondo punto c’è ua curiosa concessione alla leggenda metropolitana alimentata dalla vecchia sinistra politica e sindacale, secondo la quale i tipi di contratto di lavoro possibili oggi sarebbero più di 40, per gran parte introdotti dalla legge Biagi del 2003. I lettori di questo sito sanno che ho sempre sfidato i sostenitori di questa duplice sciocchezza a indicare quali sarebbero gli oltre 40 tipi di contratto di lavoro e quali, in particolare, quelli istituiti ex novo dalla legge Biagi, che non fossero soltanto vecchi tipi cui era stato dato un nuovo nome: nessuno è stato mai in grado di raccogliere questa mia sfida, perchè in realtà A) le forme giuridiche di contratto di lavoro in Italia non superano la quindicina (comprese quelle del contratto di lavoro intermittente, a termine, a domicilio, a tempo parziale, la collaborazione autonoma continuativa, l’associazione in partecipazione, lo staff leasing o somministrazione di lavoro a tempo indeterminato, e poche altre); B) esse preesistono tutte alla legge Biagi (anche se alcune sono state da questa rinominate e regolate in modo parzialmente nuovo rispetto a prima), tranne lo staff leasing, che tuttavia non è affatto una forma di lavoro precario, bensì un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con applicazione dell’articolo 18; onde non si capisce davvero perché – se non per la sua denominazione inglese – la sinistra politica e sindacale se la sia presa tanto con questa forma moderna di lavoro stabile e molto ben protetto. Certo, se incrociamo ciascuno dei tipi contrattuali esistenti con le possibilità di part-time “orizzontale” e “verticale”, o di rapporto con o senza patto di prova, con o senza patto di non concorrenza, e così via, allora possiamo arrivare anche molto oltre i 48 tipi contro cui polemizza la vecchia sinistra: possiamo individuare centinaia di combinazioni. Così stando le cose, vien da chiedersi quali di questi tipi contrattuali ora Matteo Renzi intenda sopprimere e perché. Se dovesse prendersela anche lui con lo staff leasing, comincerei a dubitare della sua capacità di liberarsi dei tabù della vecchia sinistra.
Quanto alla seconda parte di questo secondo punto – “Processo verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti” – preoccupa un po’ quel “processo verso”, espressione pericolosamente tratta dal sindacalese: che vuol dire? Forse che anche questa, come il Codice semplificato, è questione su cui lo staff del neo-segretario non ha ancora le idee chiare e occorre rinviare tutto al settembre prossimo? Resta comunque almeno il fatto positivo della menzione del “contratto a tempo indeterminato a protezioni crescenti”: rispetto alle chiusure che il PD vecchia gestione ha fatto registrare fin qui, questo va salutato come un passo avanti positivo.

III. Assegno universale per chi perde il posto di lavoro, anche per chi oggi non ne avrebbe diritto, con l’obbligo di seguire un corso di formazione professionale e di non rifiutare più di una nuova proposta di lavoro.
Qui le osservazioni sono due. La prima è che l’assicurazione universale contro la disoccupazione per tutto il lavoro dipendente esiste già, è stata istituita dalla legge Fornero 28 giugno 2012 n. 92, si chiama Assicurazione Sociale per l’Impiego-ASpI e almeno in linea teorica è già soggetta alla condizione della disponibilità di chi ne fruisce per le ragionevoli offerte di lavoro che gli/le vengono offerte e per le iniziative di formazione o addestramento necessarie per accedervi. La seconda osservazione è che il vero problema – su questo terreno – è come implementare questa condizionalità, che oggi di fatto non è operante. Non si risolve questo problema dettando una o più regolette burocratiche: per esempio, che “non potrà essere rifiutata più di una proposta di lavoro” lo dice già la legge; ma questo non significa molto sul piano pratico. Il problema è quello di stabilire quale sia una proposta di lavoro che non possa essere ragionevolmente rifiutata. Un metodo per risolvere questo problema è costituito dal “contratto di ricollocazione”: sarà interessante vedere se il Jobs Act farà proprio questo metodo. Per ora, l’indiczione contenuta nel punto III appare assai scarsamente significativa.

IV. Obbligo di rendicontazione online ex post per ogni voce dei denari utilizzati per la formazione professionale finanziata da denaro pubblico. Ma presupposto dell’erogazione deve essere l’effettiva domanda delle imprese. Criteri di valutazione meritocratici delle agenzie di formazione con cancellazione dagli elenchi per chi non rispetta determinati standard di performance.
Le spese sostenute per un corso di formazione professionale possono essere rendicontate minuziosissimamente, senza che quel corso insegni un mestiere utile ad alcuno dei suoi frequentatori. Quello che conta – e che in Italia non viene quasi mai rilevato – per la valutazione dell’efficacia di un corso, quindi della produttività della spesa per la sua attivazione, è il tasso di coerenza tra formazione impartita e sbocchi occupazionali effettivi. Suggerisco allo staff di Matteo Renzi, se su questo capitolo vuole davvero introdurre qualche cosa di incisivo, di dire chiaro e tondo che si intende attivare un sistema di rilevazione a tappeto dei tassi di coerenza di ciascun corso finanziato con denaro pubblico, e che verrà tagliato il finanziamento ai corsi che avranno prodotto meno di tre quarti di sbocchi occupazionali coerenti con la formazione impartita, senza guardare in faccia nessuno. Questo è il solo modo serio in cui far incominciare a prevalere l’interesse dei lavoratori-utenti e delle imprese sull’interesse degli addetti al servizio. A chi affidare questa rilevazione? Per esempio alle centinaia di dipendenti dell’ISFOL (Istituto per lo Studio della Formazione dei Lavoratori), dei cui lavoro è altrimenti difficile oggi apprezzare appieno una utilità congrua con i costi dell’organismo.

V. Agenzia Unica Federale che coordini e indirizzi i centri per l’impiego, la formazione e l’erogazione degli ammortizzatori sociali.
Qualche cosa di questo genere è stato già stato istituito recentemente, con dubbie prospettive operative. Perché qui il problema nasce dalla assurda ripartizione costituzionale delle competenze legislative e amministrative: allo Stato quelle relative alle politiche passive del lavoro (Cassa integrazione, trattamenti di disocupazione), alle Regioni quelle relative alle politiche attive (misure per il reinserimento dei disoccupati nel tessuto produttivo). Se l’Agenzia Unica a cui pensa lo staff di Matteo Renzi vuol essere qualcosa di più di quella già istituita, questo comporta una riforma costituzionale: auguri. Altrimenti, mi sfugge il contenuto pratico di questo quinto punto.

VI. Legge sulla rappresentatività sindacale e presenza dei rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori nei CDA delle grandi aziende.

L’espressione “legge sulla rappresentatività sindacale”, con la quale si voleva probabilmente dire “legge sulle rappresentanze sindacali aziendali”, è davvero troppo generica. E, nella sua genericità, anche un po’ preoccupante: perché su questa materia sono stati stipulati recentemente due importanti accordi interconfederali, rispettivamente nel 2011 e nel 2013: molti tra coloro che li hanno sottoscritti sono comprensibilmente preoccupati dall’eventalità che una nuova legge sconvolga l’equilibrio faticosamente raggiunto con quegli accordi. Due parole per chiarire che la legge interverrà soltanto in via sussidiaria, per regolare i casi nei quali quegli accordi non si applicano, sarebbero state assai opportune: anche perché c’è chi invece l’intervento legislativo su questa materia lo intende in modo assai meno rispettoso dell’autonomia del sistema delle relazioni industriali.
Quanto, infine, alla previsione della “presenza dei rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori nei CDA delle grandi aziende”, le perplessità sono molto più forti: non mi sembra davvero questo il modo in cui si può affrontare il problema del vistoso ritardo del nostro Paese sul terrendo delle pratiche di coinvolgimento dei lavoratori nella gestione aziendale, rispetto ai Paesi del centro e nord-Europa. Le forme possibili di partecipazione sono numerose; e tra queste la presenza di rappresentanti dei lavoratori nei consigli di amministrazione delle grandi imprese è forse quella che presenta controindicazioni di maggior peso. Per incominciare, l’effetto sicuramente non incentivante per gli investimenti in Italia delle grandi multinazionali, della cui importanza prioritaria, pure, il neo-segretario del PD si mostra pienamente consapevole.

La speranza è che le due settimane che ci separano dal varo del progetto dettagliato servano a fugare le molte perplessità suscitate da queste prime anticipazioni. È difficile, tuttavia, liberarsi dall’impressione che queste pecchino un po’ di improvvisazione e di qualche difetto di competenza specifica. Non chiedo di meglio che trovare nelle prossime esternazioni del progetto buoni motivi per ricredermi.

bambino30 09-01-14 14:02

Citazione:

Originalmente inviato da mark. (Messaggio 38652381)
ma stai parlando di dirigenti pubblici o privati?

pubblici , del privato non posso parlare perché la mia esperienza è stata di pochi anni prima di vincere un concorso nell'amministrazione pubblica .
In questi anni , la situazione è andata sempre a peggiorare e capisco bene quello che dice la nostra amica che vive a Firenze .
Nella sua situazione alternative oggi non ce ne sono purtroppo !! come si dice o mangi questa minestra o salti dalla finestra .

zikkio 09-01-14 14:02

Citazione:

Originalmente inviato da bambino30 (Messaggio 38650005)
La Bozza sul lavoro di Renzi anche se per ora è solo una serie di titoli , manca il dettaglio per me nel complesso mi sembra BUONA è quello che la maggioranza del pololo vorrebbe senza i condizionamenti di interessi particolari e alti burocrati ministeriali che in questi anni hanno beneficiato di provvedimenti ad personam a dismisura dopo la legge Bassanini che li ha istituiti .
Sono da appoggiare e condividere :
I dirigenti a tempo 1 2 anni e poi a casa .( la legge prevede l'assunzione a tempo indeterminato solo per i lavoratori );
legge sulla rappresentanza sindacale ( con potere di veto sull'organizzazione del lavoro );
nomina nei consigli di amministrazione e nella dirigenza dei rappresentanti dei lavoratori .
se queste sono le intenzioni del nuovo segretario del partito democratico sul mondo del lavoro per me è OK :yes::clap:


anche per me, se alle chiacchere fa seguire i fatti OK!

bambino30 09-01-14 14:05

Citazione:

Originalmente inviato da ceck78 (Messaggio 38653415)
APPUNTI SULLE PRIME ANTICIPAZIONI CIRCA IL JOBS ACT DI RENZI

L NEO-SEGRETARIO DEL PD LANCIA ALCUNE ANTICIPAZIONI, ANCORA UN PO’ GENERICHE E CON QUALCHE DIFETTO DI IMPROVVISAZIONE, CIRCA I CONTENUTI DEL SUO ATTESISSIMO PROGETTO DI LEGGE PER IL LAVORO, CHIEDENDO A TUTTI GLI INTERLOCUTORI OSSERVAZIONI, ANCHE CRITICHE, E PROPOSTE DI INTEGRAZIONE: ECCO LE MIE

Commento a caldo alla E-News di Matteo Renzi n. 381, 8 gennaio 2014

Le osservazioni che seguono costituiscono soltanto un primo commento a caldo alle anticipazioni che il neo-segretario del Partito Democratico ha fatto dei contenuti del suo progetto per il lavoro.

Nulla da dire circa le prime due sezioni (A e B) del documento, nelle quali si indicano alcune misure, ancora generiche ma ragionevoli, di semplificazione burocratica, miglioramento dell’efficienza e trasparenza delle amministrazioni, detassazione dei rapporti di lavoro (qui, pur mantenendo i piedi per terra, si può pensare a qualche cosa di più incisivo), incentivazione dello sviluppo dell’occupazione in alcuni settori particolari. Qualche cosa di un po’ più preciso è contenuto nella terza sezione (C), dedicata alle nuove regole. Riporto qui sotto in grassetto i sei punti contenuti in questa sezione, con le mie osservazioni.

I. Semplificazione delle norme. Presentazione entro otto mesi di un codice del lavoro che racchiuda e semplifichi tutte le regole attualmente esistenti e sia ben comprensibile anche all’estero.
Qui il solo rilievo critico, ma non è rilievo di poco conto, riguarda il termine temporale. Lungo tutta la sua campagna per le primarie e persino nei giorni immediatamente successivi alle primarie stesse Matteo Renzi ha insistentemente promesso che il Codice semplificato sarebbe arrivato entro tre mesi; ora i mesi diventano otto. Questo allungamento del termine ha un significato inequivocabile sul piano del contenuto. Il Codice semplificato a cui pensava il candidato alle primarie era ancora quello che egli stesso l’anno prima, il 15 novembre 2012, aveva presentato come oggetto del proprio programma, nero su bianco: solo quello, o qualche cosa di molto simile a quello, avrebbe potuto essere varato entro il termine brevissimo di tre mesi. Ora, invece, l’allungamento del termine a otto mesi, ovvero a “dopo le ferie”, significa che, rispetto a quel testo, ci saranno quanto meno alcune profonde rielaborazioni. Sarà interessante capire quali siano le parti che il neo-segretario intende riformulare, e in quale direzione.

II. Riduzione delle varie forme contrattuali, oltre 40, che hanno prodotto uno spezzatino insostenibile. Processo verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Nella prima parte di questo secondo punto c’è ua curiosa concessione alla leggenda metropolitana alimentata dalla vecchia sinistra politica e sindacale, secondo la quale i tipi di contratto di lavoro possibili oggi sarebbero più di 40, per gran parte introdotti dalla legge Biagi del 2003. I lettori di questo sito sanno che ho sempre sfidato i sostenitori di questa duplice sciocchezza a indicare quali sarebbero gli oltre 40 tipi di contratto di lavoro e quali, in particolare, quelli istituiti ex novo dalla legge Biagi, che non fossero soltanto vecchi tipi cui era stato dato un nuovo nome: nessuno è stato mai in grado di raccogliere questa mia sfida, perchè in realtà A) le forme giuridiche di contratto di lavoro in Italia non superano la quindicina (comprese quelle del contratto di lavoro intermittente, a termine, a domicilio, a tempo parziale, la collaborazione autonoma continuativa, l’associazione in partecipazione, lo staff leasing o somministrazione di lavoro a tempo indeterminato, e poche altre); B) esse preesistono tutte alla legge Biagi (anche se alcune sono state da questa rinominate e regolate in modo parzialmente nuovo rispetto a prima), tranne lo staff leasing, che tuttavia non è affatto una forma di lavoro precario, bensì un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con applicazione dell’articolo 18; onde non si capisce davvero perché – se non per la sua denominazione inglese – la sinistra politica e sindacale se la sia presa tanto con questa forma moderna di lavoro stabile e molto ben protetto. Certo, se incrociamo ciascuno dei tipi contrattuali esistenti con le possibilità di part-time “orizzontale” e “verticale”, o di rapporto con o senza patto di prova, con o senza patto di non concorrenza, e così via, allora possiamo arrivare anche molto oltre i 48 tipi contro cui polemizza la vecchia sinistra: possiamo individuare centinaia di combinazioni. Così stando le cose, vien da chiedersi quali di questi tipi contrattuali ora Matteo Renzi intenda sopprimere e perché. Se dovesse prendersela anche lui con lo staff leasing, comincerei a dubitare della sua capacità di liberarsi dei tabù della vecchia sinistra.
Quanto alla seconda parte di questo secondo punto – “Processo verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti” – preoccupa un po’ quel “processo verso”, espressione pericolosamente tratta dal sindacalese: che vuol dire? Forse che anche questa, come il Codice semplificato, è questione su cui lo staff del neo-segretario non ha ancora le idee chiare e occorre rinviare tutto al settembre prossimo? Resta comunque almeno il fatto positivo della menzione del “contratto a tempo indeterminato a protezioni crescenti”: rispetto alle chiusure che il PD vecchia gestione ha fatto registrare fin qui, questo va salutato come un passo avanti positivo.

III. Assegno universale per chi perde il posto di lavoro, anche per chi oggi non ne avrebbe diritto, con l’obbligo di seguire un corso di formazione professionale e di non rifiutare più di una nuova proposta di lavoro.
Qui le osservazioni sono due. La prima è che l’assicurazione universale contro la disoccupazione per tutto il lavoro dipendente esiste già, è stata istituita dalla legge Fornero 28 giugno 2012 n. 92, si chiama Assicurazione Sociale per l’Impiego-ASpI e almeno in linea teorica è già soggetta alla condizione della disponibilità di chi ne fruisce per le ragionevoli offerte di lavoro che gli/le vengono offerte e per le iniziative di formazione o addestramento necessarie per accedervi. La seconda osservazione è che il vero problema – su questo terreno – è come implementare questa condizionalità, che oggi di fatto non è operante. Non si risolve questo problema dettando una o più regolette burocratiche: per esempio, che “non potrà essere rifiutata più di una proposta di lavoro” lo dice già la legge; ma questo non significa molto sul piano pratico. Il problema è quello di stabilire quale sia una proposta di lavoro che non possa essere ragionevolmente rifiutata. Un metodo per risolvere questo problema è costituito dal “contratto di ricollocazione”: sarà interessante vedere se il Jobs Act farà proprio questo metodo. Per ora, l’indiczione contenuta nel punto III appare assai scarsamente significativa.

IV. Obbligo di rendicontazione online ex post per ogni voce dei denari utilizzati per la formazione professionale finanziata da denaro pubblico. Ma presupposto dell’erogazione deve essere l’effettiva domanda delle imprese. Criteri di valutazione meritocratici delle agenzie di formazione con cancellazione dagli elenchi per chi non rispetta determinati standard di performance.
Le spese sostenute per un corso di formazione professionale possono essere rendicontate minuziosissimamente, senza che quel corso insegni un mestiere utile ad alcuno dei suoi frequentatori. Quello che conta – e che in Italia non viene quasi mai rilevato – per la valutazione dell’efficacia di un corso, quindi della produttività della spesa per la sua attivazione, è il tasso di coerenza tra formazione impartita e sbocchi occupazionali effettivi. Suggerisco allo staff di Matteo Renzi, se su questo capitolo vuole davvero introdurre qualche cosa di incisivo, di dire chiaro e tondo che si intende attivare un sistema di rilevazione a tappeto dei tassi di coerenza di ciascun corso finanziato con denaro pubblico, e che verrà tagliato il finanziamento ai corsi che avranno prodotto meno di tre quarti di sbocchi occupazionali coerenti con la formazione impartita, senza guardare in faccia nessuno. Questo è il solo modo serio in cui far incominciare a prevalere l’interesse dei lavoratori-utenti e delle imprese sull’interesse degli addetti al servizio. A chi affidare questa rilevazione? Per esempio alle centinaia di dipendenti dell’ISFOL (Istituto per lo Studio della Formazione dei Lavoratori), dei cui lavoro è altrimenti difficile oggi apprezzare appieno una utilità congrua con i costi dell’organismo.

V. Agenzia Unica Federale che coordini e indirizzi i centri per l’impiego, la formazione e l’erogazione degli ammortizzatori sociali.
Qualche cosa di questo genere è stato già stato istituito recentemente, con dubbie prospettive operative. Perché qui il problema nasce dalla assurda ripartizione costituzionale delle competenze legislative e amministrative: allo Stato quelle relative alle politiche passive del lavoro (Cassa integrazione, trattamenti di disocupazione), alle Regioni quelle relative alle politiche attive (misure per il reinserimento dei disoccupati nel tessuto produttivo). Se l’Agenzia Unica a cui pensa lo staff di Matteo Renzi vuol essere qualcosa di più di quella già istituita, questo comporta una riforma costituzionale: auguri. Altrimenti, mi sfugge il contenuto pratico di questo quinto punto.

VI. Legge sulla rappresentatività sindacale e presenza dei rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori nei CDA delle grandi aziende.

L’espressione “legge sulla rappresentatività sindacale”, con la quale si voleva probabilmente dire “legge sulle rappresentanze sindacali aziendali”, è davvero troppo generica. E, nella sua genericità, anche un po’ preoccupante: perché su questa materia sono stati stipulati recentemente due importanti accordi interconfederali, rispettivamente nel 2011 e nel 2013: molti tra coloro che li hanno sottoscritti sono comprensibilmente preoccupati dall’eventalità che una nuova legge sconvolga l’equilibrio faticosamente raggiunto con quegli accordi. Due parole per chiarire che la legge interverrà soltanto in via sussidiaria, per regolare i casi nei quali quegli accordi non si applicano, sarebbero state assai opportune: anche perché c’è chi invece l’intervento legislativo su questa materia lo intende in modo assai meno rispettoso dell’autonomia del sistema delle relazioni industriali.
Quanto, infine, alla previsione della “presenza dei rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori nei CDA delle grandi aziende”, le perplessità sono molto più forti: non mi sembra davvero questo il modo in cui si può affrontare il problema del vistoso ritardo del nostro Paese sul terrendo delle pratiche di coinvolgimento dei lavoratori nella gestione aziendale, rispetto ai Paesi del centro e nord-Europa. Le forme possibili di partecipazione sono numerose; e tra queste la presenza di rappresentanti dei lavoratori nei consigli di amministrazione delle grandi imprese è forse quella che presenta controindicazioni di maggior peso. Per incominciare, l’effetto sicuramente non incentivante per gli investimenti in Italia delle grandi multinazionali, della cui importanza prioritaria, pure, il neo-segretario del PD si mostra pienamente consapevole.

La speranza è che le due settimane che ci separano dal varo del progetto dettagliato servano a fugare le molte perplessità suscitate da queste prime anticipazioni. È difficile, tuttavia, liberarsi dall’impressione che queste pecchino un po’ di improvvisazione e di qualche difetto di competenza specifica. Non chiedo di meglio che trovare nelle prossime esternazioni del progetto buoni motivi per ricredermi.

:clap::clap::clap:GRAZIE sei un grande

olly67 09-01-14 14:08

cmq ichino chi lo capisce è bravo
concordo con le osservazioni fatte, salvo punto su rappresentanza in cda
ma renzi è quello che vuole una situazione più simile a quella da lui sempre sostenuta

bambino30 09-01-14 14:22

contributo alla discussione per ceck78
Assegno universale per chi perde il posto di lavoro è l'assegno di cittadinanza basta prendere esempio dalle legislazioni dei paesi del nord Europa la Danimarca per cominciare ;
Legge sulla rappresentatività sindacale , commento in questi anni il sindacato è stato messo all'angolo dai governi di centro destra ma è l'unica organizzazione del lavoro che può rendere i lavoratori non schiavi ; nel pubblico impiego una legge del genere già esiste i sindacati rappresentanti i lavoratori sono quelli che alle elezioni delle rsu aziendali raggiungono e superano il 5% quindi secondo me bisogna riportare un ruolo al sindacato coinvolgendolo nella amministrazione o meglio alla sua funzione di controllo e difesa dei rappresentati nei confronti dell'amministrazione che oggi per leggi liberticide ha dato uno strapotere incredibile una dirigenza non all'altezza delle sfide dei nuovi tempi , ma interessata a riproporre un modello del lavoro autoritario e autocelebrativo di fatto inefficiente e costoso

pietrocip 09-01-14 14:57

:o:o:o

La Ue promuove il Jobs Act. Giovannini: "Ma va dettagliato e prevede molti investimenti" - Repubblica.it

ceck78 09-01-14 15:04

Citazione:

Originalmente inviato da olly67 (Messaggio 38653767)
cmq ichino chi lo capisce è bravo
concordo con le osservazioni fatte, salvo punto su rappresentanza in cda
ma renzi è quello che vuole una situazione più simile a quella da lui sempre sostenuta

Ichino ha delle idee forse diverse sulla partecipazione in azienda. Ha fatto delle proposte in merito, che andrebbero approfondite proprio per capire ciò che le differenzia da quelle che proprone/intende Renzi, o meglio, Taddei-Madia...che tra l' altro non hanno gradito questa sua accelerazione nel presentarne le bozze...


Comunque come scrive Renzi sul Corriere :o Gradite idee, critiche, commenti. Email: matteo@matteorenzi.it

bambino30 09-01-14 16:25

Citazione:

Originalmente inviato da ceck78 (Messaggio 38654864)
Ichino ha delle idee forse diverse sulla partecipazione in azienda. Ha fatto delle proposte in merito, che andrebbero approfondite proprio per capire ciò che le differenzia da quelle che proprone/intende Renzi, o meglio, Taddei-Madia...che tra l' altro non hanno gradito questa sua accelerazione nel presentarne le bozze...


Comunque come scrive Renzi sul Corriere :o Gradite idee, critiche, commenti. Email: matteo@matteorenzi.it

Ichino , meglio perderlo del mondo del lavoro capisce solo il suo interesse come peggiorare la vita a chi lavora per farsi grande con chi comanda i padroni ( anche se è cresciuto alla cigl nel sindacto per poi approdare alla politica , università e affari vari )personaggio senza spessore opportunista basta vedere dove è andato a parare dal partito democratico alla lista Monti ...ma per piacere !:angry:


Powered by vBulletin® versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.